1 Stella2 Stelle3 Stelle4 Stelle5 Stelle Vota
Loading...

Formicolio ai piedi: che cos’è, cause, sintomi, diagnosi e possibili cure

Formicolio ai piedi: che cos’è, cause, sintomi, diagnosi e possibili cure

Risultante essere una sintomatologia che risulta coesa a determinate aree oppure complessa, è il formicolio ai piedi. A seconda del movente che ne ha comportato la fuoriuscita, difatti, codesto fastidio risulta possibile intacchi il piede oppure soltanto il dorso, la pianta e l’area compresa fra le dita.

Il formicolio ai piedi subentra come solo subentro oppure può congiungersi ad ulteriori traumi. Il senso subentra nel corso della giornata oppure si aggrava nel corso della notte, causando complessità nell’assopimento.

Generalmente, il brulichio ai piedi risulta essere una sintomatologia che presenta moventi muscolo-scheletrici, vascolari e neurologici.

Cause del Formicolio ai piedi

Il brulichio ai piedi subentra nel campo di molteplici patologia. In differenti situazioni, codesta sintomatologia deriva da moventi insignificanti, quali la momentanea pressione dei nervi dell’area per il mantenimento di atteggiamenti posturali sbagliati.

Spesso, ciò nonostante, il brulichio ai piedi risulta essere input di patologie maggiormente preponderanti, che non devono essere prese sotto gamba.

Formicolio ai piedi occasionale e temporaneo

Pubblicità
Aloe Ferox Bioness

Solitamente, un brulichio ai piedi momentaneo deriva solo dall’aver conservato per lunghi lassi temporali atteggiamenti posturali inadeguati, quali nel momento in cui si mantiene un posizionamento nel corso dell’assopimento oppure si resta seduti con gli arti inferiori incrociati.

In codesta situazione, il subentro va via dopo un ridotto lasso temporale. Il formicolio ai piedi subentra, in aggiunta, se si ha per lunghi lassi temporali un atteggiamento posturale scorretto o si utilizzano per lunghi lassi temporali calzature eccessivamente piccole.

Fra i moventi che causano il subentro del fastidio fanno parte le contigue istigazioni di trauma al piede e la consuetudine ad utilizzare scarpe non idonee alla struttura del piede. Il brulichio ai piedi risulta subordinato ulteriormente a sport alquanto preponderanti, sovrappeso e vita sedentaria.

Formicolio ai piedi ricorrente oppure contiguo

Nel momento in cui il brulichio si manifesta in modo contiguo, risulta possibile sia input della compresenza di una patologia alla base maggiormente acuta, specialmente nel caso in cui codesta sintomatologia risulta coesa alla dolenza, al torpore, alla mancanza di sensibilità e al senso di bruciore.

Il movente maggiormente contiguo presenta:

  • infiammazioni locali, causa di un procedimento infiammatorio, quale l’alluce valgo, il dito a martello, l’artrite, la tendinite e la tallonite. Il brulichio ai piedi contigua ulteriormente successivamente a delle giornate dall’accaduto e risulta coeso alla dolenza per quanto concerne le sporgenze delle ossa. Ulteriore movente risultano essere infezioni della cute causa di batteri e infiammazioni proliferazioni dei tessuti molli della caviglia e delle piede, fattori che risultano con complessità contraddistinti dall’artrite acuta
  • patologie vascolari periferiche, causa della sensazione di dolenza, torpore, pizzicori e brulichio ai piedi annesso alla patologia arteriosa periferica e a situazioni che si formano nel momento in cui l’artrite che conferisce il sangue agli organi interni, alle braccia e alle gambe si occludono totalmente oppure per metà. Codesto fastidio della circolazione risulta essere dovuto a vasculiti, diabete e placche aterosclerotiche all’interno dei vasi sanguigni delle gambe. La patologia arteriosa periferica causa ulteriori input peculiari, quali estremità gelate e crampi agli arti inferiori nel corso dei processi deambulatori. La mancanza venosa, contrariamente, risulta congiungibile all’edema e alla dermatite da stati. Il brulichio ai piedi coeso alla pesantezza e alla prurigine agli arti inferiori, contrariamente, risulta essere causa di fastidi circolatori e problematicità di pressione del sangue
  • neuropatie periferiche, e dunque malfunzionamento dei nervi che causa modificazioni vasomotorie, spossatezza e atrofia muscolare, dolenza e riduzione dei riflessi osteotendinei. Il dolore articolare causa delle neuropatie periferiche risulta essere causa di una prolungata successione di patologie, come: intossicazione da piombo, artrite reumatoide, insufficienza renale, sarcoidosi, amiloidosi, infezioni, lesioni al piede, geloni e procedimenti neoplastici

Ulteriori moventi del brulichio presentano:

  • sindrome del tunnel tarsale
  • lombosciatalgia
  • ernia discale
  • infiammazione del nervo sciatico
  • sindrome delle gambe senza ozio
  • neuroma di Morton
  • deformazioni congenite

Nel caso in cui il brulichio ai piedi dovesse essere contiguo, risulta essere causa di:

  • eccessivo consumo di alcool e tabacco
  • colestasi
  • insufficienza renale
  • epatopatie
  • insufficienza epatica

Il brulichio ai piedi subentra ulteriormente nel caso di:

  • gotta
  • spondilite anchilosante
  • sclerosi multipla
  • mielite trasversa
  • ictus
  • reazioni allergiche
  • malfunzionamenti tiroidali
  • herpes zoster
  • anemia sideropenica
  • tumore al cervello

Il brulichio ai piedi risulta ulteriormente essere un effetto collaterale della radioterapia e chemioterapia.

