1 Stella2 Stelle3 Stelle4 Stelle5 Stelle Vota
Loading...

Abulia: che cos’è, cause, sintomi, diagnosi e possibili cure

Abulia: che cos'è, cause, sintomi, diagnosi e possibili cure

Risultante essere un fastidio psichico costituito dall’incrementata debolezza della capacità di prendere decisioni, è l’abulia. Codesta situazione causa l’inibizione dello sport e delle capacità cognitive.

Che cos’è l’Abulia?

La persona indugia nell’intraprendere qualunque iniziativa e per quanto concerne lo svolgimento di funzioni particolari, sebbene risulti conscio del bisogno di concluderle. Nelle situazioni acute, l’abulia causa la tregua di qualunque azione spontanea, portando il soggetto all’inerzia vera e propria.

Pubblicità
Aloe Ferox Bioness

fastidio risulta possibile congiungere, in aggiunta, problematicità di concentramento ed impegno. L’abulia risulta essere una sintomatologia che subentra soprattutto nelle situazioni di depressione. La patologia subentra, in aggiunta, a seguito di traumi cranici, emorragia intracerebrale, schizofrenia, malattia di Huntington, demenza frontotemporale e morbo di Parkinson.

La terminologia discende dalla lingua greca áβονíα, che sta a significare carenza di intenzione e risulta coesa alla carenza di intenzione nell’intraprendere un’iniziativa oppure svolgere una funzione, che subentra in determinate sindromi nevrotiche e in determinate conformazioni di psicosi. L’apatia e l’abulia risultano essere parole solitamente adoperate sotto forma di sinonimi oppure in modo avvicendabile, sebbene abbiano spiegazioni differenti.

L’apatia, difatti, sta a significare l’impossibilità di far parte delle funzioni e delle situazioni giornaliere, inerenti all’affettività, emotività e intelletto. Coloro che manifestano l’abulia, contrariamente, presentano una preponderante impossibilità di intraprendere iniziative e dare fine a qualunque funzione e solitamente si presentano susseguentemente a situazioni di apatia manchevoli di qualunque stimolazione.

Cause dell’Abulia

Sebbene molteplici risultino essere le ricerche svolte nel campo e coese all’abulia, non risultano evidenti i moventi della stessa. Ad oggi, le sollecitazioni risultano strutturate alla comprensione dell’abulia sotto forma di complicazione di ulteriori patologie neurologiche oppure sotto forma di fastidio singolare.

La nascita dell’abulia risulta essere coesa alla scorretta funzionalità circolatoria all’interno dell’emisfero sinistro della zona frontale del cervello causa di patologie oppure traumi. La patogenesi di codesta patologia pare coesa all’abbassamento della neurotrasmissione dopaminergica all’interno dei condotti frontali del tegumento cerebrale, causa della funzionalità motoria, della potenzialità di intraprendere decisioni, redigere funzioni al fine di risoluzionare problematicità e andare oltre le disgrazie.

Soggetti con traumi frontali del cervello presentano difatti problematicità mdi inerzia e mancata attività. In aggiunta, determinate sintomatologie risultano abbondantemente evidenziabili nei pazienti vulnerabili psichicamente di differente stadio e soggetti a fastidi somatoformi.

Fra le cause di pericolo aventi la capacità di causare il progresso dell’abulia, rientrano:

  • stati post traumatici
  • ictus
  • intossicazioni
  • ipossia
  • patologie infettive
  • morbo di parkinson
  • tumori al cervello
  • morbo di huntington
  • sindrome di pick
  • demenza congenita
  • depressione
  • esaurimento
  • alcolismo
  • abuso di droghe

Sintomi dell’Abulia

La redazione della diagnosi di codesta patologia risulta essere alquanto complessa, poiché le sintomatologie dell’abulia tendono solitamente ad essere avvicendate con situazioni di esemplificata pigrizia e mancata dolenza.

Codesto fastidio subentra mediante l’incompleta impossibilità di svolgere qualunque funzione psico-fisica e solitamente risulta essere coesa a fattori clinici, quali:

  • estetica trasandata e aspetto trascurato
  • assenza di coordinamento
  • riduzione dell’attività
  • inibizione dell’emotività
  • isolamento sociale
  • impoverimento dell’eloquio, dei gesti e della mimica facciale
  • prolungate soste e silenzi nel corso dell’eloquio
  • mancanza di esercizio
  • mancata possibilità di intraprendere scelte in modo soggettivo
  • assenza di gusti

Diagnosi dell’Abulia

Per quanto concerne la diagnosi, non risulta essere esemplificata la redazione. Risulta opportuno costruire il quadro clinico che sta a rappresentare dettagliatamente i sentimenti e le funzioni del soggetto, solitamente adoperando quanto evidenziato da parenti e familiari.

In determinate situazioni, il quadro diagnostico mediante TAC cerebrale oppure risonanza magnetica cerebrale ha la capacità di redigere i traumi cerebrali quali ictus. Quest’ultimo rientra difatti fra i moventi principali dell’abulia.

Possibili cure dell’abulia

La cura dell’abulia maggiormente consigliata varia a seconda del quadro diagnostico, dunque della malattia alla base del fastidio. Nelle situazioni in cui il fastidio dovesse essere psicopatologico, quale la schizofrenia e la depressione, risulta essenziale accostare alla patologia il trattamento psicologico, la somministrazione di un trattamento curativo a base di farmaci e antipsicotici atipici oppure la somministrazione di antidepressivi.

Ulteriori trattamenti efficienti nella cura dell’abulia risultano essere i trattamenti cosiddetti controcorrente, contenenti trattamenti fitoterapici come erbe oppure piante officinali (quali iperico, rodiola e grifonia), oli essenziali e minerali aventi la capacità di comporre la tonicità dell’umore, regolamentare il flusso sonno-veglia e l’appetenza, nonché combattere l’ansia e la depressione che solitamente risultano coese all’abulia.

Pubblicità

LASCIA UN COMMENTO

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.