1 Stella2 Stelle3 Stelle4 Stelle5 Stelle Vota
Loading...

Dieta del digiuno serale: che cos’è, come funziona, cosa mangiare e controindicazioni

Dieta del digiuno serale: che cos'è, come funziona, cosa mangiare e controindicazioni

La dieta del digiuno serale è ideale per perdere peso velocemente, e soprattutto non ingerendo cibi solidi a partire dalle 17 di sera. Anch’essa, come molte altre, rappresenta una dieta lampo da poter intraprendere in vista dell’estate o in seguito alle solite festività.

La dieta del digiuno serale permette di perdere ben 3 chili in sole due settimane, anche se non è molto semplice come sembra, in quanto bisogna fare un grande sforzo nella parte finale della giornata.

Come funziona la dieta del digiuno serale

Piperina e Curcuma Plus Natural Fit

Nella dieta del digiuno serale vige il motto “colazione da re, pranzo da principe e cena da povero”, in quanto a partire dalle 17 di sera di ogni giorno, non è più possibile assumere cibi solidi. Infatti è possibile consumare soltanto i pasti principali della prima parte della giornata, spuntini inclusi, mentre di sera ci si può avvalere soltanto di tisane e tè vari.

Si evince quindi che il regime alimentare è decisamente drastico e non semplice da seguire, motivo per cui deve avere una durata massima di 2 settimane. Mangiando quindi soltanto nella prima parte della giornata si riesce meglio a bruciare tutte le calorie, difficili da consumare invece di sera.

Con la dieta del digiuno serale è quindi possibile:

  • perdere peso
  • sgonfiare l’addome
  • riposare meglio, in quanto lo stomaco risulta meno appesantito

Cosa mangiare nella dieta del digiuno serale

La dieta del digiuno serale consente quindi, più o meno, di mangiare normalmente, tenendo ovviamente sotto controllo le calorie ingerite, almeno fino al pomeriggio, dopo di che si può ricorrere soltanto a tisane o tè.

Gli spuntini, sia quello di metà mattina che metà pomeriggio, dovranno invece esser fatti con yogurt e muesli, frullati di frutta servendosi di mezzo litro di latte sia vaccino che vegetale, o frutta secca. Si possono anche fare spuntini più sostanziosi inserendo formaggio spalmabile o affettati magri: questo è possibile visto che poi la cena sarà evitata.

Esempio di menù settimanale

  • Colazione
    Deve essere fatta a base di vitamine, per cui risulta necessaria l’assunzione di frutta fresca, latte scremato oppure yogurt magro addolcito da un cucchiaino di miele.
  • Spuntino di metà mattino E’ solitamente indicata l’assunzione di un panino integrale con formaggio spalmabile o noci. In sostituzione si può scegliere del pollo arrosto con verdura. I più golosi che scelgono il dolce al salato, possono assumere invece yogurt magro con muesli.
  • Pranzo Il pranzo è in questo caso il pasto più importante, motivo per cui deve essere molto sostanzioso, cosicché da portarci a mangiare direttamente il mattino seguente. Per cui è possibile assumere tacchino alla piastra con verdure grigliate ed una mela, oppure pasta al pomodoro con lattuga e frutto a piacere. E’ importante mirare sempre a piatti nutrienti dall’alto potere saziante, visto che dopo questo pasto non è più possibile assumere cibi solidi.
  • Merenda Quest’ultimo “pasto” prevede l’assunzione di frullati di latte o yogurt e banana. E’ sconsigliata l’assunzione di cibi zuccherati o confezionati tipo merendine.

Superate le ore 17 si devono abolire i cibi solidi, per cui la cena dovrà esser fatta soltanto a base di tisane di ogni tipo. Le più consigliate sono di certo quelle al carcadè, frutti rossi e tiglio, in quanto permettono di depurarsi e conciliare il sonno.

Controindicazioni della dieta del digiuno serale

La dieta del digiuno serale non è ovviamente adeguata a tutti, prevalentemente se si posseggono determinate patologie pregresse o si sta assumendo farmaci. Il regime alimentare, per quanto non lo sembri, risulta abbastanza ristretto, soprattutto nella fase serale, per cui si potrebbe provare un senso di fame.

Il digiuno si sa da sempre che non garantisce però effetti duraturi e stabili. Come ogni altra dieta è comunque consigliato farsi seguire da un nutrizionista il quale potrà personalizzare il vostro piano alimentare tenendo conto delle vostre esigenze.

LASCIA UN COMMENTO

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.