1 Stella2 Stelle3 Stelle4 Stelle5 Stelle Vota
Loading...

Micosi delle unghie: che cos’è, sintomi, cause e possibili cure

Micosi delle unghie: che cos'è, sintomi, cause e possibili cure

La micosi alle unghie, od onicomicosi, è una patologia che intacca comunemente le unghie; è infatti una delle affezioni ungueali che si manifesta nel 30-50% dei casi.
Per onicomicosi di intende quindi un disturbo alle unghie, provocato da microorganismi meglio conosciuti come miceti.

E’ questo gruppo distinto fra funghi, muffe e lieviti a provocare l’infezione, che può intaccare sia un’unica unghia, che estendersi alle altre circostanti.
La micosi alle unghie si riconosce dalla variazione di colore della stessa, e se non riconosciuta in tempo e poi trattata, può apportare ad ulteriori complicazioni.

E’ questa la ragione per cui, laddove si riscontrino cambiamenti cromatici all’unghia, ci si deve rivolgere tempestivamente al medico: più si lascia passare del tempo, più aumentano le probabilità di danneggiarla per sempre.

Sintomi della micosi alle unghie

Come appena accennato, il primo sintomo con cui si manifesta la micosi, e la variazione cromatica dell’unghia intaccata. L’unghia in questione, e soprattutto l’estremità della stessa, subisce un cambio di colore, presentando delle sfumature che vanno dal bianco fino ad arrivare al giallino; non si escludono però macchie di ulteriori colori, quali marrone, verde o addirittura nero.

Pubblicità
Piperina e Curcuma Plus Natural Fit

Laddove il fungo riesca a penetrare più in profondità, c’è l’evenienza che l’unghia si inspessisca, si sgretoli piano piano, generando dolore. Oltre al colore, la zona superficiale dell’unghia sarà decisamente più fragile, friabile, deforme e doppia. Avanzando nei suoi stadi, la micosi può inoltre provocare:

  • Cattivo odore
  • Sgretolamento dell’unghia
  • Onicolisi, ovvero la caduta dell’unghia.

In casi più gravi, si è notato che la micosi oltre che l’unghia di mani o piedi, vada ad intaccare anche ulteriori zone del corpo, prima di tutto la cute. Coloro che devono prestare maggiore attenzione, sono i diabetici, in quanto terminazioni nervose e circolo ematico hanno la probabilità di esser compromessi, ed un’infezione batterica potrebbe generare complicazioni ben più serie.

Cause della micosi alle unghie

La causa portante dell’onicomicosi è in genere un’infezione fungina che si estende sulla superficie ungueale, andandole ad alterare in maniera significativa.
In maniera più specifica, l’onicomicosi è provocata dai dermatofiti, ovvero dei funghi che comunemente vivono in contatto con pelle ed unghie umane, senza però creare problemi.

Vi sono però determinate situazioni, come il calo delle difese immunitarie, che spingono i dermatofiti a svilupparsi in maniera anomala, generando così delle infezioni. I suddetti funghi tendono a riprodursi in ambienti caldo-umidi, ed è questa la ragione per cui l’infezione tende a colpire maggiormente i piedi.

I piedi, difatti, ad esposizione di caldo ed umidità, vista la presenza di scarpe e calzini, tendono a sudare molto di più rispetto alle mani. Questo aspetto, accompagnato poi dal calo delle difese immunitarie, fa sì che la circolazione ematica nei piedi, localizzata verso le unghie, risulti più complicata che nelle mani: il sistema immunitario risulterà perciò più indebolito nei piedi.

Insieme ai dermatofiti, però, vi sono anche ulteriori lieviti e muffe che apportano alla problematica, e tra i principali coinvolti nell’onicomicosi, abbiamo dei microorganismi facente parte del genere:

  • Candida,
  • Trichophyton,
  • Epidermophyton,
  • Aspergillus.

Fattori di rischio

I luoghi umidi sono di conseguenza il terreno di proliferazione ideali per i miceti, e gli ambienti che solitamente rispecchiano questo aspetto sono: spogliatoi pubblici, piscine e docce. I funghi infettano l’unghia entrando direttamente fra lo spazio che c’è tra letto ungueale ed unghia. 

Non indossare determinate calzature in questi ambienti è quindi uno dei principali fattori di rischio per la proliferazione dell’onicomicosi. E’ possibile però distinguere ulteriori fattori di rischio, che siano fisiologici o patologici, in grado di provocare la micosi alle unghie, e tra questi abbiamo:

  • Diabeteche genera un terreno più prolifico per lo sviluppo dell’infezione.
  • Età avanzata, in quanto proprio gli anziani avente difese immunitarie indebolite e microcircolazione ridotta, risultano essere i soggetti più colpiti.
  • Piede d’atleta, quale disturbo contagioso, provocato da un fungo noto fra gli atleti stessi.
  • Psoriasi.
  • Utilizzo di calze e scarpe strette che bloccano la traspirazione.
  • Elevata sudorazione. 
  • Disturbi al sistema immunitario.

Possibili cure alla micosi alle unghie

Specifichiamo col dire che risulta alquanto complicato combattere le onicomicosi, a meno che non si vada ad intervenire mediante utilizzo di determinati farmaci, che siano antimicotici. Queste, inoltre, risultano essere altamente contagiose. 
Partendo da questo presupposto, ciò che risulta necessario è la prevenzione, mediante igienizzazione di mani e piedi, insieme ad ulteriori piccoli accorgimenti.

Si consiglia di tenere sempre le unghie asciutte, evitando magari l’utilizzo di calze fatte di tessuto sintetico, in quanto non permette la traspirazione del piede. Non si devono strappare le unghie, ma le si deve tagliare con cura, così da impedire l’entrata di batteri ed ulteriori microorganismo tipo i miceti. Laddove il problema non fosse tra questi e lo si dovrebbe ricercare in difese immunitarie deboli od organismo con predisposizione, allora è inevitabile incorrere in onicomicosi.

In questi casi si deve agire repentinamente rivolgendosi ad un medico, podologo o specialista che sia, cosicché possa consigliare il miglior trattamento farmacologico, magari mediante farmaci antimicotici con azione topica, e quindi smalti o pomate, oppure sistemica, e quindi farmaci orali.

I suddetti farmaci vanno ad operare sul fungo, sopraffacendolo e permettendo lo sviluppo di una nuova unghia priva di infezione. E’ importante specificare però che il trattamento ha tempistiche molto lunghe, visto che l’unghia cresce in 9 mesi o in un anno.
Solo in casi estremamente gravi lo specialista ha consigliato la rimozione mediante intervento chirurgico. 

Rimedi naturali

Sono stati riconosciuti anche dei rimedi naturali per prevenire e combattere la micosi alle unghie. Molto utile può risultare infatti la fitoterapia, mediante piante con azione immunostimolante, più importante delle quali abbiamo l’echinacea.
Molto indicata è anche la noceviste le proprietà conferitegli dallo juglone, ovvero una sostanza in grado di combattere lo sviluppo del fungo, e dalle proprietà antibatteriche.

Pubblicità

LASCIA UN COMMENTO

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.