1 Stella2 Stelle3 Stelle4 Stelle5 Stelle Vota
Loading...

Sugaring (Epilazione con lo zucchero): che cos’è, come si effettua, vantaggi e svantaggi

Sugaring (Epilazione con lo zucchero): che cos'è, come si effettua, vantaggi e svantaggi

Risultante essere un trattamento di epilazione che consiste nell’eliminazione dei peli superflui mediante utilizzo di impacchi di adesione a base di zucchero, acqua e limone, è lo Sugaring.

Che cos’è l’epilazione con lo zucchero (sugaring)?

A seconda dell’utilizzo, lo sugaring risulta essere similare alla ceretta rovente, poiché la pasta di zucchero ha la medesima funzionalità della cera e permette di prendere ugualmente i peli maggiormente corti con la diversità che la strappatura pare causare un ridotto trauma alla pelle.

Pubblicità
Aloe Ferox Bioness

In aggiunta, la temperatura maggiormente ridotta della pasta di zucchero, la quale si presenta tiepida e similare alla temperatura del corpo, ha riguardo ulteriormente alle aree dove rintracciabili risultano essere i capillari sensibili oppure le zone ipersensibili, quali l’area bikini.

Al tempo stesso, lo sugaring permette di rimuovere le tossine e le cellule cutanee che compromettono al pelo di formarsi regolarmente, riducendo la visibilità della problematica dei peli incarniti e delle follicoliti. Risultanti essere proliferati superficialmente alla zona del corpo, eccetto il palo di mani, la pianta dei piedi e le labbra così come determinate zone dei genitali, sono i peli.

Le corrispettive peculiarità risultano differenti a seconda del soggetto. Anatomicamente parlando, all’interno del pelo risultano presenti il tronco e la radica. Nella zona maggiormente avvallata, il follicolo subisce gonfiore al fine di sviluppare il bulbo pilifero, avente al suo interno, inoltre, la papilla dermica.

La papilla dermica, risulta essere composta da un complesso cellulare che si propaga comportando la formazione del pelo madre. Il pelo non risulta essere sviluppato in maniera contigua dal follicolo, altresì va di pari passo con il decorso della vita durante il quale si susseguono lassi temporali di funzione in relazione a lassi temporali di ozio. Dunque, crescita (anagen), cambiamento (catagen) e ozio (telogen).

Essendo una pratica di epilazione risalente ai tempi egizi dei faraoni e a Cleopatra, la quale la utilizzava ponendo il miele a differenza dello zucchero, è lo sugaring. Conosciuto ugualmente col denominativo di ceretta araba, codesto trattamento utilizza sostanze naturali e adoperate in ambito culinario. La sostanza peculiare risulta essere lo zucchero al quale viene agglomerata l’acqua e il succo di agrumi, soprattutto di limone. Il processo di epilazione risulta essere similare alla ceretta.

Lo sugaring non rimuove soltanto la zona in superficie del pelo, percepibile superficialmente alla cute, altresì permette di rimuovere il bulbo pilifero. Al tempo stesso, codesto trattamento adopera azione di gommage naturale, conferente un’esteriorità levigata. Solitamente, lo sugaring risulta essere maggiormente leggero a differenza della ceretta, poiché:

  • la pasta di zucchero non va aderendosi alla cute, altresì attira soltanto i peli, abbassando l’insicurezza nel corso del trattamento. Dunque, permette di estrapolare soltanto il pelo e non osteggia la zona superficiale dell’epidermide. La cera rovente si adagia in maniera maggiormente vigorosa alla cute, trasportandola nel momento dello strappo, causando stress e rossori
  • nel caso in cui la cera dovesse essere eccessivamente rovente, risulta possibile causi ustioni alla cute, soprattutto nelle zone maggiormente ipersensibili. Lo sugaring pertanto risulta essere una metodica maggiormente leggera e l’utilizzo risulta essere idoneo ulteriormente per le pelli maggiormente delicate, poiché la pasta di zucchero tende ad essere adoperata nel momento in cui arriva ad una temperatura normale oppure corporea, abbassando dunque il pericolo di bruciature

Costituita da resine che si prosciugano mediante la temperatura calda del forno, risulta essere la ceretta a caldo, la quale viene posta superficialmente alla cute, e dunque ponendo superficialmente delle strisce, che risultano rimovibili mediante strappo dal verso opposto e rapido.

