1 Stella2 Stelle3 Stelle4 Stelle5 Stelle Vota
Loading...

Sedano Rapa: che cos’è, proprietà, valori nutrizionali, utilizzi e controindicazioni

Sedano Rapa: che cos’è, proprietà, valori nutrizionali, utilizzi e controindicazioni

Risultante essere un apium graveolens var, rapaceum rientrante nel complesso familiare delle Ombrellifere è il sedano rapa. Risulta essere una pianta colta nell’Italia del nord, la quale ha una radica caratteristica e differenziabile da ulteriori ortaggi. Il colorito risulta essere bruno all’esterno e biancastro all’interno.

In aggiunta, la radica del sedano rapa ha una conformazione globiforme e nocchiuta, dalla grandezza di 20 cm. La superficie risulta essere raggrinzita e aspra, contrariamente al fogliame, il quale è verdognolo. La pianta ha una crescita biennale. La coltura, ha inizio a fine agosto fino a dicembre, poiché necessita di temperature gelide.

Risulta consigliabile comperare il sedano rapa nel momento in cui ha un peso pari ai 700 g. Si propaga nelle aree a temperatura mite, poiché l’area gelida tende a deteriorare la pianta. Tuttavia, il clima non deve essere maggiore ai 30°C, affinchè sovvii l’ostruzione della regolare formazione della radica.

Proprietà del sedano rapa

Seppur risulti essere non sempre utilizzato, il sedano rapa presenta le similari caratteristiche del sedano comunitario. Ottimale al fine di contrastare reumatismi, affezioni polmonari, calcoli renali, insufficienza epatica e demineralizzazione, il sedano rapa ha un sapore granitico e fervente. Il profumo, risulta essere causa dell’olio essenziale, dovuto alla presenza del limonene e della sedanolide, nonché di un complesso di monoterpeni.

Pubblicità
Aloe Ferox Bioness

Per quanto concerne la compresenza proteica, il sedano rapa fa parte dei cibi allerginizzanti. Dunque, la consumazione di codesta radica risulta sconsigliata da soggetti affetti da ipersensibilità e da allergie alimentari. Ricavabile dal sedano rapa risulta essere il succo, avente molteplici benefici per lo stato salutare psico-fisico.

Difatti permette di rassodare la pelle e risulta essere un’ottimale bibita rinvigorente per l’organismo data la presenza di sostanze benevoli. Risulta ottimale per chi studia oppure per chi lavora, necessitando di mente sempre lucida. Risulta essere un trattamento naturale al fine di combattere reumatismi, sebbene si consiglia di non frenare i trattamenti curativi farmacologici, poiché il succo di sedano permette di cooperare con gli stessi, bensì non permette di supplementarli.

Favorisce la stimolazione diuretica e incentiva l’assopimento, dunque consigliato per coloro che hanno problemi di insonnia. Risulta inoltre essere un eccellente collirio naturale e vantaggioso per la salvaguardia della salute del bulbo oculare. Tuttavia, si consiglia di diluire il succo con l’acqua.

Ottimale nel caso in cui il soggetto abbia problemi di irascibilità, permette di rivoluzionare il fastidio e conferisce consolazione. Vantaggioso al fine di contrastare l’esaurimento, permette di regolamentare la pressione sanguigna e salvaguardare l’organismo da differenti patologie dell’apparato circolatorio. Distende la mente e la muscolatura, risultando essere un cibo dai molteplici benefici specialmente per chi vuole favorire il rilassamento.

Valori nutrizionali del sedano rapa

Le caratteristiche benefiche favorenti la diuresi e medicamentose riguardanti il sedano rapa non risultano utilizzate nel campo erboristico, in quanto in minor misura essenziali contrariamente a quelle strettamente connesse ad ulteriori ortaggi. Il sedano rapa, conferisce un basso apporto chilo calorico, con un rilevante quantitativo d’acqua, così come di carboidrati, proteine, grassi e fibre.

La radica presenta vitamine (soprattutto antiossidanti) e sali minerali (come ferro, potassio e manganese). Ogni 100 g di prodotto risulta possibile apportare 23 Kcal di cui:

Utilizzi del sedano rapa

Il sedano rapa tende ad essere adoperato nel campo culinario nonché fitoterapico, sebbene sia un ortaggio non molto noto. Risulta ottimale da utilizzare al fine di preparare insalate, dunque mangiato senza cottura, sebbene si presti alla preparazione di contorni e dunque previa cottura.

Tende ad essere sottoposto a cozione in forno, in padella con aggiunta di olio, oppure fritto con elevati quantitativi di olio. Ulteriori utilizzi lo vedono cotto impanato oppure gratinato. In aggiunta, il sedano rapa tende ad essere utilizzato per la preparazione di zuppe e minestre.

Controindicazioni del sedano rapa

Si consiglia di inserire il sedano rapa all’interno di qualunque dieta, pur evitando i sovradosaggi. Bisogna equilibrare l’alimento con le differenti pietanze che si consumano, al fine di conferire benefici all’organismo.

Ciò nonostante, il sedano rapa tende a comportare effetti collaterali, quali:

  • non somministrare il prodotto con dosaggi elevati in quanto comporta stitichezza. Ciò è dovuto alla presenza di fibre solubili. Naturalmente ciò subentra se somministrato ad elevati dosaggi.
  • i soggetti affetti da allergie alimentari devono somministrare il sedano rapa previa consultazione specialistica
  • si consiglia la somministrazione a soggetti in fase di gestazione, in quanto vi sono percentuali che vedono il subentro di precoci recessioni uterine.
Pubblicità

LASCIA UN COMMENTO

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.