1 Stella2 Stelle3 Stelle4 Stelle5 Stelle Vota
Loading...

Magnesia Phosphorica: che cos’è, a cosa serve, tipo costituzionale e utilizzi omeopatici

Magnesia Phosphorica: che cos’è, a cosa serve, tipo costituzionale e utilizzi omeopatici

La Magnesia phosphorica risulta essere una terapia curativa omeopatica ricavata dal fosfato di magnesio. Tende ad essere adoperato specialmente per curare patologie che riguardano il completamento nervoso muscolare e il medesimo tessuto muscolare, ad esempio contrazioni, convulsioni, nevralgia e una vigorosa sensazione di coartazione.

Fosfato di magnesio e magnesio

Il fosfato di magnesio risulta essere la salgemma di magnesio dell’acido fosforico. Risulta essere una consistenza acidificante alquanto adoperata, seppur in compresenza di ulteriori conservanti. Il fosfato di magnesio tende ad essere adoperato sotto forma di emulsificante, sotto forma di farmaco dei prodotti antiossidanti e sotto forma di “anti-coagulo”.

Garcinia Cambogia

Tende ad essere adoperato sotto forma di salgemma di magnesio all’interno di alimenti efficienti e come prodotti da integrare di alimento. In aggiunta rientra nelle consistenze vigenti in taluni composti da panificio. Ciò nonostante è opportuno tenere a mente che il corrispettivo adopera-mento risulta essere ristretto al fine di allontanare una insufficienza di calcio.

Il magnesio, contrariamente, risulta essere puramente un minerale fulgido e di tonalità argentea che ad ambienti aperti diviene opaco causa ossidazione. Codesto minerale, agevolmente combustibile, rappresenta all’incirca il 2,3% della superficie terrestre come prodotti diversificati (carboidrati, ossidi, solfati, silicati e cloruri).
Le corrispettive peculiarità tendono a favorire i benefici del corpo: difatti è capace di salvaguardare molteplici malesseri di salute e sostiene un’ampia scala di azioni bio che hanno la capacità di implicare qualsiasi parte del fisico (tra cui muscoli, nervi, sistema digerente e apparato cardiaco).

Il magnesio favorisce il calare della compressione sanguigna e il ristabilimento del bilanciamento del sistema nervoso. Poiché il fisico non è capace di generare di per se il magnesio risulta essere indispensabile assimilarlo mediante un programma alimentare sano ed bilanciato.

Terapia omeopatica

Il composto omeopatico di Magnesia Phosphorica tende ad essere ricavato dalla macinazione del composto. La Magnesia phosphorica ha la capacità di svolgere una funzione alquanto fondamentale sul sistema nervoso centrale, sui nervi periferici e sui muscoli. In aggiunta, tale terapia omeopatica ha la capacità di operare sulle cellule: equilibra l’anabolismo avendo un esito stabilizzante sulla tonicità dei muscoli, poichè capace di districare contrazioni e arresti intestinali, il più delle volte causato da malesseri nervosi e debilitazione.

La terapia omeopatica pertanto tende ad essere utilizzata specialmente nel caso in cui si presenti:

  • Dismenorrea, con la presenza di dolenza che riduce di vigore con l’avvio dello scorrimento;
  • Malesseri di notte che si ottimizzano con le temperature calde o con la compressione;
  • Stato di vigoroso eretismo nervoso con attitudine a peggioramenti di convulsione;

Tende ad essere raccomandato: nel caso in cui il problema risulti acuto e cronico, nei soggetti infantili, nelle persone impressionabili che godono di una gesticolazione e un linguaggio gestuale particolarmente sensibile seppur al tempo stesso alquanto flemmatico per quanto concerne l’attività dell’intelletto e programmato a contrazioni e dolori nevralgici.

Magnesia Phosphorica e dismenorrea

Il periodo mestruale risulta essere il periodo delle mestruazioni durante il quale si presenta lo scorrimento ematico. Codesto periodo (noto come menorrea) proviene dall’eliminazione della stratificazione epidermica dell’endometrio il quale si modella nella fase del ciclo mestruale.

Il periodo delle mestruale tende ad essere il più delle volte associato e anticipato da un’immensa deduzione di sintomatologie che variano da soggetti a soggetti, poiché indipendenti. Particolarmente il complesso delle sintomatologie che preannunziano la fase mestruale rientrano nella nota sindrome premestruale. Non tutti i soggetti femminili provano dolore seppur risulti un malessere estremamente abituale contrassegnato peculiarmente da manifestazioni emotive. Nel periodo mestruale, difatti, il soggetto femminile ha stati d’ansia, nervosismo, umore altalenante e malumore.

Contrariamente, la dolenza della dismenorrea, alquanto acuta, tende a precedere e/o accostare la fase mestruale. Il più delle volte tende a localizzarsi nella zona pelvica e dell’addome venendo poi accostata da patologie generali e turbo vascolari.
Seppur tale malessere risulti indipendente e non qualsiasi soggetto femminile ne è sofferente, malgrado ciò risulta in ogni modo alquanto abituale difatti riguarda all’incirca l’80% dei soggetti femminili con ciclo mestruale.

Considerando che è un malessere alquanto soggettivo risulta dunque faticoso evidenziare un movente provocatorio, tuttavia proviene da anomalie ovariche, modificazioni uterine o da sbilanciamenti ormonali. Nel caso in cui si presentino problemi connessi al globo ginecologico l’Omeopatia può raffigurare una stimolante risoluzione. Per esempio la Magnesia Phosphorica risulta efficiente nel caso in cui sussista dismenorrea e dunque nel caso in cui risulti vigente un elevata dolenza crampoide che ha origine precedentemente al ciclo mestruale a tutti gli effetti. A questo punto le contrazioni e le convulsioni sono susseguiti da un senso di intorpidimento e si aggravano di notte e con le temperature fredde.

Costituzione della Magnesia Phosphorica

Il tipo costituzionale della Magnesia Phosphorica tende ad avere il più delle volte un colorito scuro, risulta debole, deperito e tende ad avere un carattere alquanto agitato. Le sintomatologie peculiari risultano essere:

Sintomatologie complessive 

Rientrano nelle sintomatologie complessive: contrazioni, corea, crampi dello scrivano, dismenorrea, cefalea, malessere alla dentatura, dolore nevralgico, infiammazione del nervo sciatico.

Sintomatologie Localizzate

  • Capo: mal di testa che tende ad aggravarsi con le temperature fredde, nevralgia N. facciale destro, odontalgia;
  • Gastrointestinale: colica addominale che tende a rimettersi dissetandosi con bevande calde; generalmente le dolenze addominali tendono a migliorare curvandosi in avanti;
  • Urogenitale: dismenorrea ristabilita da temperature calde e dalla compressione;

Sintomatologie della Psiche 

Fra le sintomatologie della psiche comunitarie vi sono irascibilità ed emotività. Alla fine le sintomatologie si aggravano con le temperature fredde, con docce fredde, con ambienti d’aria fredda e sulla zona destra; contrariamente tendono a rimettersi con le temperature calde, la compressione localizzata e col trattamenti massaggianti.

LASCIA UN COMMENTO

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.