1 Stella2 Stelle3 Stelle4 Stelle5 Stelle Vota
Loading...

Dolore allo Sterno: che cos’è, cause, sintomi, diagnosi e possibili cure

Dolore allo Sterno: che cos'è, cause, sintomi, diagnosi e possibili cure

Essendo un complesso di fattori medici, similari a causa di un senso di dolore acuto percepibile nell’area toracica e nella zona intercostale e dello sterno è il dolore allo sterno. Ulteriori fattori che permettono di decifrare la sintomatologia, risultano essere:

  • Dolenza al petto.
  • Dolenza precordiale.
  • Dolenza retro-sternale.
  • Dolenza al torace.

La dolenza allo sterno risulta essere una delle cause maggiormente comunitarie per il quale i soggetti chiedono consulto specialistico oppure si sottopongono a visite presso il pronto soccorso al fine di ovvia patologie preponderanti vitali.

Sebbene la terminologia sia legata ad una problematica del sistema scheletrico, risulta opportuno tenere a mente che non è del tutto vero ciò. Il fastidio, difatti, risulta connesso ad un elevato complesso di moventi. Risulta pertanto essenziale contraddistinguere e comprendere rapidamente:

  • Sintomatologie in minor misura percepibili, pur essendo maggiormente rischiose, quali la sindrome coronarica acuta e l’embolia polmonare.
  • Patologie che risultano contigue pur non mettendo a repentaglio la condizione vitale del soggetto, quale dolenza muscolo-scheletrica.

Cause del dolore allo sterno

Principali moventi della dolenza allo sterno risultano molteplici, e vanno dal reflusso gastrico e dalla dolenza muscolare, sino all’infarto. Tuttavia, risulta opportuno ovviare sintomatologie che compromettono la salute del muscolo cardiaco e dei polmoni, quali:

  • Malattie cardiovascolari, e dunque: sindrome coronarica acuta, maggiormente frequente, pericarditi e patologie dell’aorta.
  • Malattie respiratorie, quali: embolia polmonare, Ipertensione polmonare, pleuriti, polmoniti, pneumotorace.
  • Malattie gastro-intestinali, quali: reflusso gastrico, spasmo esofageo, ulcera peptica, malattie della colecisti.
  • Sindrome toracica.
  • Moventi psicogeni, quali: stati d’ansia, attacchi di panico ed ulteriori fastidi d’atteggiamento.
  • Fastidi muscolo-scheletrici.
  • Traumi.
  • Herpes Zoster, meglio noto come fuoco di Sant’Antonio.

Sintomi del dolore allo sterno

Pubblicità
Piperina e Curcuma Plus Natural Fit

La dolenza allo sterno subentra in differenti sintomatologie e con differenti tempi, quali:

  • Tempo e frequenza, essenziali al fine di comprendere la tempistica di subentro della dolenza, se il subentro sia accaduto ad ozio oppure durante l’attività, che attività si svolgeva e l’assiduità di fuoriuscita.
  • Zona, quale dolenza al braccio ed alla spalla sinistra laddove vi sia infarto oppure dolenza alla schiena, nel caso di reflusso gastro-esofageo. Risulta difficile percepire, dolenza viscerale, poichè solitamente sta ad indicare aree vaste e difficilmente delimitate. In tal caso, tendono ad essere solitamente connesse a senso di voltastomaco e rigurgito. Coloro che sono affetti da dolenza viscerale utilizzano terminologie, quali: sordità, avvallamento, pressione, brulichio, disturbo.
  • Dolenza somatica, solitamente percettibile e in rari casi strettamente connessa ad ulteriori aree del corpo. Solitamente tende ad essere inteso similmente ad una lamina, una coltellata, una fitta. La tempistica risulta essere superiore a 30 minuti, contrariamente al reflusso gastroesofageo ha una durata pari ai 20 minuti.
  • Moventi che compromettono oppure affievoliscono la dolenza, mutando la dolenza con: respirazione preponderante, regime alimentare, zona, sport ed utilizzo di prodotti farmacologici.

Ulteriori sintomatologie connessa alla dolenza allo sterno risultano favorevoli al fine di incentivare la diagnosi, quali:

  • Respirazione corta.
  • Voltastomaco e rigurgito.
  • Febbre.
  • Tosse.
  • Disfalgia.
  • Edema.

Diagnosi del dolore allo sterno

Risulta opportuno chiedere consulto specialistico nei casi di dolenza allo sterno, al fine di ovviare qualsiasi patologia cardiaca o polmonare nonché fattori di maggior rilevanza. Per tale motivazione, la diagnosi risulta essere essenziale.

Non risulta possibile redigere una diagnosi veritiera soltanto prendendo in considerazione le sintomatologie, in quanto la dolenza ha peculiarità differenti che complicano l’esame. Per tale motivazione, lo specialista prende in considerazione:

  • Il quadro clinico, e dunque notizie in merito al soggetto, sintomatologie e fattori connessi alla dolenza, con compresenti fattori problematici legati al muscolo cardiaco oppure ai polmoni.
  • Esami in laboratorio, quali: esame del sangue e dell’urina.
  • Elettrocardiogramma, ecocardiografia, angiografia, radiografia toracica, TAC.

Possibili cure del dolore allo sterno

Naturalmente, non vi sono trattamenti singolari e specifici che permettano di trattare ogni patologia causa della formazione di dolenza allo sterno, sebbene la tipica cura risulti avversa in base alla malattia compresente. In questo caso:

  • Patologie al cuore, trattamento che si pone come scopo il rinnovo del regolare decorso del sangue al muscolo cardiaco.
  • Embolia polmonare, terapia avente lo scopo di rinnovare la vascolarizzazione polmonare.
  • Dissezione aortica, operazione chirurgica avente lo scopo di modificare le problematicità dell’aorta.
  • Reflusso gastroesofageo, solitamente curato con prodotti farmacologici, i quali permettono di ridurre l’essiccazione acidognola e salvaguardano la mucosa dello stomaco.
Pubblicità

LASCIA UN COMMENTO

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.