1 Stella2 Stelle3 Stelle4 Stelle5 Stelle Vota
Loading...

Bacche di Aronia: cosa sono, proprietà, benefici, utilizzi e controindicazioni

Bacche di Aronia: cosa sono, proprietà, benefici, utilizzi e controindicazioni

Le Bacche di Aronia nascono dalla pianta Aronia Melanocarpa, che non è altro che un arbusto che fa parte della famiglia delle Rosacee. Provenienti dal Nord Americana e dalle Lande Siberiane, le bacche di Aronia arrivano qui in Europa soltanto a partire del 1900, e la sua forte resistenza al gelo e al ghiaccio, fa in modo che possa essere coltivata anche in zone come la Scandinavia.

Oggi le importanti proprietà della pianta sono conosciute in tutto il mondo, e perciò viene coltivata un pò ovunque. L’arbusto, che può arrivare anche ai 2 metri d’altezza, fiorisce nei mesi tra maggio e giugno, e regala i suoi frutti soltanto tra agosto e settembre.

Le bacche di Aronia nera, conosciuta anche come Aronia Melanocarpa, si presentano dal colore viola scuro; i ricercatori incuriositi da ciò, in seguito alle loro ricerche, sono venuti a capo della cosa. La pigmentazione scura del frutto, simile ma non uguale al mirtillo, è dovuta al fatto che al suo interno sono racchiusi gli antociani, almeno 1480 milligrammi per ogni 100 grammi di prodotto.
Grazie alla presenza degli anticiani, le bacche di Aronia sono entrate a far parte della classifica della USDA (United States Department of Agriculture), quali alimenti più ricchi di proprietà antiossidanti.

Proprietà e Benefici delle Bacche di Aronia

Gli anticiani sono gli artefici di tutte le proprietà e benefici che si possono estrarre dalle bacche di Aronia. Benché al suo interno sia possibile trovare elementi che operano come astringenti e in grado di eliminare ogni infezione, la proprietà per eccellenza, che fa delle bacche di Aronia un frutto tanto rinomato, è quella antiossidante, in grado quindi di prevenire e sconfiggere l’invecchiamento delle cellule.

La vitamina K ivi contenuta, fa in modo che le ossa vengano rinforzate, invece i restanti sali mineralifanno in modo che le sostanze importanti per l’organismo, vengano assimilate in maniera ottimale, al fine di garantirne una corretta funzione.

Le bacche di Aronia sono inoltre ricche di fibre, in grado di pulire il colon, prevenendo stitichezza e/o possibili emorroidi. Gli studi condotti fino ad oggi, hanno inoltre portato alla luce il fatto che un’assunzione regolare di bacche, potrebbe anche prevenire la formazione di cancro al colon.

Un’assunzione di 100 grammi di Aronia potrebbe apportare al nostro organismo, non solo ben 46 calorie, ma anche 93% di ferro e 34% di vitamina C, di cui il nostro corpo necessita in una giornata. Questi importanti nutrienti risultano in grado non solo di facilitare la creazione di collagene, ma anche di donare maggiore forza ai vasi sanguigni, prevenire la coagulazione sanguigna diminuendo rischi cardiovascolari.

Risulta infine importante l’assunzione di succo a base di bacche di Aronia, poichè ricco di acido chinico, in grado di purificare tutto il tratto urinario, aiutando anche a rimuovere eventuali infezioni.

Utilizzi delle Bacche di Aronia

Le bacche di Aronia, grazie alle loro molteplici proprietà, hanno trovato negli anni diversi utilizzi in cucina. Mangiate in purezza appena raccolte, o in ricette più sfiziose ed elaborate, le bacche di Aronia manterranno sempre inalterate le loro proprietà.

Visto il suo sapore decisamente aspro, che di conseguenza potrebbe non essere apprezzato da tutti i palati, si è cercato sempre di preparare le bacche di Aronia in maniera tale che risultassero addolcite ma comunque sempre efficaci. Ma vediamo insieme in quali modi è possibile cucinarle:

  • Marmellata: Sempre molto buona e sana, la marmellata di bacche di Aronia, nonostante richieda tempo per prepararla, risulterà sempre molto apprezzata da grandi e piccini, sia a colazione che a merenda.
  • Succo di frutta: Spremendo a freddo le bacche di Aronia, e aggiungendo zucchero di canna o ulteriori dolcificanti, purché siano naturali, si ottiene un ottimo succo di frutta di bacche di Aronia. Si pensa che gli Indiani d’America lo utilizzassero spesso poiché in grado di donare maggiore vitalità.
  • Tisana: Utilizzando bacche di Aronia essiccate, facilmente reperibili in erboristeria, è possibile preparare ottimi infusi o tisane.
  • Frullato: Da sole o aggiunte ad altri frutti, le bacche di Aronia risultano molto nutrienti e golose utilizzate in frullati fatti in casa.
  • Macedonia: Il metodo base di utilizzo delle bacche di Aronia resta senz’altro quello di inserirle in golose macedonie di frutta. Sempre molto nutrienti e ricche di vitamine.

Controindicazioni delle Bacche di Aronia

Ad oggi non sono stati presentati particolari controindicazioni o effetti collaterali dovuti all’assunzione di bacche di Aronia. Come appena visto, è senz’altro un frutto ricco di proprietà e benefici, ma ad ogni modo si consiglia di verificare sempre da dove essi provengano. Quando si va ad acquistarli, si consiglia di prediligere i frutti bio, che non abbiano pesticidi o sostanze nocive per l’organismo.

Si deve sottolineare il fatto che la presenza della vitamina K, rende il frutto sconsigliato a tutti quei soggetti che fanno uso di medicinali anticoagulanti. In ogni caso si consiglia il parere di un medico.

Si sconsiglia infine l’assunzione del frutto a tutti quei soggetti che potrebbero avere allergie e/o intolleranze presunte o accertate. Anche in questo caso si consiglia di rivolgersi immediatamente ad un medico in caso di malore.

LASCIA UN COMMENTO

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.