1 Stella2 Stelle3 Stelle4 Stelle5 Stelle Vota
Loading...

Sindrome di Capgras: che cos’è, cause, sintomi e possibili cure

Sindrome di Capgras: che cos’è, cause, sintomi e possibili cure

Per sindrome di Capgras si intende una patologia psichiatrica che vede il soggetto altamente convinto del fatto che uno o più parenti o conoscenti, siano stati scambiati con con estranei che vi somigliano molto.

Colui che soffre della sindrome di Capgras è convinto non solo che i suoi familiari siano stati sostituiti da sosia, impostori, estranei e qualche volta anche alieni, ma anche che ai propri animali domestici o luoghi sia toccata la stessa sorte.

Piperina e Curcuma Plus Natural Fit

Non sono state trovate ad oggi cause significative che ne possano spiegare l’insorgenza, anche se si è fortemente pensato che la sindrome sia legata a fattori come lesioni cerebrali, demenza o ulteriori disordini organici encefalici. Al fine di riconoscere la sindrome di Capgras, è fondamentale una terapia fatta di farmaci come neurolettici o di altro tipo, legata ad un percorso psicoterapico.

Cos’è la sindrome di Capgras?

La sindrome di Capgras è una patologia psichiatrica, dove il soggetto sostiene convintamente che uno o più parenti, amici o coniuge, siano stati scambiati con sosia, impostori o addirittura alieni. Ciò vuol dire che colui che ne soffre ha la convinzione che uno di questi soggetti si sia appropriato dell’identità dei propri cari.

Il soggetto con sindrome di Capgras possiede una costante convinzione delirante, che non mira a cambiare, anche se sia stato provato il contrario: a risposta di tutto ciò vi è una sensazione di essere estranei agli individui circostanti.

Una delle caratteristiche principali della sindrome di Capgras è che queste convinzioni non si basano affatto su informazioni false o incomplete, frutto di errori di percezioni sensoriali o ad illusioni, a dispetto di altri disturbi psichiatrici.

Cause della sindrome di Capgras

Ciò che causa la sindrome di Capgras non è stato ad oggi chiarito del tutto, anche se le ipotesi che vi ruotano intorno sono molteplici. L’ipotesi più fondata è quella che punta ad uno stretto legame con dei danni cerebrali, prevalentemente a carico del lobo temporale e frontale dell’emisfero destro. E’ stata inoltre vista come particolare conseguenza di:

  • traumi cranici
  • disturbi cerebrovascolari
  • patologie neurodegeneratuve, tipo l’Alzheimer
  • ulteriori forme di demenza

Poco rari in questi soggetti sono ulteriori disturbi psichiatrici o disordini organici dell’encefalo, come:

  • schizofrenia
  • disturbi dell’umore
  • epilessia
  • alcolismo
  • encefaliti e così via.

Sostanzialmente, a spiegare meglio l’eziologia della sindrome di Capgras abbiamo:

  • Manipolazione anatomo-funzionali del lobo temporale e frontale dell’emisfero destro;
  • Danni al segmento dorsale;
  • Mancanza di connessione tra sistema limbico e corteccia cerebrale.

Ulteriori studi ed approfondimenti hanno portato a pensare che la sindrome di Capgras possa essere legata alla disfunzione dell’amigdala.

Sintomi della sindrome di Capgras

Come più volte detto, la sindrome di Capgras fa sostenere in maniera convinta a colui che ne è portatore, che una persona vicina sia stata sostituita da un’altra identica, differente agli occhi del paziente. Questa convinzione non cessa di mutare anche dinanzi a delle prove certe che manifestano l’evidenza: questo fenomeno è visto come una “forma complicata di errata identificazione“.

Il portatore di sindrome di Capgras, identifica nel soggetto “scambiato” aspetti fisici e comportamentali differenti dal solito. Nel caso del partner, sostiene mancanza di gesti affettuosi, o modi differenti di parlare, svolgere le abituali mansioni e così via. Nei soggetti più efferati il disturbo può vedere anche una sostituzione di animali domestici e luoghi familiari: raramente è il soggetto stesso a sentirsi scambiato.

Questi non sono i soli comportamenti previsti, visto che si possono manifestare anche:

  • depressione
  • ansia
  • malinconia
  • aggressività verso gli altri.

Possibili cure alla sindrome di Capgras

Possibili terapie alla sindrome di Capgras si differenziano in base alle cause; ogni caso è quindi diverso dall’altro.

La sindrome viene gestita prevalentemente con medicinali antipsicotici ed antidepressivi, legati a terapia psicoterapica. Il trattamento vede il coinvolgimento anche dei familiari, visto che il soggetto con sindrome di Capgras potrebbe non riconoscere l’anomalia e le sue cause.

Farmaci

Per trattare la sindrome di Capgras vengono solitamente utilizzati i seguenti farmaci:

  • Antipsicotici o neurolettrici, che mirano a trattare i sintomi psicotici tipo delirio ed allucinazioni;
  • Stabilizzatori dell’umore;
  • Antidepressivi, che mirano a gestire sentimenti di tristezza e disperazione.

Psicoterapia

La psicoterapia viene affiancata al trattamento farmacologico, visto che mirano a migliorare la prognosi del disturbo, valutando la complessità della malattie e l’individualità del paziente.

LASCIA UN COMMENTO

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.