1 Stella2 Stelle3 Stelle4 Stelle5 Stelle Vota
Loading...

Burro di Karité: proprietà, benefici, controindicazioni e dove trovarlo

burro di karite proprieta benefici controindicazioni e dove trovarlo

Il Burro di Karité è un particolare burro che si ricava dai semi della Vitellaria paradoxa (è cioè una pianta appartenente alla famiglia delle Sapotaceae) particolarmente diffusa in Africa. Questa tipologia di semi viene chiamata semplicemente noci di Karitè. Albero a tutti gli effetti è la pianta del Karitè, in quanto il più delle volte raggiunge i 10/15 mt ed un diametro del tronco che supera un metro.

Dalla noci del Karitè si ricava poi una sostanza similmente al burro che, date le caratteristiche, può essere adoperata per condire gli alimenti della tradizione africana così come per la produzione di cosmetici. Tipologia di colore giallognolo è il burro di karitè grezzo che contrariamente si presenta particolarmente dolce. In ambito cosmetico in commercio si può infatti trovare il burro di karitè senza impurità e privato del suo odore o meglio corretto.

Benefici del burro di Karité

Garcinia Cambogia

Il burro di karitè presenta molteplici proprietà emollienti, nutrienti ed idratanti, che permettono a questo di essere un prodotto di cosmesi naturale ottimo per curare la pelle. Può inoltre favorire la protezione della pelle da eventuali raggi solari in quanto può essere utilizzato tranquillamente come cosmetico anche per prevenire rughe future e mantenere la pelle lucida e giovane.

Grazie all’utilizzo di tale prodotto, le donne dei continenti africani curano la pelle rendendola bella, morbida e giovane sebbene l’età avanzi. Per tale motivo, le noci di karité risultano essere un frutto ricavato dall’albero che cura la salute e la giovinezza. Presenta inoltre proprietà antiossidanti in grado di fungere da protezione, dai radicali liberi, esterna per la pelle.

Le proprietà e di conseguenza le funzioni antiossidanti sono dovute alla presenza di Vitamina E, che a sua volta presenta Vitamina A e D. Esso può essere applicato sulla pelle dando a quest’ultima un colorito naturale e lucido, poiché lo rende sano, idratato e nutrito, nonché protetto da agenti esterni (quali raggi solari, vento e freddo) date le ulteriori proprietà filmanti e filtranti.

Ulteriori proprietà sono quelle di cicatrizzare e lenire il dolore, rendendo questo prodotto fondamentale per curare lievi scottature, contusioni, dolori agli arti e ai muscoli, poiché è facilmente applicabile con le dita sulle parti interessati (quali viso, collo) al fine di esercitare un’azione diretta sul problema data la sua funzione di rimedio naturale.

Il burro di Karitè ha inoltre proprietà emollienti che lo presentano come un rimedio ottimo per salvaguardare le labbra e proteggerle da agenti esterni (quali vento, freddo, ed eventuali comparse di screpolature). Svolte inoltre la stessa azione anche su altre parti del corpo che si presentano particolarmente delicate, quali mani e piedi.

Gli utilizzi del burro di Karitè

Considerato un rimedio naturale nonchè un prodotto di cosmesi dai molteplici usi, il burro di Karitè può essere utilizzato come un solo prodotto per quanto concerne l’idratazione e il nutrimento della pelle, così come del viso e delle mani. Esso funge da sostituto della crema idratante in quando può essere usato in quantità ridotte sul corpo successivamente al bagno o la doccia, massaggiando sulla pelle inumidita.

Dunque esso svolge di conseguenza la funzione di una crema idratante per il viso durante il periodo invernale, poichè nutriente e avente l’azione di proteggere la pelle dal cattivo tempo. Può essere applicato sul viso in quantità minime prendendo il composto con le dite dalla confezione, o utilizzando una spatola piccole, sciondolo di conseguenza coi polpastrelli delle mani. Può inoltre essere applicata prima di uscire fungendo da crema nutriente/protettiva per le mani.

