1 Stella2 Stelle3 Stelle4 Stelle5 Stelle Vota
Loading...

Inappetenza: che cos’è, cause, sintomi, diagnosi e possibili cure

Inappetenza: che cos'è, cause, sintomi, diagnosi e possibili cure

Risultante essere un’insufficienza d’appetenza, è l’inappetenza, una sintomatologia comunitaria che identifica supporti fisiologici, moventi patologici e giustificazioni psicologiche.

Cause dell’inappetenza

Solitamente il movente di tale patologia non comporta imponenti inquietudini nel caso in cui subentri nei bambini, poiché deve regolarsi a tutti gli effetti l’impulsività al cibo. Spesso causa di inappetenza risulta essere la febbre, il mal di gola, l’otite, le patologie esantematiche, le infezioni alle vie urinarie e l’intolleranza alimentare.

Sintomi e Cause

Aloe Ferox Bioness

I malanni invernali spesso comportano tale patologia, sebbene siano anche i prodotti farmacologici il più delle volte a modificare il sapore dei cibi. Tale patologia si presenta episodica e connessa a patologie organiche e psicologiche. Nei soggetti in età avanzata spesso risulta connessa a fattori di tumore e a fastidi gastrointestinali, depressione e demenza avanzata.

Regime alimentare

Laddove subentri tale patologia, l’organismo detta segnalazioni da prendere tempestivamente in considerazione. Pertanto risulta opportuno seguire un regime alimentare corretto e regolare al fine di apportare al corpo i benefici opportuni.

Ciò significa consumare cibi aventi un elevato quantitativo vitaminico preferendo pertanto cibi apportanti un elevato quantitativo di acidi grassi Omega-6 ed Omega-3. Si sconsigliano cibi farinacei, bibite ad alto tasso alcolico, carni e cibi mescolati ad additivi, caffeina e tè.

Possibili cure

Fitoterapia

Al fine di incentivare l’appetenza risulta opportuno bere tisane a base di Ippocastano. Inoltre l’estratto appunto ricavato dall’Achillea risulta ottimale se usato sotto forma di rimineralizzante.

Fiori di Bach

Ulteriore trattamento contrastante l’appetenza risulta essere il Fiore di Bach. Ottimale risulta essere l’utilizzo del Chestnut Bud, capace di cooperare per favorire l’appetenza.

Medicina tradizionale cinese

L’inappetenza tende ad essere ritenuta dalla Medicina Tradizionale cinese come una patologia avente un duplice fattore. Innanzitutto il fattore psichico, capace pertanto di frenare la stimolazione dell’appetenza e secondario fattore risulta essere quello organico, connesso alla psiche, capace pertanto di frenare il passaggio degli alimenti causando un totale ripulso.

Omeopatia

L’omeopatia risulta essere uno dei campi principali al fine di comprendere il movente d’origine dell’appetenza. Il trattamento omeopatico consiste in un duplice processo terapico:

Processo terapico sintomatico

  • Avena sativa, Gentiana lutea, Medicago sativa 3 DH 5 granuli, da somministrare tre volte al giorno;
  • China 5 CH 5 granuli, da somministrare tre volte al giorno;
  • Lycopodium clayatum 5 CH  5 granuli da somministrare tre volte al giorno, riducendo la somministrazione man mano che si vanno ottenendo risultati;

Trattamento di fondo

  • Natrum muriaticum 9 CH 5 granuli, da somministrare una volta al giorno, riducendo la somministrazione man mano che si vanno ottenendo risultati;
  • Attività fisica;

Bisogna svolgere in maniera corretta il processo di respirazione al fine di agevolare e migliorare l’appetenza. Questo perché il consumo di alimenti conferisce al corpo vigore e questo avviene dunque attraverso il respirare. Risulta ugualmente vantaggiosa la meditazione, poiché capace di riattivare la regolarità del sonno e dell’appetenza.

LASCIA UN COMMENTO

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.