1 Stella2 Stelle3 Stelle4 Stelle5 Stelle Vota
Loading...

Naga Morich: che cos’è, proprietà, benefici, utilizzi e controindicazioni

Naga Morich: che cos'è, proprietà, benefici, utilizzi e controindicazioni

Il Naga Morich è uno dei peperoncini più piccanti al mondo in assoluto. Esso è originario del Bangladesh e dell’India nord-orientale.

Considerato uno dei peperoncini più piccanti, raggiunge infatti 1.000.000 SHU nella scala di Scoville, valore che si avvicina più verso il punto più alto della scala. Per poter coltivare tale peperoncino bisogna considerare che ha bisogno di un clima caldo e umido, simile al clima tropicale.

Proprietà e benefici

Aloe Ferox Bioness

Ciò che caratterizza il Naga Morich è la Vitamina C e forti concentrazioni di carotenoidi.

altri elementi come flavonoidi, acidi fenolici, derivati della clorofilla ecc. Sono utili perché fanno sì che il peperoncino sviluppi una funzione antiossidante.

Per ciò che riguarda la Vitamina C, bisogna considerare che questa è termolabile: una volta che il peperoncino viene cotto troppo essa è come se venisse eliminata, al contempo mangiare questo tipo di peperoncino crudo non è consigliabile a meno che non si è già abituati a soglie di piccante molto alte rispetto alla norma.

Tuttavia, cuocendo il peperoncino, l’idrolisi della buccia ne favorisce la digestione. Altri elementi importanti contenuti nel Naga Morich sono: acqua, fibra alimentare e potassio.

Utilizzi in cucina

Come già detto e ripetuto il Naga Morich è tre i peperoncini più piccanti e mangiarlo a crudo non è un’ottima idea, ciò non toglie che in cucina è proprio questo suo essere molto piccante ed il suo gusto caratteristico a renderlo tra i peperoncini di prima scelta in cucina.

Il sapore è dolce ed acido allo stesso tempo. Si consiglia di utilizzarlo principalmente per cibi a base di barbecue ed inoltre, essendo particolarmente piccante spesso viene utilizzato per olio piccante e salse.

Controindicazioni

Dunque questo è sicuramente un alimento interessante e dal gusto particolare, ma bisogna fare anche attenzione, poiché a causa della presenza di capsaicina è da evitare in caso di gastrite, ulcera, reflusso gastroesofageo, colon irritabile, ragadi anali, malattia emorroidaria e , in ultimo, per le donne incinte.

LASCIA UN COMMENTO

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.