1 Stella2 Stelle3 Stelle4 Stelle5 Stelle Vota
Loading...

Sindrome di Korsakoff: che cos’è, sintomi, diagnosi, cause e possibili cure

Sindrome di Korsakoff: che cos'è, sintomi, diagnosi, cause e possibili cure

Per sindrome di Korsakoff si intende una patologia neurologica curabile, causata da una forte carenza della vitamina B1Alle spalle di questa carenza vitaminica possono esserci molteplici fattori, soprattutto alcolismo malnutrizione, ma anche trattamenti chemioterapici, iperemesi gravidica, diete sbagliate, e così via.

I principali sintomi della patologia sono:

  • Grave disturbo della memoria, ad esempio amnesie anterograde o amnesie retrograde
  • Sbalzi di personalità
  • Confabulazione
  • Apatia

Qualcuno dei soggetti con sindrome di Korsakoff ha inoltre presentato una forma di encefalopatia, meglio conosciuta come encefalopatia di Wernicke.

Come già accennato, è possibile effettuare un trattamento per la patologia, il quale consiste nella somministrazione di tiamina, precedentemente per via parenterale, successivamente per via orale; il suddetto trattamento prevede la durata di molto tempo, e ci si può guarire anche dopo molteplici anni.

Che cos’è la sindrome di Korsakoff?

La sindrome di Korsakoff, conosciuta anche come sindrome di Korsakov psicosi di Korsakoff, ma anche sindrome amnesico-confabulatoria, è una patologia neurologica che si genera prevalentemente nei soggetti che fanno uso cronico di alcool, o in coloro che soffrono di malnutrizione da molto tempo.

Aloe Ferox Bioness

Visto che la sindrome apporta anche problemi alla memoria, questa viene sovente definita una sorta di demenza, dal quale ne deriva anche il quarto nome, ovvero demenza di Korsakoff: questa è però temporanea.

A fronte di molteplici studi, è venuto fuori che la sindrome di Korsakoff vada a colpire maggiormente la popolazione maschile in età compresa tra i 45 e i 65 anni, che abbia un precedente alcolico. Ciò non esclude che la patologia non possa intaccare anche altri soggetti aventi diverse età al di fuori di quelle sopra citate.
Nelle donne la sindrome di Korsakoff risulta essere più rara, e va ad interessare maggiormente i soggetti adulti più giovani.

Cenni storici

La sindrome di Korsakoff è stata così denominata per via del neuropsichiatra russo Sergei Korsakoff, il quale, nel tardo XIX secolo fu il primo a descriverne i caratteri principali.

Sintomi della sindrome di Korsakoff

La sindrome di Korsakoff genera prevalentemente dei gravi disturbi alla memoria, i quali prevedono amnesia o perdita di memoria, e possono essere sia anterograde che retrograde.

  • Amnesia anterograda: consiste in un deficit neurologico, il quale non permette di immagazzinare nuove informazioni.
  • Amnesia retrograda: consiste in un deficit neurologico che fa perdere tutti i ricordi precedenti all’inizio della sindrome.

Ulteriori sintomi

A fronte di molteplici studi sulle malattie neurologiche, i medici esperti hanno osservato che oltre ai soli disturbi alla memoria, la sindrome di Korsakoff generi ulteriori sintomi come:

  • Confabulazione: disturbo psichiatrico che fa costruire al soggetto dei falsi ricordi, in riferimento a fatti o situazioni mai accadute. Questa nasce nella fase iniziale della patologia, e pare che vada a colmare i vuoti di memoria.
  • Confusione mentale.
  • Apatia: vi è una diminuzione di comportamenti aventi uno scopo, causata dalla mancanza di una motivazione.
  • Scarsa partecipazione nel corso delle comunicazioni.

Diagnosi della sindrome di Korsakoff

Ad oggi non vi è un esame a laboratorio o sul cervello che permetta di confermare se un soggetto soffra o meno della sindrome di Korsakoff o di ulteriori forme demenziali. Da ciò si capisce il perché i medici vadano ad incentrare le loro ricerche soltanto su esami accurati e su un questionario che permetta di valutare se vi è un disturbo di memoria o eventuale dipendenza all’alcool.

Nel momento in cui il paziente sotto diagnosi è un alcolista cronico, è più semplice individuare la sindrome di Korsakoff, andando a focalizzarsi sui risultati della disintossicazione. Laddove il paziente si presenti migliorato neurologicamente, significa che ha una forma demenziale temporanea, e quindi non come il morbo di Alzheimer.

Cause della sindrome di Korsakoff

La causa principale della sindrome di Korsakoff è la grave mancanza di vitamina B1 tiamina
La suddetta vitamina è molto presente in alimenti come carne, cereali, uova e legumi secchi, ed ha importante ruolo nel processo metabolico energetico, soprattutto per i processi che vedono coinvolti i glucidi. 

Da cos’è provocata la mancanza di tiamina?

Come già detto, la carenza di tiamina è causata principalmente da alcolismo cronico e da malnutrizione grave. In entrambi i casi l’apporto della vitamina B1 risulta talmente ridotto, che le riserve presenti nell’organismo non vengono arricchite, cosicché si esauriscano completamente.

La carenza di tiamina può inoltre essere provocata da:

  • Diete sbagliate
  • Vomito frequente
  • Disturbi alimentari
  • Effetti collaterali dovuti alla chemioterapia
  • Iperemesi gravidica
  • Avvelenamento provocato dal mercurio

Possibili cure alla sindrome di Korsakoff

La sindrome di Korsakoff prevede una terapia con alte somministrazioni di tiamina (oltre i 100 mg), e l’inizio di una dieta nutrizionale sana e completa.
Laddove la patologia sia stata causata dall’alcolismo, è d’obbligo che il soggetto smetta istantaneamente di assumere alcolici. Se si rifiuta di fare ciò, qualsiasi cura risulta assolutamente inutile.

Somministrazione della tiamina

Nella fase iniziale del trattamento, la tiamina deve vedere una somministrazione endovenosa intromuscolo (vie parenterali), per almeno 2 o 3 volte al giorno; queste iniezioni non devono superare la dose di 100 mg.

Nel momento in cui si ha bisogno di somministrazioni più alte, queste devono avvenire oralmente, visto che alti dosaggi via parenterale potrebbero provocare gravi reazioni anafilattiche.

Una volta accertato che la fase iniziale è passata, il medico va a ridurre mano a mano sempre di più il dosaggio di tiamina, ricorrendo esclusivamente alla somministrazione per via orale. Queste iniezioni potrebbero avere anche la durata di 12 mesi. 

La tiamina va accompagnata ad iniezioni di glucosio solo laddove le somministrazioni siano in quantità elevata, al punto che potrebbero danneggiare le cellule dell’organismo.

Supplementi in caso di malnutrizione

Nel momento in cui il soggetto con sindrome di Korsakoff soffra di grave malnutrizione, può andare ad integrare con ulteriori supplementi come:

LASCIA UN COMMENTO

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.