1 Stella2 Stelle3 Stelle4 Stelle5 Stelle Vota
Loading...

Dispareunia: che cos’è, cause, sintomi, diagnosi e possibili cure

Dispareunia: che cos'è, cause, sintomi, diagnosi e possibili cure

La Dispareunia è una patologia che si caratterizza da una sensazione di dolore di intensità diversa durante il rapporto sessuale interessando l’ area vaginale oppure quella del pene e dei testicoli.

E’ un disturbo che interessa principalmente le donne ma può manifestarsi anche negli uomini anche se spesso viene associata ad altri problemi ed infezioni come ai testicoli o alla prostata.

La sfera sessuale è un aspetto molto importante dello sviluppo dell’individuo e riveste un ruolo di primaria importanza nella vita di coppia poichè i problemi ad essa inerenti possono generare ansia, paranoia, insoddisfazione e danneggiare il rapporto con il proprio partner.

Aloe Ferox Bioness

Prendersi cura della propria sessualità significa anche essere informati così da poter intervenire ogni qual volta si avverte la presenza di un campanellino d’ allarme così da poter evitare il sorgere di complicanze ed intervenire tempestivamente per la risoluzione di qualsiasi problematica.

Leggendo questo breve articolo scoprirete tutto quello che c’è da sapere circa la Dispareunia, che cos’è, quali sono le cause e i sintomi, in che modo può essere diagnosticata e in che cosa consiste il trattamento. Scopriamo ora qualcosa in più!

Che cos’è la Dispareunia?

Come accennato in precedenza la Dispareunia è un disturbo dell’ Apparato Genitale Femminile e Maschile che si distingue per la sensazione di dolore avvertita durante il rapporto sessuale.

Il termine deriva dal unione dalle parole greche δυσ (difficoltà) παρά (vicino) εÙνή (letto) e presenta un incidenza del 15% durante il periodo fertile, incidenza che aumenta durante il periodo della menopausa con livelli di incidenza media pari al 45% circa.

E’ importante distinguere tra:

  • Dispareunia primaria: la sensazione di dolore e di malessere durante l’ atto si avverte sin dall’ primo momento dell’ attività sessuale e tale condizione perdura nel tempo in tutti i successivi rapporti anche con partner diversi;
  • Dispareunia secondaria: sorge solo in un momento successivo perciò l’individuo ha vissuto una fase in cui ha avuto dei rapporti sessuali piacevoli e privi di dolori.

Per classificare il tipo di problematica bisogna considerare alcuni fattori come:

  • Stress: i livelli di stress possono incidere negativamente nel rapporto e possono essere causati da ansie, paure, incertezze, insicurezze, che creano un blocco emotivo nel partner e ciò si traduce in una sensazione di malessere durante la penetrazione;
  • Localizzazione del dolore: è bene individuare se il dolore interessa le labbra, il clitoride, le pareti vaginali così da capire in che modo poter intervenire;

E’ possibile poi distinguere tra:

  • dispareunia situazionale: il dolore viene provocato dall’ ambiente e dalla situazione di intimità con il proprio partner e può presentarsi in maniera asintomatica;
  • dispareunia generalizzata: si avverte in tutti i tipi di rapporti e possono presentare alcuni sintomi.

Cause e Sintomi della Dispareunia

Nella maggioranza dei casi studiati la Dispareunia tende a manifestarsi nelle Donne e in forma asintomatica ma in altri casi i sintomi possono essere associabili ad:

  • alterazione del Ph della pelle
  • secchezza vaginale
  • lacerazioni delle pareti vaginali
  • dolore pelvico
  • dolore addominale
  • intolleranza all’uso dei tamponi interni

Le Cause sono molteplici ed è importante fare una distinzione tra:

  • dispareunia multisistemica: coinvolge più sistemi e più organi;
  • dispareunia multifattoriale: sono compresi più fattori;
  • dispareunia complessa: è un mix delle precedenti

Le cause possono essere:

  • ansia
  • paranoia
  • stress
  • depressione
  • infezioni vaginali
  • Candidosi
  • abusi sessuali
  • traumi
  • problemi di coppia
  • ansia da prestazione
  • vestibolite vulvare
  • endometriosi

Diagnosi e possibili cure della Dispareunia

La Dispareunia viene diagnosticata mediante un controllo ginecologico e mediante dei colloqui con un sessuologo o uno psicologo anche perchè questa patologia ha le radici nella psiche dell’ individuo.

La Terapia consiste in colloqui con uno psicologo così da scoprire le ragioni del malessere e di fondamentale è importanza gioca il ruolo del partner che sarà invitato a partecipare ad alcune sedute.

Nei casi limite potranno essere prescritti farmaci ansiolitici ed antidepressivi ma si considera un trattamento da adottare solo in casi estremi.

LASCIA UN COMMENTO

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.