1 Stella2 Stelle3 Stelle4 Stelle5 Stelle Vota
Loading...

Sedum: che cos’è, proprietà, utilizzi e controindicazioni

Sedum: che cos'è, proprietà, utilizzi e controindicazioni

Il denominativo scientifico Sedum Telephium, risulta essere connesso al Sedum e dunque una conosciuta “Erba della Madonna”. L’arbusto rientra nel gruppo delle Crassulaceae, risulta dunque essere un arbusto grasso, proveniente dal continente Europeo ed alquanto stimato per le caratteristiche cicatrizzanti.

La pianta del Sedum

Il Sedum risulta essere un arbusto grasso avente un altura intermedia ed una conformazione erbacea. Presenta un ridotto quantitativo di fogliame di tipologia levigata poste in maniera alternata. I boccioli si presentano di tonalità rossastra simil porpora. Di tale pianta vi sono svariate tipologie.

Garcinia Cambogia

Risultante essere un arbusto proveniente dalle aree dell’Eurasia con temperature gelide, la pianta di sedum nello Stato Italiano nasce spontaneamente sui colli inumiditi ed ombreggiati, in campi non coltivati, zone montuose e pietrose, lungo le foreste ed i viottoli scavati. É possibile seminarla all’interno del proprio terreno di casa ed utilizzarla quando se ne ha bisogno. É possibile solidificare il fogliame colto durante il periodo estivo. Bisogna eliminare la membrana del fogliame e porla sulla zona da curare.

Il denominativo fu dato da Linneo e probabilmente proviene dal verbo “sedeo” ossia “io mi siedo“. Questo significato è connesso a determinate caratteristiche peculiari della medesima pianta.

Molteplici sono le varietà del Sedum e molteplici sono dunque i denominativo connessi alla storicità di codesto arbusto, tra cui: erba della Madonna, erba di San Giovanni, telefio, borracina maggiore, erba pignola, erba dei calli ecc.. Nei paesi esteri noto è il denominativo Witch’s Moneybags ossia il porta monete della strega. Una leggenda racconta che la radica fosse posta sul corpo sotto forma di amuleto per contrastare le emorroidi. Nello Stato tedesco tale pianta tende ad essere adoperata per combattere cancro locale.

Caratteristiche

Il sedum presenta al suo interno flavonoidi, polisaccaridi (e dunque peculiari sostanze chimiche che svolgono funzione farmacologica), resine, mucillagini, pectine e polifenoli. Risulta essere un arbusto alquanto stimato nelle erboristeria e nell’ambito medicamentoso, in quanto i composti presenti al suo interno svolgono azione cicatrizzante, decongestionante, lassativa ed antidolorifica.

La potenza la si deve alla mescolanza di caratteristiche batteriostatiche, antinfiammatorie, antiossidanti e riepitelizzanti. Tende ad essere utilizzato il fogliame sotto forma di antinfiammatorio biologico, al fine di calmare lacerazioni o fistole dell’epidermide o della cavità orale, ascessi, sotto forma di cicatrizzante per lesioni, brufoli, verruche, calli, ustioni, eritemi, cisti, ulcere, osteite e mastiti. L’impiego di Sedum conferisce in aggiunta l’uscita di composti alieni sottocute.

Utilizzi

USO INTERNO
Tende ad essere utilizzato sotto forma di antiepilettico, di astringente nel caso di diarrea, sotto forma sudorifera ed antiscorbtico. Il fogliame può essere congiunto all’interno di insalate, con dosaggi modesti al fine di ovviare eventuali allergie.

USO ESTERNO
Il fogliame può essere posto sulla zona lesionata. É possibile utilizzare il Sedum sotto forma di cataplasma (per curare ascesso ed emorroidi) congiuntamente ad ulteriori erbe tra cui altea e calendula. Basta difatti eliminare il rivestimento del fogliame e porre il tutto sulla zona da curare. Il fogliame inoltre può essere solidificato.

Controindicazioni

É assolutamente vietato utilizzare la pianta di Sedum negli infanti, nei soggetti in fase di gestazione, allattamento o che hanno malattie serie, in quanto possono essere ipersensibili nei confronti di determinati composti.

Vi sono caratteristiche avvertenze connesse all’utilizzo esteriore per quanto concerne dermatiti capaci di essere trattate mediante l’utilizzo di decotti e creme analgesiche.

LASCIA UN COMMENTO

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.