1 Stella2 Stelle3 Stelle4 Stelle5 Stelle Vota
Loading...

Squalene: che cos’è, proprietà, benefici, utilizzi e controindicazioni

Squalene: che cos’è, proprietà, benefici, utilizzi e controindicazioni

Risultante essere un triterpene, e dunque un composto organico naturale è lo squalene, presente abbondantemente all’interno del fegato dello squalo. Il denominativo lo si deve proprio per tale motivazione. Nella natura risulta alquanto abbondante il contenuto di squalene all’interno dell’olio di oliva, nell’olio di arachidi, all’interno della crusca, della sementa di amaranto e nelle germe di grano.

In base alla tipologia ed al procedimento di estrazione, all’interno dell’olio di oliva è possibile rintracciarne sino ad un massimo di 12000 mg per Kg. Nel corpo dell’uomo tale sostanza tende ad essere prodotta dall’aceti-CoA mediante svariati nutrienti laddove si modifica in colesterolo. Contrariamente, nelle ghiandole sebacee risulta essere scarso il quantitativo di enzimi opportuni al fine di svolgere codesta modificazione e pertanto tale sostanza organica risulta alquanto elevata all’interno del sebo.

Squalano

Garcinia Cambogia

Derivato dello squalene risulta essere lo squalano, ricavato dall’idrogenazione dello squalene. La rimozione delle congiunture riduce l’ipersensibilità all’ossidazione ed accresce il mantenimento del composto. Tale squalano spesso tende ad essere ritenuto il “sostituto stabile” della sostanza organica, in quanto non presenta raddoppiate congiunture di ossidazione. Pertanto, lo squalano presenta caratteristiche sconosciute. Dunque, tende ad adoperare sulla cute la funzione protettiva, lenitiva ed ammorbidente. Date le proprietà stabili, tende ad essere adoperato all’interno di svariati composti curativi per la pelle, specialmente nei cosmetici specifici per pelle sensibile.

Proprietà

All’interno del corpo, tale sostanza organica risulta essere un essenziale costituente del sebo capace di conservare la morbidezza della superficie della pelle allentandone pertanto il processo evaporativo. In aggiunta, il sebo salvaguarda la cute da fattori vari irritabili. Specifici studi conferiscono a tale sostanza la funzione contrastante di tumori alla pelle, data la potenzialità di contrastare i radicali liberi e assimilare eventuali radiazioni da raggi UV nocive.

Utilizzi dello Squalene

Tale sostanza organica tende ad essere adoperata da svariati campi, che vanno dal campo medico e farmacologico sino all’ambito cosmetico.

Campo medico e farmacologico

La sostanza organica tende ad essere adoperata per produrre i vaccini accrescendone l’azione data la funzione immunostimolante.

Ambito cosmetico

Tale sostanza rientra nel sebo e conferisce la conservazione dello strato idro-lipidico che protegge la cute. Data la conservazione, la sostanza risulta essere capace di svolgere funzione emolliente e di protezione, salvaguardando l’epidermide ed il corpo da eventuali fattori patogeni. L’inserimento di tale sostanza nel campo della cosmesi risulta attuale date le molteplici caratteristiche ad esse connesse come:

  • Caratteristiche decongestionanti ed analgesiche;
  • Caratteristiche antiossidanti;
  • Caratteristiche anti-età;

Susseguentemente all’utilizzo, tale sostanza viene assimilata in maniera rapida dall’epidermide ovviando qualsiasi traccia oleosa e dunque conferendo al prodotto un uso consolante.

Funzione anti-aging

Nel campo della cosmesi, la funzione anti-age risulta sicuramente la caratteristica peculiare dello squalene. Data la ridotta formazione di sebo cutaneo nel decorso dell’età, l’uso di integratori contenenti squalene risulta favorevole al fine di conferire l’affievolimento delle tracce di declino della pelle.

In aggiunta, date le caratteristiche antiossidanti e di protezione risulta ottimale per combattere e salvaguardare il fotoinvecchiamento dato il continuo esporsi ai raggi solari. Ugualmente, le fondamentali funzioni lenitive e nutrizionali connesse alla funzione anti-aging, salvaguardano eventuale secrezione della cute, spesso principale fattore delle rughe. Questo attesta anche il fatto che la pomata anti-age che veniva usata da Cleopatra avesse all’interno dell’olio di oliva, latte e bacche di ginepro.

Effetti collaterali

Generalmente, lo squalene tende ad essere adoperato nell’ambito della cosmesi proprio perchè non presenta nè comporta effetti collaterali. Ciò nonostante, spesso, risulta migliore chiedere consultazione specialista o comunque utilizzare il composto con attenzione, specialmente nel caso di soggetti aventi cute impura, mista o pelle grassa. In aggiunta, così come qualunque composto, la stessa sostanza organica è capace di comportare reazioni allergiche nei soggetti ipersensibili.

LASCIA UN COMMENTO

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.