Per quanto concerne le mani, tale rimedio è possibile usarlo con un maggior quantitativo al fine di creare un impacco che curi le mani secche e colme di screpolature, lasciandolo agire di notte ponendo le mani in guanti di cotone. Sostituente del burro cacao è il burro di karitè puro che può di conseguenza divenire un ottimo balsamo per curare le labbra secche, facilmente utilizzabile anche fuori caso ponendo il composto in un contenitore piccolo in caso di necessità.

Il burro di Karitè non solo cura la pelle, ma può fungere da curativo anche per quanto concerne i capelli, in modo particolare se questi si presentano secchi e con punte sfibrate. Proprio su quest’ultime è possibile realizzare impacchi da porre prima di fare lo shampoo e da utilizzare in quantità minime lasciando agire per pochi minuti il composto. Quantità minime di tale rimedio naturale possono portare il capello ad essere sano e lucido, andando a sostituire le classiche cere per capelli.

Può inoltre essere usato dagli uomini come crema da usare per la barba e per curare tagli che possono fuoriuscire successivamente all’utilizzo del rasoio. Ugualmente utile per le donne successivamente alla depilazione. Inoltre può essere utilizzato dalle donne durante i mesi di gravidanza come crema per prevenire eventuali smaiature sul pancione.

Il burro di Karitè può poi essere applicato per curare lievi irritazioni ed eruzioni cutanee, punture di insetti e pelle in caso di forte prurito al fine di ridurne i fastidi. Ottimo per curare lievi scottature delle pelle e bruciature solari. É in grado di prevenire screpolature e rossori causati dal sole e dal freddo, soprattutto se la pelle si presenta molto sensibile.

Sostituente delle creme commerciali, il burro di Karitè è un rimedio perfetto per quanto concerne il prevenire e curare rossori dovuti dai pannolini. Viene usato per preparare prodotti di cosmesi (quali creme idratanti, creme lenitive e balsami per capelli). Questo perchè presente al suo interno è l’INCI meglio nota con la denominazione di Butyrospermum Parkii Butter. Spesso però nei prodotti di derivazione straniera la presenza del burro di Karitè viene indicata col nome di Shea Butter.

Utilizzato per preparare prodotti casalinghi come sapone, il burro di Karitè presenta al suo interno un coefficiente SAP 0.128. 1 Kg di burro di Karitè corrisponde a 128 gr. di soda. Ottimo per chi pratica massaggi in quanto ha la capacità di anticipare o meglio ridurre dolori reumatici, dolori alle articolazioni e/o ai muscoli.

Inoltre può essere usato, se puro, come decongestionante nasale. Basta applicarlo in quantità ridotte nelle narici interne o come crema al fine di lenire e alleviare lividi causati da eventuali ematomi.

Dove trovare il burro di Karité

Tale rimedio naturale è facilmente acquistabile nelle erboristerie, sui siti online o nei negozi che si occupano delle vendita di prodotti bio e prodotti di cosmesi. Nell’eventualità è possibile acquistarlo anche nei supermercati sebbene sia sempre in questo caso utile osservare attentamente l’INCI, che nel caso del prodotto a base di burro di Karitè puro vede sulla confezione la sola denominazione di Butyrospermum Parkii Butter (noto anche come Shea Butter).

Sul portale BurroKarite.com è possibile ottenere maggiori informazioni su questo rimedio naturale nonchè la vendita sia del prodotto a base di Karitè puro che quello a base di Karitè biologico. Su tale portale è inoltre possibile osservare che il prodotto sia originale verificandone la sua purezza mediante le numerose informazioni ed immagini riportare sulle informazioni online.

Prodotti che però al loro interno presentano profumazioni o ingredienti in aggiunta non sono da considerarsi come prodotti a base di Karitè puro. Pertanto, il burro di Karitè migliore viene prodotto da colture biologiche, informazione fondamentale che solitamente è riportata sulla confezione del prodotto.

LASCIA UN COMMENTO

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.