1 Stella2 Stelle3 Stelle4 Stelle5 Stelle(1 voti, voto medio: 5,00)
Loading...

Astenia Sessuale: che cos’è, sintomi, cause, diagnosi e possibili cure

Astenia Sessuale: che cos'è, sintomi, cause, diagnosi e possibili cure

Si parla di astenia sessuale in quanto condizione, la quale può coinvolgere indistintamente sia il popolo di sesso maschile che femminile, generando alcune problematiche proprio nell’avere rapporti intimi. All’origine troviamo sovente delle situazioni psicologiche, seguite poi da problemi fisici e/o ormonali.

Quando si cresce in età è comune la riduzione del desiderio sessuale, ed alla base di questo, per maschi e donne, troviamo il testosterone, il quale va a ridurre a partire dai 30 anni d’età. Una carenza dell’ormone apportano nell’uomo problemi per quanto riguarda le erezioni, mentre nelle donne secchezza vaginale. Possiamo dunque ritenerlo un problema fisiologico naturale associato al trascorrere del tempo.

Che cos’è l’astenia sessuale?

Pubblicità
Aloe Ferox Bioness

Considerandola da un punto di vista medico, l’astenia sessuale può essere ritenuta come una carenza di energia, la quale va a bloccare qualsiasi azione giornaliera. Nel dettaglio, l’astenia sessuale riguarda proprio le problematiche nell’avere un rapporto sessuale, ed è tipico sia negli uomini che nelle donne. Le origini possono essere tanto psicologiche che ormonali.

Astenia sessuale maschile

Nel popolo maschile, quando si ha un’astenia sessuale, questa va a manifestarsi mediante difficoltà nell’ottenere o perlomeno tenere una erezione. All’origine vi sono sovente fattori ormonali, e si manifestano sovente successivamente ai 55 anni d’età. Possiamo anche avere fattori di origine cardiovascolare e/o psicologica. 

Astenia sessuale femminile

Secondo alcuni studi, 1/3 delle donne aventi dai 18 ai 59 anni manifesta perdita d’interesse totale o parziale nei confronti dei rapporti sessuali. Per le donne, le cause dell’astenia sessuale possono presentare maggiori difficoltà nell’essere scovate, in quanto la sessualità delle donne è maggiormente complessa, e deriva principalmente da aspetti sia fisici che mentali. 

Sovente i fattori psicologici vanno ad associarsi a quelli fisici ed ormonali. A compimento di tutto ciò possiamo avere anche l’assunzione di determinati farmaci, del tipo antidepressivi o contraccettivi orali, così come patologie tipo l’endometriosi oppure fibromi.

Sintomi dell’astenia sessuale

Come visto, all’origine dell’astenia sessuale possiamo avere sintomi fisici psicologici. Tra quelli più comuni ritroviamo:

  • Mancanza di interesse per il sesso
  • Senso di spossatezza mentale
  • Stanchezza oppure esaurimento psicofisico

I sintomi che maggiormente si manifestano negli uomini sono:

  • Assenza di desiderio
  • Problematiche nella tenuta delle erezioni
  • Mancanza di piacere

Per quanto riguarda le donne, invece, i sintomi più comuni sono:

  • Assenza di desiderio sessuale
  • Mancanza di interesse per il sesso
  • Mucose secche
  • Mancanza di piacere.

Cause dell’astenia sessuale

Le cause primarie associate all’astenia sessuale sono:

  • Stress associato a problematiche lavorative e/o economiche
  • Vita frenetica
  • Stanchezza fisica
  • Problemi nella coppia
  • Carenza di oligoelementi, tipo:
    ferro
    – zolfo
    magnesio
    rame
    zinco.
  • Assunzione di farmaci come antidepressivi, farmaci per la pressione ed antidepressivi.

Superati i 50 anni d’età non è poi così anormale lamentare un’astenia sessuale con calo della libido. Ciò succede in quanto si avrà un calo del testosterone, quale ormone associato proprio al desiderio sessuale; una riduzione dell’ormone può generare problematiche per le erezioni oppure secchezza vaginale.

