1 Stella2 Stelle3 Stelle4 Stelle5 Stelle Vota
Loading...

Verbena: che cos’è, proprietà, benefici, utilizzi e controindicazioni

Verbena: che cos'è, proprietà, benefici, utilizzi e controindicazioni

La Verbena Verbena officinalis, è una pianta perenne facente parte della famiglia delle Verbenaceae. 

Molto nota è la sua azione antistress, ma anche la sua capacità di facilitare la digestione, difendere la pelle e combattere le infiammazioni a livello muscolare. Scopriamola insieme!

Che cos’è la Verbena?

Pubblicità
Piperina e Curcuma Plus Natural Fit

Come pocanzi accennato, la verbena è una pianta perenne che può raggiungere mezzo metro d’altezza, ma, in rari casi, anche dai 3 o 4 metri. Il suo fusto è rigido, legnoso e dalla forma quadrangolare. Ha delle foglie solcate, oblunghe e lanceolate, e al tatto presentano una leggera peluria.

fiori, che sbocciano tra fine estate ed autunno ormai avanzato, sono di colore violetto e fucsia.
Di verbena esistono ad oggi molteplici varietà, anche ibridi, utilizzati perlopiù a scopo ornamentale; la classica verbena altro non è che la Verbena officinalis.

La culla della verbena si trova prevalentemente tra Mediterraneo inferiore fino al nord Europa attraversando l’Asia occidentale. Col passare degli anni si è largamente diffusa anche nel Nord America.

La verbena si adatta facilmente a qualsiasi ambiente, ha una coltivazione semplice, anche se, così come avveniva in passato, prolifera maggiormente in maniera spontanea in prati, campi, luoghi abbandonati, rive asciutte dei fiumi o fosse, ai lati delle foreste e dei boschi, nelle vicinanze di case abbandonate e nei pascoli.
Predilige maggiormente il sole e le terre leggermente umide, che non siano argillose e che siano ricche di humus. Non resiste al gelo, ai venti forti e alle piogge battenti.

Alcuni cenni storici

La verbena è stata utilizzata in campo erboristico già dai tempi più antichi, toccando anche la magia, il mito e la religione popolare.
Dagli Egizi, dai Greci e dai Romani, era considerata una pianta sacra, in quanto veniva utilizzata durante le cerimonie sacre; alcune tracce vengono ritrovate anche presso i riti dei nativi americani.

Nel basso Medioevo, la verbena era strettamente legata a dei misteri religiosi cristiani, anche se veniva largamente adoperata in quanto rimedio per combattere gli incantesimi delle streghe.
Nei tempi più odierni, la verbena è stata inserita tra i celeberrimi fiori di Bach di Vervain. 
Viene molto utilizzata anche per migliorare l’attività onirica o solo per trarne ispirazione.

Proprietà e Benefici della Verbena

La verbena conta numerose proprietà, ma anche benefici. Scopriamoli insieme:

  • Agente antistress, molto utile in caso di depressione e/o agitazione;
  • L’olio essenziale di verbena permette di disinfettare tutto il cavo orale e rispettive cavità nasali;
  • Difende e cura la pelle favorendo una più veloce cicatrizzazione;
  • Ottimo alleato per le articolazioni, ed in particolare reumatismi e dolori cervicali;
  • Utile contro le infiammazioni muscolari;
  • Funge da digestivo, soprattutto in caso di disturbi e blocchi intestinali;
  • Abbassa la febbre;
  • Dona benessere dai dolori muscolari;
  • Difende il fegato vista la presenza di aucubina;
  • Al suo interno è presente il verbascoide che funge da antimicrobico;
  • Permette la lattazione.

Utilizzi della Verbena

Ad uso interno, è possibile assumere la verbena sotto forma di tisana, decotto, infuso, gocce di estratti concentrati ed oli che dovranno essere o diluiti o diffusi nell’ambiente tramite un diffusore.
Come già visto, appartiene ai Fiori di Bach, motivo per cui viene anche utilizzato in floriterapia.

Ad uso esterno, è possibile trovare la verbena sotto forma di creme cosmetiche, pomate da utilizzare soprattutto su zone irritate, escoriazioni, ferite od infiammazioni.
Si può utilizzare l’olio essenziale di verbena per massaggi, per articolazioni doloranti e su zone muscolari addolorate.
Possono essere anche adoperate le sue foglie per farne degli impacchi.

Controindicazioni della Verbena

Nel momento in cui si va ad assumere la verbena in giusti dosaggi, e quindi senza strafare, questa non presenta alcuna controindicazione rilevante od effetto collaterale.

Gli oli essenziali di verbena devono essere utilizzati con massima attenzione, in quanto al loro interno sono contenuti i terpeni quali causa di irritazioni agli organi sensibili, soprattutto pelle e mucose.
L’utilizzo degli stessi è sconsigliato a tutti quei soggetti che soffrono di tiroide. 

Pubblicità

LASCIA UN COMMENTO

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.