1 Stella2 Stelle3 Stelle4 Stelle5 Stelle Vota
Loading...

Aceto di Riso: che cos’è, benefici, tipologie ed utilizzo

Aceto di Riso: che cos'è, benefici, tipologie ed utilizzo

Risultante essere un condimento acidognolo, estratto dalla sementa del riso è l’aceto di riso. Quest’ultimo risulta essere alquanto adoperato all’interno dell’ambito culinario asiatico seppur odiernamente risulta possibile rintracciare tale tipologia d’olio ugualmente negli stati occidentali.

Difatti qui tende ad essere adoperato per la preparazione del riso gohan adoperato principalmente per la preparazione del sushi. Tale tipologia di riso ha svariate tonalità in base alla varietà del prodotto. Ad esempio, in Cina si presenta di tonalità rossastra e nera. Risulta alquanto particolare per la sapidità e la delicatezza al contatto col palato.

Difatti risulta essere un cibo con un ridotto apporto chilocalorico ed un ridotto quantitativo nutrizionale, cosa che lo contraddistingue dall’aceto di vino e mela. Ulteriore preparato che vede protagonista tale varietà d’olio è il mirin, una bibita contenente alcol etilico.

Aloe Ferox Bioness

Tuttavia risulta fondamentale precisare che la varietà di aceto di riso non deve essere scambiata con l’aceto di vino di riso, il quale è un condimento totalmente differente. Hanno la medesima fermentazione di riso sebbene l’aceto di riso venga estratto dal riso instillato contrariamente all’aceto di vino di riso estratto dalla bibita contenente alcol.

Tipologie ed utilizzi

Aceto di riso cinese

Solitamente gli aceti cinesi tendono a non essere manufatti dal riso ma dalla bibita alcolica estratta dal medesimo cereale. In base alla tipologia, tale tipologia di aceto presenta una tonalità nitida oppure bruna spesso di tonalità giallognola, rossastra, marrone e nera.

Presenta una sapidità baliosa contrariamente all’aceto giapponese seppur con una delicatezza alquanto peculiare e similare all’aceto di vino e di mele. Tali differenziazioni complicano la surrogazione con ulteriori tipologie di aceto.

Aceto di riso bianco

Tale varietà di aceto risulta avere una tonalità giallognola e comunque molto chiara con una sapidità maggiormente acidognola contrariamente ad ulteriori ingredienti della cucina cinese.

Aceto di riso nero

Tale varietà di aceto risulta particolare per la sua tonalità ed una sapidità fervente. Tende ad essere adoperato congiuntamente col riso glutinoso nero. Risulta essere alquanto utilizzato nella Cina del Sud ed ad Hong Kong con la presenza di miglio, mentre nella Cina del Nord si presenta contenente piselli, sorgo, orzo, crusca e chaff.

Aceto di riso rosso

Tale varietà di aceto tende ad essere sottoposto a processo di fermentazione. La sementa congiuntamente al lievito Monascus purpureus presenta una tonalità rossastra ed una sapidità alquanto peculiare caratteristica del medesimo aceto.

Aceto di riso giapponese

Aceto di riso bianco-giallo giapponese

Tale varietà di aceto presenta una tonalità giallognola biancastra ed una sapidità alquanto raffinata al contatto col palato. Si produce mediante la sementa del riso e del sake, per preparare piatti particolari, tra cui: sunomono, tsukemono, nimono nonché per marinare varietà di pesci e di carni.

Aceto di riso stagionato giapponese

Tale tipologia di aceto risulta essere un condimento contenente aceto di riso, sake, sale e zucchero. Tende ad essere adoperato al fine di preparare sushi e sotto forma di condimento congiuntamente a zenzero e sesamo.

Aceto di riso nero giapponese

Tale varietà di aceto giapponese risulta maggiormente flebile contrariamente all’aceto di riso nero cinese. Prodotto mediante processo di fermentazione del riso risulta essere ottimale da unire alle bibite per la dieta in quanto avente caratteristiche benefiche capaci di contrastare il cancro.

Aceto di riso coreano

Tale varietà di riso risulta essere conosciuto col denominativo di ssal sikcho. Tende ad essere ricavato iniettando le tipologie di riso chapssal oppure riso scuro congiuntamente al nuruk.

Aceto di riso vietnamita

Tale varietà di riso tende ad essere conosciuto col denominativo dâm gao oppure giâm gao. Contrariamente la tipologia giâm bõng tende ad essere frutto del congiungimento col riso n’hp cái hoa vàng alquanto conosciuta per la sapidità aromatizzata e pungente. Risulta pertanto essere un prodotto fondamentale al fine di produrre varie zuppe.

Benefici

Si dice che tale varietà di riso risulta ottimale per lo stato salutare, in quanto vanta di:

  • Caratteristiche benefiche peptiche ed assimilanti;
  • Caratteristiche antisettiche connesse specialmente all’aceto di riso scuro operante azione antibatterica;
  • Caratteristiche benefiche epatoprotettive operanti azione di salvaguardia del fegato;
  • Sorgente di amminoacidi, ottimale in caso di mancanza di amminoacidi all’interno del regolare regime alimentare;
  • Caratteristiche benefiche antiossidanti, capaci di abbassare i momenti di eccessivo esaurimento ossidativo;
  • Caratteristiche dimagranti;
  • Caratteristiche emollienti per la cute, che congiuntamente ad acqua ed olio risulta essere ottimale per la pelle soggetta a secrezione.

LASCIA UN COMMENTO

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.