Nel caso in cui dovesse essere svolta in modo corretto, il pelo risulta rimosso dalla radica ed ha bisogno di un maggior lasso temporale per crescere nuovamente. Nel caso di strisce epilatorie, la cera risulta essere utilizzabile e posta superficialmente a striscette, da porre sulla cute e strappare contropelo, rimuovendo ulteriormente la radica. Risultante essere uno strumentario adoperabile in differenti aree del corpo, quale, zona inguinale, gambe, ascellare, braccia e viso, risulta essere l’epilatore elettrico.

Bisogna scegliere la velocità maggiormente ridotta per le zone maggiormente ipersensibili. Codesto dispositivo risulta essere la strategia migliore per coloro che vogliono avere un’epilazione durevole e una cute ipersensibile che ha paura della lama del rasoio. Nel corso della terapia, la luce policromatica ad elevata intensità risulta modificabile in temperatura calda nel momento in cui compromette la melanina, è l’epilazione a luce pulsata.

Ciò causa un vigoroso accrescimento di temperatura che tende ad essere spostato al bulbo pilifero. Scopo di funzione risulta essere pari all’epilazione laser. L’epilazione a luce pulsata, tuttavia, ha dei pro differenziali, che non soltanto non causano dolore ma altresì allentano la crescita dei peli e dunque la totale inesistenza, mediante la rimozione del bulbo pilifero. Svolta presso saloni beauty oppure studi specialistici, è l’epilazione laser.

Dopo varie sessioni, risulta possibile evidenziare l’ispessimento regresso del pelo e dunque l’allentata crescita. Codesta tipologia di processo risulta raccomandata ai soggetti aventi malattie che si acutizzano mediante la depilazione contigua, e dunque follicoliti irritative e cisti pilonidali.

Come si effettua lo Sugaring (Epilazione con lo zucchero)

Risultante essere una metodica di epilazione strappante, è lo sugaring. Le sostanze che compongono la pasta di zucchero tendono ad essere prosciugati mediante la temperatura rovente del fornello. Susseguentemente all’aver raggiungo una temperatura tiepida, la pasta ricavata viene stesa superficialmente all’area da sottoporre ad epilazione e lavorata al fine di strappare ed eliminare il pelo, ovviando l’adesione e dunque l’infiammazione della zona. La manualità e l’eliminazione dell’impasto ottenuto e posto superficialmente alla zona risulta similare alla stimolazione manuale.

La stesura risulta essere svolta, difatti, nel verso di ricrescita del pelo al fine di abbassare l’eventuale danneggiamento del tronco, il quale comporta la formazione di peli incarniti. Susseguentemente all’epilazione, la cute tende ad essere sciacquata mediante utilizzo di detergenti liquidi senza siliconi e parabeni e l’uso di pomate gel operanti funzione levigante oppure emulsioni contenenti olio vegetale termina la terapia, al fine di velocizzare il procedimento di ripristino cutaneo.

Risultante essere un trattamento adeguato specialmente al fine di rimuovere i peli maggiormente corti ed adoperata tranquillamente nelle zone ipersensibili, è lo sugaring. Nel caso in cui la pratica viene svolta in maniera giusta, il pelo risulta rimosso dalla radica e ha bisogno di 4 settimane per uscire nuovamente. Pertanto, codesta pratica risulta essere maggiormente leggera, sebbene causi ugualmente la rimozione della radica del pelo dal follicolo pilifero.

A differenza della cera rovente, la stesura della pasta di zucchero risulta causare ridotte lesioni poiché va comparandosi con il senso di ricrescita pilifera, sebbene vari a seconda della persona. Tende ad essere adoperato al fine di eliminare la peluria sul corpo, e dunque zona sopraccigliare, ascellare, delle braccia e delle gambe e dell’area genitale. La pratica epilatoria mediante zucchero risulta maggiormente leggera e dunque praticabile ulteriormente sulla zona addominale, dell’areola mammaria e inguinale. In aggiunta, lo sugaring risulta essere maggiormente prediletto rispetto alla ceretta.

