1 Stella2 Stelle3 Stelle4 Stelle5 Stelle Vota
Loading...

Parabeni: che cosa sono, dove trovarli e perchè sono pericolosi

parabeni che cosa sono dove trovarli e perche sono pericolosi

Parabeni: cosa sono

I parabeni sono delle sostanze comunemente presenti nel regno vegetale, in alcuni frutti e verdura come pesche, ribes, carote e via dicendo. Il loro scopo è quello di essere conservanti, che garantiscono quindi la durata di un prodotto nel tempo. Il loro scopo è quello di ritardare il processo di decomposizione grazie alla presenza di proprietà battericide e funghicide. Infatti nell’ambiente umido e zuccheroso delle creme e delle lozioni, i batteri potrebbero deteriorare velocemente il prodotto: scopo dei parabeni è quello di mantenerlo intatto il più a lungo possibile.

Oggi come oggi i parabeni si trovano soprattutto nei prodotti di cosmesi, come nei trucchi, nelle lozioni, nel sapone, nel dentifricio e via dicendo. Il loro nome scientifico nell’INCI può essere Methylparaben, Butylparaben, Ethylparaben, Propylparaben.
I parabeni sono considerati i conservanti più sicuri, e ciò nonostante, sembra che un numero sempre maggiore di persone stia sviluppando intolleranza nei loro confronti, oppure che manifesti una situazione di sensibilità. Per questo motivo, negli ultimi anni, si discute sulla possibilità di eliminare completamente i parabeni in modo da poter evitare ogni episodio di intolleranza. In ogni caso oggi i parabeni sono fra gli agenti naturali la cui presenza nei prodotti cosmetici è più discussa in assoluto. 

Aloe Ferox Bioness

Questi elementi chimici, usati come conservanti soprattutto perché dotati di una proprietà battericida e funghicida, come abbiamo detto si trovano praticamente ovunque, dalle creme del corpo a quelle solari. Molti produttori assicurano che i parabeni sono necessari per poter conservare bene e a lungo i prodotti, anche una volta che siano stati aperti. Sembra proprio che il problema sorga al momento dell’apertura del prodotto, per il contatto di funghi e batteri con il prodotto medesimo, che potrebbero causare irritazioni e dermatiti.

Parabeni: dove si trovano

Abbiamo detto che i parabeni sono degli agenti chimici che hanno la funzione di conservare nel tempo i prodotti. Essi si trovano in tantissimi prodotti artificiali e nei cibi. I parabeni si trovano anche negli alimenti, essendo fra gli additivi più usati in assoluto. In special modo si trovano negli alimenti a base di frutta e a lunga conservazione come marmellate, bevande alla frutta.

I parabeni si trovano anche nei cosmetici, specialmente negli shampoo, nei dentifrici, nei trucchi, nelle creme solari. Infine possono essere contenuti in farmaci generici, negli sciroppi della tosse, negli antibiotici.
L’unico modo per sapere se un prodotto contiene dei parabeni è leggere bene l’INCI, vale a dire tutti gli ingredienti del prodotto medesimo. Contengono parabeni i prodotti che riportano nell’INCI queste sigle:

  • Metil-Parabene (E218; E219) che viene usato specialmente nei prodotti alimentari, nei cosmetici, nello shampoo e nei saponi,
  • Etil-Parabene (E214; E215) usato in genere nei prodotti alimentari,
  • Propil-Parabene (E216; E217), usato in genere negli alimenti e nei prodotti per l’igiene, oltre che nei farmaci;
  • Butil-Parabene, usato per i cosmetici;
  • Isobutil-Parabene,
  • Isopropil-Parabene,
  • Benzil-Parabene.

L’INCI riporta i prodotti contenuti in ordine di grandezza: il primo è quello più presente e così via.

Perché evitare i parabeni

I parabeni sono davvero dannosi? È bene evitarli?
Alcuni studi hanno suggerito che potrebbero essere cancerogeni, che avrebbero un’azione che interferisce con il sistema ormonale, soprattutto con gli estrogeni, causando infertilità, disfunzione erettile nell’uomo, anche tumori.
La verità è che nulla di tutto questo ancora è stato dimostrato, esistono solamente supposizioni e teorie e la pericolosità dei parabeni è tutt’ora un argomento che crea divisioni nella comunità scientifica.

Tuttavia è noto che l’uso di prodotti che li contengono possa causare degli effetti collaterali che sono:

  • irritazione della pelle se esposta ai raggi del sole;
  • allergie, dermatiti, sensibilizzazione della pelle.

La legge italiana e quella europea pongono alcuni limiti alla concentrazione di parabeni nei prodotti, per tutelare la salute. Per esempio i parabeni possono essere presenti al massimo nello 0,4% di sostanza pura, 0,8% nelle miscele di prodotti cosmetici. Negli alimenti, alcuni tipi, come l’E216 e l’E217, sono stati vietati.
Altri Paesi, nello stato di incertezza sulla loro pericolosità, li hanno vietati.

Alternative naturali ai Parabeni

Esistono delle alternative naturali ai parabeni? Soprattutto in ambito cosmetico, c’è chi usa delle tinture naturali che possono avere un effetto conservante.
Attenzione ai prodotti che dicono di essere ‘100% free’ da parabeni. Infatti potrebbero usare, al loro posto, altri elementi chimici ancora più dannosi: controllate sempre le etichette.

LASCIA UN COMMENTO

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.