1 Stella2 Stelle3 Stelle4 Stelle5 Stelle Vota
Loading...

Olio essenziale di Linaloe: che cos’è, benefici, utilizzi e controindicazioni

Olio essenziale di Linaloe: che cos'è, benefici, utilizzi e controindicazioni

Avente caratteristiche benefiche calmanti, antisettiche, distensive ed antibatteriche è l’olio essenziale di linaloe. Quest’ultima risulta ottimale al fine di trattare problematicità asmatiche, momenti ansiolitici, raffreddore e dermatiti.

Che cos’è l’olio essenziale di linaloe?

Risultante essere un arbusto tropicale facente parte del complesso familiare delle Bursareacee è il Palosanto, conosciuto ugualmente col denominativo di Bursera graveolens. Risulta essere un preponderante albero a cespuglio avente un tegumento levigato, dei boccioli di tonalità biancastra e delle bacche di tonalità rossastra.

Pubblicità
Piperina e Curcuma Plus Natural Fit

Si propaga da sola nell’America centro meridionale e si presenta colto in determinate zone, ad esempio nell’Ecuador e nel Perù. Il denominativo sta a significare legno santo e proviene da una caratteristica connessa alla nascita, la quale inizia durante il natale. La coltura dell’arbusto del palosanto ha obiettivo di produzione di incenso e dal quale viene estratto l’olio essenziale al fine di salvaguardare le aree ambientali e la specie naturale.

Al fine di estrarre i corrispettivi prodotti, difatti, tendono ad essere usati arbusti decaduti ed essiccati in maniera spontanea, poiché non ha peculiarità preponderanti al fine di ricavare determinati prodotti.

Risultante essere il denominativo della Bursera graveolens è il palosanto. Risulta essere un arbusto ligneo aromatico adoperato sin dall’antichità sotto forma di depurante per ambienti e per l’emotività delle persone. Codesto arbusto, durante le leggente del popolo, ha ottenuto il ruolo di simbolo salutare dello spirito e del corpo, diventando pertanto un arbusto sacrale.

Il legno, infiammato all’interno di vaschette, tende ad espellere un odore raffinato e piacevole al fine di stimolare il vigore fisico e psichico e conferire pertanto beneficio. Estratto dal palosanto è il legno che tende ad essere utilizzo terapeuticamente ed al fine di creare statue e decorazioni fatte a mano. La rappresentazione nell’ambito botanico dell’arbusto di palosanto risulta nata intorno al 124 successivamente ad una rimessa tedesca nell’America, sebbene risultasse noto ed adoperato dal popolo sudamericano.

Benefici dell’Olio essenziale di Linaloe

Estratto dal palosanto è l’olio essenziale di linaloe, la quale vanta di caratteristiche benefiche lassative, anticonvulsivanti, antinfiammatorie, antisettiche, distensive, antimicotiche ed antibatteriche.

Tuttavia, il linaloe sta a significare il denominativo di svariati arbusti facenti parte del complesso familiare delle Burseracee. Tale tipologia di olio ha un fluido privo di tonalità ed avente una profumazione piacevole, scioglibile all’interno dell’alcool e composto dal linalolo, dal a-terpineolo e dal geraniolo.

Tuttavia, risulta ottimale al fine di ovviare problematicità legate a:

  • Asma ed allergeni;
  • Affievolire il catarro ed il raffreddore;
  • Eliminare gli stati d’ansia;
  • Contrastare il malessere alla testa;
  • Distendere la mente ed il corpo;
  • Ovviare problematicità nevrotiche e di esaurimento;
  • Incentivare la chiusura delle lesioni e delle piaghe lievi;
  • Ottimale al fine di trattare la dermatite;

Utilizzi dell’Olio essenziale di Linaloe

Tale varietà di olio risulta estratta dalla filtrazione attraverso processo di evaporazione del legno e dei frutteti della Bursera graveolens. Risulta essere una tipologia di olio essenziale di tonalità giallognola chiara con una profumazione lignea.

Nel campo dell’aromaterapia, la profumazione raffinata vanta di caratteristiche benefiche distensive e conferenti vigore. Tale tipologia d’olio tende ad essere utilizzato al fine di produrre prodotti di cosmesi biologici ed al fine di migliorare la pulizia della persona.

Ulteriori utilizzo lo vedono ottimale per:

  • La cute grassa ed affetta da acne, utilizzando il prodotto sotto forma di maschere facciali. Bisogna difatti agglomerare 3-5 gocce di olio essenziale di linaloe, con 1 cucchiaio di argilla ed un ridotto quantitativo d’acqua. Bisogna poi porre il composto superficialmente alla cute e lasciare in posa per 15 minuti. Eliminare il composto successivamente mediante uso di acqua calda;
  • L’esaurimento, la tensione nevrotica, utilizzando il prodotto mentre si fa il bagno, utilizzando dalle 10 alle 15 gocce di olio essenziale di linaloe all’interno della vasca e fare bagni per circa 20 minuti;
  • Al fine di depurare l’ambiente ponendo dalle 4 alle 5 gocce di olio essenziale di linaloe da porre internamente ai diffusori per ambienti oppure all’interno dei deumidificatori;

Sul mercato risulta possibile rintracciare oli essenziale in base alle proprie preferenze e caratteristiche benefiche. Fra questi troviamo l’olio ai tre te, l’essenza alla lavanda, l’essenza alla menta, il timo nonché ulteriori ugualmente benevoli. Ad oggi, posizione vantaggiosa risulta essere l’essenza di linaloe.

Controindicazioni sull’Olio essenziale di Linaloe

Ad oggi non vi è particolare notizia che afferma la rischiosità di codesto olio riguardo lo stato salutare della persona. Pertanto, laddove si usa in dosaggi opportuni l’essenza di linaloe, nonostante ciò non causa effetti collaterali. Tuttavia, risulta opportuno tenere a mente quanto prescritto sul foglio illustrativo.

Così come ulteriori tipologie d’olio, anche l’olio essenziale di linaloe tende ad essere permetto da congiungere all’interno di ulteriori varietà d’olio come quello di mandorle. L’utilizzo contrariamente risulta sconsigliato nei soggetti in fase di gestazione oppure nutrimento del neonato.

Tale tipologia di olio essenziale risulta estremamente benevolo, non presenta sostanze tossiche e pertanto non causa nei soggetti ipersensibilità né tanto meno arrossamenti.

Pubblicità

LASCIA UN COMMENTO

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.