Sintomi del Formicolio ai piedi

Il brulichio ai piedi risulta essere una parestesia che subentra sotto forma di senso locale soltanto in determinate aree oppure totale. A seconda del livello eziologico, il brulichio risulta essere preponderante o meno e si congiunge ad ulteriori sintomatologie, quali:

  • dolenza
  • complessità deambulatorie
  • spossatezza muscolare
  • torpore
  • scarsa sensibilità della cute
  • senso di bruciore
  • pizzicore
  • prurigine
  • rigonfiore

Il brulichio ai piedi subentra nel momento in cui si resta per lunghi lassi temporali in atteggiamenti posturali dritti o si utilizzano calzature piccole e tacchi alti. In base al movente, il brulichio subentra sotto forma di fattore raro oppure contiguo.

Ulteriori soggetti manifestano, contrariamente, codesto senso in modo contiguo nel corso della giornata. Solitamente, il brulichio risulta essere un fastidio momentaneo e inoffensivo.

Ciò nonostante, nel caso in cui codesta sintomatologie dovesse continuare ed essere contiguo, risulta raccomandabile consultare uno specialista al fine di redigere il movente del fastidio ed avviare il trattamento terapico maggiormente idoneo.

Diagnosi Formicolio ai piedi

La sicurezza del movente causa del brulichio ai piedi tende ad essere svolto dallo specialista. Uno studio delle peculiarità del fastidio e delle sintomatologie coese risulta essenziale al fine di comprendere codesto fastidio, la nascita e la complessità.

Al fine di studiare il movente di codesta sintomatologia, anzitutto, lo specialista sottopone il paziente ad un questionario relativo al quadro clinico. Successivamente a questo, tende ad essere svolto un test specifico al fine di attestare la compresenza di modificazioni coese al brulichio ai piedi oppure traumi specifici di una particolare patologia.

Nel caso in cui la diagnosi non dovesse essere comprensibile oppure lo specialista non dovesse riuscire a redigere con sicurezza i moventi causa del brulichio ai piedi, il soggetto tende ad essere assoggettato a ricerche maggiormente accurate, al fine di ovviare patologie preponderanti, quali il diabete.

Una risonanza magnetica e un’ecografia del piede conferiscono un test maggiormente chiaro evidenziando la salute dei tessuti molli, ematomi, edemi, traumi e spessori plantari. Ulteriori test presentano:

  • analisi del sangue
  • esame delle urine
  • colture microbiologiche
  • prove allergiche
  • esame posturale
  • risonanza magnetica della schiena
  • radiografia agli arti inferiori
  • angiogramma

Possibili cure Formicolio ai piedi

La cura risulta differente a seconda del movente. Le tattiche al fine di affievolire codesta sintomatologia, difatti, risultano differenti e bisogna operare in maniera specifica sulle cause alla base. Laddove il movente dovesse essere una patologia, il brulichio ai piedi risulta affievolito da prodotti farmacologici topici oppure sistemici. La cura prevede la somministrazione di FANS e farmaci a base di cortisone, ottimali specialmente laddove il brulichio ai piedi dovesse essere coeso a patologie che causano preponderanti infiammazioni.

In codesta situazioni, risulta essere opportuno un ozio di circa 2 settimane. Laddove il brulichio dovesse essere causa di mancanza vitaminica, lo specialista raccomanda la somministrazione di integratori. Ulteriori trattamenti consistono nello svolgimento di stretching, ultrasuoni e teca terapia, coesi ad infiltrazioni localizzate. Laddove il problema dovesse essere acuto, risulta possibile incorrere nell’operazione di chirurgia. Assieme ai trattamenti a base di farmaci, vi sono differenti trattamenti sintomatici che permettono di affievolire il brulichio ai piedi.

Comunemente, il brulichio risulta affievolito da massaggi e attività che permette di attivare il microcircolo del sangue. Dunque, è bene tenere a mente di mantenere una posizione seduta in modo corretto, ovviando di rimanere seduti con le mancante incrociate per lunghi lassi temporali. Al fine di salvaguardare la problematica, risulta benevolo prediligere calzature morbide e allargate alla suola, con tacchi che non arrivano ai 5 cm di altura. In aggiunta, le scarpe incentivano la distribuzione equa del peso.

Anche le abitudini quotidiane risultano vantaggiose al fine di tenere sotto controllo il brulichio. Lo sport e le passeggiate giornaliere permettono di ovviare, difatti, il subentro del fastidio. Ulteriori raccomandazioni al fine di salvaguardare il subentro risultano essere quelli di ridurre la consumazione di alcool e fumo, causa dell’aggravio del microcircolo sanguigno.

Pubblicità

LASCIA UN COMMENTO

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.