1 Stella2 Stelle3 Stelle4 Stelle5 Stelle(1 voti, voto medio: 5,00)
Loading...

Alimenti Fermentati: cosa sono, quali sono e proprietà

Alimenti Fermentati: cosa sono, quali sono e proprietà

Prima di dare una definizione dettagliata di quelli che sono gli alimenti fermentati, bisogna sapere cos’è la fermentazione.

Cos’è la fermentazione?

Quando parliamo di fermentazione appunto diremo che si tratta di un procedimento del tutto naturale, a causa di quest’ultima elementi come ad esempio possono essere il lievito, quando sono privi di ossigeno, si possono trasformare in zuccheri, acidi o alcolici. In base alla trasformazione finale del prodotto, la fermentazione può essere di vario tipo: abbiamo la fermentazione lattica, la fermentazione acetica e la fermentazione alcolica.

Pubblicità
Aloe Ferox Bioness

Questi differenti tipi di fermentazione a loro volta, sempre a seguito dello zucchero, vanno a generare acido lattico, acido acetico e anche l’acido etilico. Come si è potuto intendere, queste categorie di prodotti vanno a reagire come dei conservanti, infatti, la fermentazione è un processo che negli ultimi anni si è diffuso in modo particolare soprattutto nelle industrie alimentari che necessitano della conservazione a lungo termine do una numerosa gamma di alimenti, ma anche per apportare un gusto acidulo al prodotto.

Generalmente i microorganismi più utilizzati sono:

  • il lievito Saccharomyces e i batteri Acetobacter,
  • Streptococcus thermophilius
  • Lactobacillus bulgaricus.

Cosa sono gli alimenti fermentati?

Dopo aver dato una definizione a quella che è la fermentazione, diremo che gli alimenti fermentati sono quella gamma di prodotti che vengono sottoposti al processo di fermentazione, che grazie all’utilizzo di una specifica serie di microorganismi, vanno ad accentuare il gusto la consistenza e la proprietà dell’elemento sottoposto al processo.

Bisogna inoltre saper che non vi fosse l’esistenza di questo processo, una numerosa gamma di alimenti conosciuti da tutti gli individui non sarebbero esistiti, l’alimento più comune e appunto lo yogurt, che si ottiene da un processo di fermentazione del latte che grazie ai lattobacilli, modificano il lattosio in acido lattico. Questi alimenti comportano in alcuni casi una sorta di benessere intestinale, e ad oggi sono caratterizzati da vaste caratteristiche positive che sono state anche confermate dagli esperti.

Proprietà degli alimenti fermentati

Il processo di fermentazione degli alimenti è associato in genere ad un miglioramento del benessere salutare, in modo particolare dell’intestino, ma numerosi esperti con il passare degli anni hanno affermato che questi prodotti caratterizzati dal processo di fermentazione risultano essere anche molto utili per fronteggiare numerosi disturbi e patologie presenti negli individui. Possiamo trovare tra le differenti patologie e i diversi disturbi:

  • equilibrio intestinale, che comporta la crescita e la lunga resistenza dei batteri positivi che vanno a contrastare i batteri negativi;
  • miglioramento dei processi digestivi, grazie alla numerosa presenza dei batteri positivi;
  • miglioramento dei disturbi gastrointestinali, come dissenteria, stitichezza e gonfiore;
  • alleviamento delle ripercussioni legate alla sindrome del colon irritabile;
  • rinforzo del sistema immunitario;
  • benessere psicologico;
  • riduzione del rischio cardiovascolare.

Quali sono gli alimenti fermentati ed annesse proprietà

Dato che i numerosi alimenti che subiscono i processi di fermentazione apportano innumerevole benessere alla salute, questi ultimi potrebbero rientrare nelle diete che quotidianamente un individuo svolge.

Diversi esempi di alimenti che subiscono processi di fermentazione possono essere:

  • yogurt, caratterizzato dalla fermentazione del latte;
  • kefir, ovvero un latte che viene fermentato con lieviti e batteri, ha un gusto acidulo molto simile allo yogurt, ma risulta essere meno solido;
  • tempeh, è originato dal processo di fermentazione dei fagioli di soia ed è caratterizzato da un alto valore proteico, può essere utilizzato anche per sostituire elementi proteici meno salutari rispetto ad esso;
  • crauti, caratterizzati da un processo di fermentazione lattica, sono di origine tedesca;.
  • vino, prodotto grazie a microrganismi che trasformano gli zuccheri dell’uva in etanolo;
  • una vasta gamma di alimenti che subiscono processi di fermentazione, possono anche essere fatti in casa. Come ad esempio, i crauti o altre verdure, che hanno bisogno di una fermentazione di una settimana o più.
Pubblicità

LASCIA UN COMMENTO

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.