1 Stella2 Stelle3 Stelle4 Stelle5 Stelle Vota
Loading...

Stomatite: che cos’è, sintomi, cause e possibili cure

Stomatite: che cos’è, sintomi, cause e possibili cure

Per stomatite si intende un processo infiammatorio, sia acuto che cronico, che va ad intaccare la cavità orale a soggetti di qualsiasi età. Questa infiammazione può sia toccare un unico punto della mucosa orale, ma anche distribuirsi in più zone.

sintomi legati alla stomatite possono essere molteplici, e tutti nella zona del cavo orale; i principali sono:

  • gonfiore,
  • arrossamento,
  • ulcere orali o afte,
  • perdita di sangue.
Pubblicità
Aloe Ferox Bioness

I suddetti sintomi possono essere accompagnati da sensazioni di dolore nel momento di mangiare o lavarsi i denti.
La stomatite si presenta sulle zone che ricoprono la cavità orale, e con questo si intende:

  • parte interna delle guance,
  • palato,
  • lingua,
  • gengive,
  • labbra.

In alcuni casi queste stomatiti sono seguite da delle piccole ulcere dolorose, chiamate anche afte della bocca. A seconda di quale sia la zona coinvolta, inoltre, vi possono essere ulteriori disturbi tra cui: gengivite (alle gengive), glossite (alla lingua) o cheilite (alle labbra).

Se queste lesioni provocate dalla stomatite risultassero troppo dolorose, può risultare un problema mangiare, avendo come conseguenze disidratazione malnutrizione. Se si nota che le stomatiti diventano un problema frequente, bisogna pensare a quali possano essere le cause, anche se le principali sono in genere:

Sintomi legati alla Stomatite

Come già detto, la stomatite è una dolorosa infiammazione che può manifestarsi con dolore locale o bruciore. Queste sensazioni risultano incrementate mentre si sta masticando. Tra i principali sintomi legati alla stomatite abbiamo:

  • Arrossamento della mucosa orale;
  • Manifestazione di pustole;
  • Manifestazione di afte.

A questi sintomi definiti “primari”, possono aggiungersi dei “secondari”, ovvero:

  • alitosi;
  • sanguinamento gengivale;
  • incremento della secrezione di saliva;
  • febbre;
  • ingrossamento ai linfonodi.

Molto spesso la stomatite viene scambiata con l’herpes simplex. In genere le vescicole che si presentano in caso di herpes, si localizzano nella parte esterna della cavità orale, o meglio intorno alle labbra, sul mento o nelle narici, e risultano essere contagiose. 
Le ulcere provocate dalla stomatite, invece, non sono in alcun caso trasmissibili.

Cause della Stomatite

Sono ad oggi riconosciuti molteplici batteri saprofiti e patogeni, di natura varia, in grado di provocare l’infiammazione, anche se la salivazione è in genere capace di difendere la mucosa dalle minacce meccaniche, fisiche e chimiche.

Con la stomatite, in alcuni casi, vengono a mancare le naturali difese presenti nel cavo orale. Questa mancanza permette la proliferazione di batteri, virus e miceti, dall’azione patogena. Questo status, a sua volta, causa carenze nutrizionali o disturbi al sistema endocrino. 

Oltre che dalle infezioni, la stomatite può essere generata da sostanze irritanti, come quelle chimiche e fisiche, ma anche da reazioni allergiche. Talvolta la stomatite viene detta “malattie idiopatica”, o meglio priva di note cause esterne. Tra i fattori responsabili dell’insorgenza della stomatite, possiamo avere:

  • Scarsa igiene orale
  • Composizione della saliva alterata
  • Malattie infettive
  • Alterazioni a livello metabolico

Possibili cure alla Stomatite

Prima di passare al trattamento e quindi alla cura della stomatite, è importante individuare quali siano le cause scatenanti. In genere, si suole trattare la stomatite con i farmaci da banco, quale scopo è quello di alleviarne i sintomi. Tra i più usati ci sono:

  • Antisettici che permettono di disinfettare la cavità orale;
  • Antibiotici, antimicotici ed antivirali utilizzati in caso di infezione;
  • Anestetici ed antidolorifici che servono ad alleviare il dolore provocato dalla lesione.

A livello locale, si suole applicare dei farmaci corticosteroidei, e quindi applicati sulla lesione stessa, affiancati a collutori antisettici. 
Alcuni collutori vengono particolarmente prescritti per curare la stomatite, vista la presenza di alcuni principi attivi atti a curare i segni provocati dalla stomatite. Questi vengono solitamente prescritti dal medico curante, anche se rappresentano uno dei rimedi più efficaci.

Sempre a livello locale, si può fare ricorso ad ulteriori trattamenti utilizzando:

  • Anestetici come sucralfato, lidocaina
  • Medicamenti protettivi o di barriera
  • Antiinfiammatori come desametasone, triamcinolone, amlexanox
  • Cauterizzazione fisica o chimica.
Pubblicità

LASCIA UN COMMENTO

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.