Così come quelle appena citate potrebbero essere classificate come le cause più comuni per l’astenia sessuale, è altrettanto vero che potrebbero subentrarne ulteriori, le quali non sono proprio da definire secondarie. Abbiamo dunque, indistintamente per maschi e femmine:

  • Cause fisiche, tipo disturbi alla mucosa genitale, infezione o disturbi che possono compromettere il rapporto intimo. Abbiamo anche l’ipogonadismo, quale bassa produzione ormonale dalle ghiandole sessuali ed associabile a patologie genetiche.
  • Cause psicologiche, come patologie tipo stress, depressione oppure ansia da prestazione.
  • Cause favorenti, le quali non vanno associate in maniera diretta al sesso, ma che comunque possono causare l’astenia sessuale. Abbiamo dunque malattie croniche, disturbi tiroidei come ipo e ipertiroidismo, peso in eccesso, obesità, disturbi della psiche, farmaci, fumo ed alcool.

Diagnosi dell’astenia sessuale

Laddove i sintomi annessi all’astenia sessuale siano duraturi, è allora consigliato rivolgersi al medico curante, abbandonando tutte le paure, in quanto ciò potrebbe essere la lampadina d’allarme di alcune patologie, come nel caso dell’ipogonadismo. Questa può però essere associata anche a patologie genetiche, e viene sovente consigliata una terapia ormonale con alla base il testosterone, con lo scopo di normalizzarne i livelli.

Nel momento in cui subentra un’astenia sessuale, per essere certi che si tratti effettivamente della stessa, il medico o lo specialista può ricorrere ad alcuni esami ormonali, al fine di osservare quali siano le condizioni di salute generale del paziente.

Abbiamo anche alcuni test psicologici tipo il test bio-elettronico computerizzato delle onde cerebrali, i quali vanno a valutare quali siano le condizioni mentali del paziente, basandosi sul suo umore. La diagnosi della condizione può essere necessaria a stabilire se si è in effetti in sua presenza, e dunque a porvi rimedio quanto prima possibile mediante apposito trattamento.

Possibili cure all’astenia sessuale

Se all’origine dell’astenia sessuale abbiamo  cause fisiche, ormonali oppure annesse a patologie pregresse, è bene allora agire partendo da queste. Laddove vi sia invece un fattore psicologico si può scegliere una terapia basata sull’assunzione di integratori naturali; il rimedio che maggiormente viene prediletto è la terapia di coppia insieme ad un esperto psicoterapeuta o sessuologo.

Tra i rimedi abbiamo dunque gli integratori alimentari a base di sostanze naturali, i quali possono regalare importanti benefici al paziente in questione, aiutandogli ad incrementare il desiderio sessuale perduto. E’ importante però, prima di cominciare qualsiasi trattamento, rivolgersi ad un medico esperto, il quale potrà dirvi se l’integratore può apportare effetti collaterali, interagendo con farmaci assunti o che si stanno assumendo.

Uno dei rimedi naturali altamente consigliati per gli uomini è il ginko biloba, quale sostanza dall’azione tonico-stimolante. Possiede come principio attivo l’ossido nitrico, il quale opera direttamente sulla dilatazione dei vasi sanguigni, conferendo di conseguenze migliorie per quanto concerne le erezioni.

Per astenia sessuale maschile e femminile ritroviamo poi il ginseng rosso bianco. Ulteriori rimedi fitoterapici sono:

Questi vanno a stimolare la libido andando ad operare direttamente sul sistema nervoso, apportando al contempo migliorie sulla pressione del sangue ed incremento dei battiti del cuore.

Al fine dunque di prevenire, o quantomeno ridurre l’astenia sessuale, tenendola sotto controllo, è utile osservare pochi accorgimenti, come:

  • Riduzione dello stress
  • Valutare la qualità del rapporto sessuale e non la quantità
  • Evitare di vedere nel sesso un obbligo oppure un impegno
  • Evitare gli alcolici
  • Prediligere uno stile di vita sano, con attenzione sull’alimentazione e sullo sport.
Pubblicità

LASCIA UN COMMENTO

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.