1 Stella2 Stelle3 Stelle4 Stelle5 Stelle Vota
Loading...

Rickettsiosi: che cos’è, sintomi, cause, diagnosi e possibili cure

Rickettsiosi: che cos'è, sintomi, cause, diagnosi e possibili cure

Le rickettsiosi sono un insieme di malattie infettive la cui causa è riconducibile ai batteri appartenenti alla famiglia delle rickettsiaceae, i quali prendono il nome di rickettsie.

Le principali specie di rickettsie che possono infettare l’uomo sono:

  • Rickettsia conorii, il quale genera febbre bottonosa del Mediterraneo,
  • Rickettsia rickettsii, il quale genera febbre purpurica delle Montagne Rocciose,
  • Rickettsia typhi, il quale genera tifo murino,
  • Rickettsia prowazekii, il quale genera tifo epidemico

I principali agenti vettori di questi batteri sono degli artropodi ematofagi, ed in particolare:

  • Pidocchi, i quali trasmettono il Rickettsia conorii ed il Rickettsia rickettsii
  • Zecche, le quali trasmettono il Rickettsia prowazekii
  • Pulci, le quali trasmettono il Rickettsia typhi
  • Acari
Pubblicità
Aloe Ferox Bioness

Tali vettori sono ospitati principalmente da roditori, uccelli, cani, conigli; raramente l’ospite è l’uomo che, quindi, in via eccezionale viene definito ospite accidentale (tranne il Rickettsia prowazekii).

Sintomi delle rickettsiosi

Ogni specie di rickettsiosi da origine ad una patologie differente e specifica, con altrettanti sintomi differenti. Analizziamoli nel dettaglio.

Febbre bottonosa del mediterraneo

E’ causata dal batterio Rickettsia conorii. Le principali zone geografiche di diffusione sono l’Europa meridionale, l’Africa, l’Asia occidentale e l’Asia centro-meridionale. In particolare, in Italia le regioni maggiormente colpite sono la Sicilia, la Sardegna, la Calabria, il Lazio, la Liguria.

L’agente vettore è la zecca, il cui morso infetta cani, roditori, bovini, nei quali la patologia è totalmente asintomatica. Nel momento in cui viene trasmessa all’uomo, invece, i principali sintomi sono:

  • Febbre alta
  • mal di testa continuo
  • artro-mialgie (ossia dolori ai muscoli ed alle articolazioni)
  • esantema, ossia la formazione di papule di colore rosso, dapprima solo sugli arti inferiori e poi diffuse in tutto il corpo. E’ proprio da queste papule, che essendo rialzate somigliano molto a dei bottoncini, che prende la patologia prende l’aggettivo “bottonosa”
  • escara: è una lesione cutanea che si manifesta solo nella zona in cui la zecca ha dato il morso. E’ una crosta nera che dopo qualche giorno si stacca e fa sorgere un’ulcera
  • epatosplenomegalia, ossia l’ingrossamento del fegato e della milza

E’ possibile, inoltre, che si presentino delle complicanze (anche se raramente):

  • cardiovascolari, come ipertensione e miocardite
  • respiratorie, come bronchite e broncopolmonite
  • meningoencefalite
  • complicanze renali

Febbre purpurica delle montagne rocciose

Questo tipo di rickettsiosi è nata nell’America del nord, per poi diffondersi in tutti gli Stati Uniti ed in America centro-meridionale. L’agente vettore di questa tipologia di rickettsiosi è il morso della zecca.
I principali sintomi sono:

  • febbre,
  • cefalea
  • mialgia
  • nausea
  • vomito
  • esantema emorragico
  • anomalie del sistema nervoso che possono portare anche al coma
  • encefalite
  • epatosplenomegalia
  • problemi cardiaci, aritmie, fino ad arrivare all’insufficienza cardiocircolatoria,
  • insufficienza renale

Tifo esantematico (petecchiale)

Il tifo esantematico colpisce soltanto l’uomo, il batterio che lo provoca è il  R. prowazekii e l’agente vettore è il pidocchio.
Questa tipologia di rickettsiosi è originaria dell’Africa, America latina, Europa centrale ed Europa Orientale.

I sintomi ad essa legati sono:

  • Vasculitea, ossia l’infiammazione dei vasi sanguigni, in particolare dei capillari a livello cerebrale, cutaneo e miocardico
  • febbre
  • tosse
  • sensazione di malessere diffusa
  • mal di testa
  • congiuntivite
  • dolori ai muscoli
  • anomalie del sistema nervoso come: stato confusionale, sensazione di sonno e coma
  • Esantema, tranne che sulle mani, i piedi ed il volto
  • battito cardiaco accelerato
  • epatosplenomegalia

Le complicanze legate a questo tipo di patologia possono essere a livello:

  • cardiovascolare
  • nervoso
  • renale

Tifo murino

Il tifo murino è causato dal batterio R. typhi,’agente patogeno sono le pulci dei gatti.

I simili e le complicanze sono molto simili a quelle del tifo esantematico, anche se di entità molto più lieve.

Diagnosi delle rickettsiosi

La diagnosi delle rickettsiosi è frutto di più fattori, tra cui:

  • quadro clinico
  • presenza di morsi di pulci/zecche/pidocchi visibili
  • eventuale permanenza o passaggio in luoghi contagiati

Gli esami che vengono condotti sul paziente sono prevalentemente sierologici: vengono ricercati nel paziente gli anticorpi che l’organismo dovrebbe produrre contro l’agente patogeno. Le categorie di anticorpi che vengono prese in considerazione sono due:

  • Anticorpi specifici: trovati con tecniche di immunofluorescenza diretta
  • Anticorpi aspecifici: trovati attraverso una reazione di agglutinazione detta di Weil-Felix

Dopo di chè i risultati delle analisi vengono confrontati con i sintomi di altre patologie simili, come la meningococcemia, il morbillo e la rosolia.

Possibili cure della rickettsiosi

Sebbene i sintomi possano essere possono diversi, la cura è unica per tutti i tipi di rickettsiosi: antibiotici della classe delle tetracicline, ad esempio la doxiciclina.

Prevenzione delle rickettsiosi

Le rickettsiosi  possono essere prevenute ricorrendo a trattamenti antiparassitari per i propri animali, o non accarezzando animali senza lavarsi subito dopo le mani

Pubblicità

LASCIA UN COMMENTO

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.