1 Stella2 Stelle3 Stelle4 Stelle5 Stelle Vota
Loading...

Massaggio linfodrenaggio: in cosa consiste, benefici e controindicazioni

Massaggio linfodrenaggio: in cosa consiste, benefici e controindicazioni

Tecnica che tende a lavorare sui vasi linfatici al fine di rimuovere gonfiori e/o odemi (quali la cellulite) è il massaggio linfodrenaggio.

Tecnica massaggio linfodrenaggio

Noto come massaggio linfodrenaggio è anche conosciuto col denominativo di drenaggio linfatico manuale. É una tecnica ideata da uno specialista danese di nome Emil Vodder negli anni ’30, che può essere usata sia in campo estetico sia in campo medico. D’altronde tale massaggio viene anche denominato come massaggio Metodo Vodder.

Aloe Ferox Bioness

Tale specialista vide che i suoi pazienti, specialmente quelle che hanno problemi di infezioni croniche alle vie respiratorie, presentavano linfonodi particolarmente dilatati sul collo. Pertanto, osservò che la tecnica del massaggio poteva favorire impressionanti risultati.

Lo specialista danese Emil Vodder comprese che tali linfonodi non hanno la capacità di purificare la linfa, poichè essa tende a ristagnarsi causando malesseri differenti. Dunque la tecnica del massaggio ha la funzione di riaprire il normale funzionamento circolatorio della linfa al fine di evitare cumuli di impurità.

Seduta del massaggio

Questo massaggio linfodrenante vede la successione di movimenti a spirale attuati sui linfonodi. Il massaggiatore di conseguenza tende a svolgere delle manovre che sono alquanto delicate, in quanto tale tecnica tende ad agire sui vasi linfatici (che si presentano più sottili dei vasi sanguigni).

Pertanto, i movimenti di questo massaggio vedono il susseguirsi di perimetri attuati con i polpastrelli delle dita al fine di smuovere la linfa, nonchè compressioni dei pollici ed utilizzo di mani poste l’una sull’altra (al fine di guidare l’altra che a sua volta preme). Il massaggio, di conseguenza viene effettuato nelle stazioni della linfa (ossia zona ascellare, inguine e sul collo).

Benefici e controindicazioni

Il massaggio del linfodrenaggio è favorevole nel caso in cui si hanno problemi di cellulite, poichè tende ad aiutare il normale funzionamento del metabolismo evitando gonfiori che si accumulano in gambe, nella zona glutei e/o sull’addome. Praticamente, il massaggiatore tende a spostare, mediante il massaggio, il liquido tessutale situato nelle pelle o tra pelle e muscoli facendolo uscire dal recipiente linfatico. Mediante questo messaggio, è possibile dunque risolvere eventuali problematiche di edema e/o eventuali gonfiori dovuti dall’accumulo del liquido tessutale all’interno dei tessuti.

La tecnica del massaggio non ha controindicazioni specifiche. Contrariamente tende a eliminare lo stress inerente al sistema nervoso nonchè ha una funzione calmante. Utile per guarire problemi di estetica è il linfodrenaggio, poichè con tale tecnica è possibile curare problemi di acne, eventuali malattie alla cute (malattie legate ad allergie, ustioni, cicatrici e calvizie).

Curiosità sul massaggio

La pressoterapia è il cosiddetto “congiunto stretto” del linfodrenaggio. Si presenta come una specie di linfodrenaggio concretizzato con i gambali. Viene praticato solo sull’inferiorità degli arti ed è sconsigliata a chi ha problemi di varici e/o flebiti.

LASCIA UN COMMENTO

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.