1 Stella2 Stelle3 Stelle4 Stelle5 Stelle(1 voti, voto medio: 5,00)
Loading...

Olio essenziale di Verbena: che cos’è, proprietà, utilizzi e controindicazioni

Olio essenziale di Verbena: che cos'è, proprietà, utilizzi e controindicazioni

L’olio essenziale di verbena viene estratto dalla Lippia citriodora, ovvero una pianta facente parte della famiglia delle Verbenacee, attraverso la distillazione delle foglie e delle sommità fiorite, in una corrente di vapore.

Questo vanta molteplici proprietà, tra cui: antiinfiammatorie, febbrifughe calmanti; viene sovente adoperato anche per le funzionalità gastriche e per le infiammazioni alle vie aeree.

Che cos’è l’olio essenziale di verbena?

Pubblicità
Piperina e Curcuma Plus Natural Fit

Come già accennato, l’olio essenziale di verbena viene ricavato dalla pianta Lippia citridora, che si presenta con un fusto legnoso, alto fino ai 2 metri. Questa possiede delle foglie lanceolate, mentre i suoi fiori sono bianchi e posti a spiga.
La pianta nasce in America Latina, nonostante ciò, ad oggi, questa viene largamente coltivata anche nei paesi Mediterranei.

Alcuni cenni storici

Dagli antichi romani, la pianta di verbena era considerata propiziatrice, motivo per cui veniva adoperata durante le cerimonie di purificazione degli altari, oppure per accompagnare le operazioni degli ambasciatori. Costoro, prima della partenza, venivano sfiorati dai rami di verbena, posti in un luogo sacro del Campidoglio, così da “intingerli” dei poteri di rappresentanza dello Stato.

Celti e Greci adoperavano la verbena durante i riti magici, così da favorire la concentrazione, ma anche all’interno di pozioni d’amore, visti i suoi poteri ammaliatori. 

Proprietà dell’olio essenziale di verbena

Un utilizzo regolare, ma non eccessivo, di olio essenziale di verbena, fa sì che vengano acquisite anche le sue molteplici proprietà. Vediamo quindi quali sono:

  • Digestive. Questo olio essenziale non solo favorisce la digestione, ma funge anche da stimolante epatico e facilita le funzioni gastriche, favorendo un migliore assorbimento dei nutrienti contenuti negli alimenti.
  • Antiinfiammatorie Febbrifughe. Risulta quindi molto utile per contrastare disturbi della pelle e dell’organismo interno. Viste le proprietà rinfrescanti, permette di abbassare la febbre e lenire le infiammazioni articolari e muscolari.
  • Calmanti. L’olio essenziale di verbena è considerato l’alleato numero 1 del sistema nervoso, in quanto riequilibra l’umore, favorendo anche concentrazione e memoria. Mediante l’aromaterapia, quindi, è possibile trovare un rinato benessere e tranquillità, così da combattere qualsiasi negatività.
  • Antisettiche. Questa proprietà disinfettante, viene sfruttata soprattutto in caso di trattamenti per infezioni alle vie aeree. Funge quindi da antimicrobico, senza dimenticarsi mai di diluirlo in un olio vettore, sia ad uso interno che esterno.
  • Antispasmodiche. Ideale quindi per combattere spasmi e dolori psicosomatici, in quanto questi va ad agire come regolatore e calmante.

Utilizzi dell’olio essenziale di verbena

L’olio essenziale di verbena viene adoperato per molteplici cose. Infatti potete sceglierlo in caso di cattiva digestione, per dolori articolari e per calmare la febbre. Molteplici studi effettuati da esperti nel settore, hanno inoltre dimostrato come questi possa essere utile per contrastare lo stress e per combattere l’insonnia. 

E’ utile anche per gli studenti, per chi lavora fuori casa, ma anche in ambito domestico; insomma, potrete portare l’olio essenziale di verbena sempre con voi.
Vediamo insieme quali sono i suoi principali utilizzi:

  • AromaterapiaL’olio essenziale di verbena, in aromaterapia, è l’ideale per corpo e mente. Mediante un bruciatore, questo può esser diffuso in tutto l’ambiente domestico, si consiglia 1 goccia per ogni mq. Questo aiuta a contrastare lo stress, l’agitazione e il nervosismo. Imbevendo un fazzoletto con 1 o 2 gocce di essenza, ponendolo poi sul comodino, si noterà un sonno migliore e sicuramente più sereno.
  • Massaggi. Nel corretto dosaggio, l’olio essenziale di verbena, è ideale anche per i massaggi. Questi però dovrà esser diluito con un olio vettore, prediligendo quello di oliva o quello di mandorle dolci. 2 gocce basteranno per effettuare un massaggio alle tempie, per combattere il mal di testa. Se massaggiato invece sull’addome, si aiuterà a contrastare il mal di pancia.
  • Bagno in vasca. L’olio essenziale di verbena in questo caso, vi permetterà di rilassarvi completamente, in quanto tonico e benefico per la mente. Sarà soltanto necessario porre del sale grosso e 5 gocce di olio essenziale di verbena nell’acqua della vasca, anche per donare sollievo dai dolori muscolari, dai reumatismi e dallo stress.

Controindicazioni dell’olio essenziale di verbena

L’olio essenziale di verbena presenta molteplici controindicazioni, che non vanno prese troppo alla leggera. Queste sono:

  • E’ sconsigliato il contatto ai bambini con lo stesso.
  • L’utilizzo deve avvenire soltanto dopo averlo diluito correttamente con un olio vettore.
  • E’ sconsigliato alle donne in gravidanza.
  • Può rivelarsi un prodotto fotosensibilizzante.
  • E’ sconsigliato l’uso interno, e può avvenire solo se riportato sulla confezione.

Ad ogni modo, è sempre un buon consiglio, quello di consultare un medico, prima del suo utilizzo.

Lo sapevi?

La Lippia citrosa, ovvero la pianta da cui si ricava l’olio essenziale, ai più è anche nota come Verbena odorosa, e ha la sua culla nell’America Latina.

Come già visto, la pianta veniva adoperata già dai tempi più antichi, presso i popoli Romani, Celti e Germani, in quanto ritenuta magica e purificatrice.
Oggi giorno, l’essenza è facilmente reperibile nelle migliori erboristerie, ma anche online, a prezzi davvero molto competitivi.

Pubblicità

LASCIA UN COMMENTO

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.