1 Stella2 Stelle3 Stelle4 Stelle5 Stelle Vota
Loading...

Massaggio Linfodrenante: che cos’è, tipologia, benefici, controindicazioni e come viene praticato

Massaggio Linfodrenante: che cos’è, tipologia, benefici, controindicazioni e come viene praticato

Risultante essere una tipologia di trattamento avente la funzione di incentivare il flusso dei liquidi linfatici abbassando l’accumulo mediante la sollecitazione del microcircolo linfatico è il massaggio linfodrenante.

Le procedure di stimolazione manuale usate al fine di ottenere codesto obiettivo risultano differenti a seconda della metodologia usata e della tipologia di massaggio linfodrenante svolto.

Tipologie di massaggio Linfodrenante

Pubblicità
Aloe Ferox Bioness

Il denominativo di massaggio linfodrenante risulta legata a differenti varietà di massaggio aventi la funzione di eliminare l’accumulo dei liquidi linfatici mediante lo svolgimento di determinati stimoli manuali.

Linfodrenaggio

Questo, conosciuto ugualmente col denominativo di drenaggio linfatico manuale, risulta essere il trattamento linfatico in maggior misura noto ed utilizzato, specialmente nel campo medico-terapeutico. Tuttavia, essendo una tipologia di massaggio linfodrenante, ha la funzione di eliminare gli accatastamenti linfatici all’interno delle zone laddove risulta possibile trovare un preponderante abbassamento del flusso linfatico.

Questo massaggio tende ad essere svolto in differenti metodologie. Ciò nonostante, le metodologie maggiormente note ed utilizzate risultano essere: la metodologia Vodder e la metodologia Leduc. Codeste metodologie risultano differenti per quanto concerne la stimolazione manuale svolta, sebbene abbia l’eguale scopo.

Data la complessità di svolgimento e la probabilità di utilizzo, codesto massaggio deve essere svolto soltanto da specialisti del campo che sono a conoscenza delle tecniche di stimolazione manuale opportune affinché il liquido linfatico passi, sebbene il medesimo sistema linfatico abbia la medesima efficienza.

Massaggio Phenekam

Questo, risulta essere un massaggio linfodrenante ayuvedico il quale, operando sui vasi linfatici, ha la funzione di incentivare il micro circolo linfatico, rimuovendo il rigonfiamento, la ritenzione idrica e le tossine.

Massaggio Shiatsu Namikoshi

Questo risulta essere un massaggio facente parte del complesso Shiatsu e che tende ad essere usato al fine di anticipare e trattare i fastidi connessi al microcircolo linfatico. Codesta tipologia di trattamento risulta essere conosciuta anche dal Ministero della Sanità giapponese, in quanto risulta essere strutturato su delle nozioni rientranti nella tradizione della stimolazione manuale Shiatsu e del campo medico odierno.

Massaggio Tui Na

Il massaggio Tui Na risulta essere un trattamento facente parte del complesso dei massaggi orientali cinesi. Vanta dello svolgimento di passaggi di impastatura ed allungamento svolti al fine di liberare e regolamentare il microcircolo del sangue e della linfa, svolgendo funzione linfodrenante nel caso in cui vi sono accatastamenti.

Ulteriori tipologie di massaggio

Ulteriori tipologie di trattamento che non sono del tutto linfodrenanti sebbene lo svolgimento incentivi il flusso circolatorio e linfativo così come del sangue risultano essere:

Proprietà benefiche del massaggio Linfodrenante

Il trattamento linfodrenante se svolto in maniera corretta permette il prosciugamento dei fluidi linfatici posti internamente alle zone dell’organismo.

Dunque, primario fattore positivo che codesto trattamento conferisce prevede la rimozione e l’abbassamento degli accatastamenti linfatici e dell’alleggerimento delle sintomatologie e dei fastidi connessi allo stesso. Precisamente, codesto trattamento risulta essere ottimale al fine di combattere il rigonfiamento e l’edema presente nel momento in cui il microcircolo linfatico non risulta essere eccellente.

In aggiunta, lo svolgimento di un trattamento linfodrenante conferisce proprietà benefiche psico-muscolari, svolgendo funzione distensiva totale.

Come viene praticato il massaggio linfodrenante

Il trattamento tende ad essere svolto non soltanto nel campo terapeutico bensì anche in quello estetico. Nel campo medico, vede l’uso dello stesso sotto forma di terapia adiuvante, laddove presente è il ridotto e lento microcircolo della linfa. Tende ad essere utilizzato al fine di curare il linfedema.

Questo perchè le stimolazioni manuali svolte sul soggetto nel corso del trattamento risultano eccellenti al fine di affievolire le sintomatologie legate a codesta problematicità. In aggiunta, tende ad essere usato nei soggetti femminili in fase di gestazione al fine di combattere l’accatastamento dei fluidi che solitamente si presentano nel corso della gravidanza.

Nell’ambito medico estetico, contrariamente, il trattamento tende ad essere prescritto al fine di salvaguardare e combattere l’accatastamento dei fluidi nei soggetti che hanno subito operazioni chirurgico estetiche (ad esempio, liposuzione e liposcultura). Nel campo estetico, alfine, il trattamento tende ad essere utilizzato al fine di combattere gli inestetismi della cellulite ed al fine di conferire distensione.

Controindicazioni del massaggio Linfodrenante

La stimolazione manuale linfodrenante ha differenti avvertenze, strettamente connesse al fatto che risulta assolutamente sconsigliato in caso di:

  • Modificazioni della compressione del sangue;
  • Fastidi e malattie del cuore;
  • Malattie neoplastiche;
  • Infezioni;
  • Fastidi causa asma;
  • Patologie e fastidi della cute;
Pubblicità

LASCIA UN COMMENTO

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.