La pratica epilatoria mediante utilizzo di zucchero consiste in un processo di iniziazione, il quale prevede la pulitura e l’utilizzo di uno scrub sulla zona da trattare, al fine di eliminare sostanze impure e batteri. Questo incentiva l’eliminazione di presenza di sostanze tossiche e batteri che compromettono il risultato dell’epilazione. Dunque, l’area da epilare richiede pulitura e asciugatura.

Antecedentemente allo sugaring, la pratica di esfoliazione permette di espellere una superficie cutanea innovativa e dunque incentivare la crescita nel corretto verso, ovviando eventuale formazione di peli incarniti e follicoliti. Ottimale è l’esfoliazione 2 giorni antecedentemente all’epilazione. Pochi giorni antecedentemente allo sugaring, risulta ottimale sottoporre la pelle ad uno scrub.

Codesto processo incentiva l’eliminazione della superficie dei detriti cellulari, incentivando la prevenzione dello sviluppo dei peli incarniti. Nel caso in cui la pelle dovesse essere alquanto ipersensibile, bisogna prediligere il gommage che solitamente tende ad essere adoperata per il volto.

Bisogna ovviare, contrariamente, l’utilizzo di guanti di crine oppure di loofah che compromettono la salute della pelle. Antecedentemente al processo di epilazione mediante utilizzo di zucchero, risulta essenziale accertarsi che la cute sia detersa, prosciugata e sprovvista di sostanze tossiche, pomate oleiche e contenenti alcool.

Vantaggi e svantaggi dello Sugaring

Alquanto rapido, dal ridotto costo ed esemplificato, è lo sugaring, il quale risulta essere idoneo nel caso in cui bisogna rimuovere la peluria in maniera meticolosa, ovviando lesioni eccessivi. Lo zucchero risulta essere, in aggiunta, ipoallergenico.

Nel caso in cui il processo epilatorio mediante utilizzo di zucchero dovesse essere svolto in maniera adeguata, il pelo risulta rimosso dalla radica e ha bisogno di un maggior lasso temporale al fine di crescere nuovamente a differenza del lasso temporale per la depilazione. Il processo di epilazione mediante zucchero permette di conferire una cute levigata e sprovvista di peli superflui, in quanto incentiva la rimozione dei detriti cellulari, mediante azione gommage superficialmente all’epidermide.

Lo sugaring risulta adoperabile in qualunque aree del corpo. La pasta di zucchero tende ad essere utilizzata superficialmente alla cute nel momento in cui arriva ad una temperatura corporea, abbassando il pericolo di bruciature. Inoltre, poichè non risulta essere adoperata a temperature rovente, riduce la visibilità di fenditura capillare. Per quanto concerne le aree ipersensibili, il procedimento di epilazione mediante utilizzo di zucchero risulta essere fastidievole. Solitamente, la reattività cutanea si abbassa mediante l’utilizzo contiguo dello sugaring.

Al fine di svolgere codesta pratica, bisogna avere una particolare stimolazione manuale. Per coloro che la utilizzano per la prima volta, si raccomanda il trattamento mediante specialisti. Così come accade per ulteriori pratiche epilatorie, lo stesso utilizzo comporta rossori in base alla sensibilità delle pelle e della peluria.

Codesta reattività risulta essere regolare e scompare velocemente dopo un ridotto lasso orario, sebbene risulti essere maggiormente vigoroso nel caso di epilazioni premature oppure su pelle ipersensibile. Nel caso in cui susseguentemente alle 36 ore la cute dovesse presentarsi arrossata, risulta consigliabile chiedere consulto specialistico.

Pertanto, si raccomanda di svolgere corretta pulizia al fine di ovviare infezioni e problematicità. Nel caso di pelle arrossata e ipersensibile, si consiglia di non sottoporsi all’epilazione. Anche se il processo epilatorio fai da te risulti essere maggiormente pratico e dal ridotto costo, antecedentemente alla scelta risulta raccomandabile chiedere consulto specialistico, al fine di ovviare effetti collaterali e prediligere la metodica per l’epilazione maggiormente idonea alle peculiarità di peluria e di cute.

Al fine di ovviare rossori, antecedentemente allo sugaring, risulta vantaggioso ovviare l’utilizzo di sostanze contenenti alcool, quali deodoranti oppure detergenti per circa 12 ore.

Pubblicità

LASCIA UN COMMENTO

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.