1 Stella2 Stelle3 Stelle4 Stelle5 Stelle(1 voti, voto medio: 3,00)
Loading...

Loti (Cachi): proprietà, benefici, valori nutrizionali e utilizzi in cucina

Loti (Cachi): proprietà, benefici, valori nutrizionali e utilizzi in cucina

I Loti o più comunemente chiamati Cachi sono un frutto alquanto fondamentale per il benessere della persona. Bisogna dunque approfittare della stagione autunnale, durante la quale i cachi si coltivano, adoperando il frutto stesso durante la colazione o lo spuntino giornaliero.

I Kaki, che in Italia sono conosciuti col denominativo di Diòspero (o anche Diòspiro) si presentano come arbusti coltivati nel continente Asiatico. Difatti tale frutto risulta essere il maggiormente prodotto e colto dall’essere umano sin dall’antichità. Originario della Cina, prese il denominativo di “Arbusto delle 7 virtù“, poiché capace di fornire abbondante parvenza ed ottima sorgente legnosa.

Le corrispettive foglie, pur poste nel terriccio, non vengono colpite dai batteri e si presentano di tonalità alquanto accesa. Risulta avere molti anni e dare la possibilità ai volatili di poggiarsi sulle ramificazioni, laddove costruiscono il nido.

Valori nutrizionali dei Cachi

Il frutteto risulta ricco di calorie e valori energetici. Difatti un apporto pari a 100 gr. è capace di fornire all’incirca 65 Kcal. Presentano un’elevato quantitativo di acqua e zucchero naturale (capace di apportare energia all’organismo), nonché ridotto quantitativo proteico e adiposo.

Cachi: caratteristiche e apporto benefico

Ricca sorgente vitaminica, specialmente di Vitamina C, è capace di rinvigorire il corpo e le difese immuni al fine di contrastare ed anticipare i decessi stagionali. Il Cachi svolge azione lassativa e di diuresi, poiché contenente al suo interno un elevato quantitativo fibroso, il quale è capace di agevolare il normale funzionamento dell’intestino.

Inoltre, l’alto contenuto fibroso comporta l’eliminazione di sostanze tossiche. L’elevato quantitativo di acqua conferisce l’idratazione organica e la sollecitazione diuretica. Proprietà alquanto fondamentale per coloro che seguono un regime alimentare avente un elevato quantitativo di alimenti stimolatori di depurazione.

Fondamentale poichè aventi la capacità di combattere la peculiare spossatezza di stagione, in quanto portatori di energia. Attimo principale per usufruire in maniera concreta dei cachi risulta essere la colazione. Questo perchè l’apporto energetico fornito dai Kaki conferisce una maggiore spinta meccanizzando automaticamente l’azione dell’intestino.

Del quantitativo vitaminico e di sali minerali è possibile usufruirne mangiando il Kaki maturato estrapolando la polpa interna e gustandola col cucchiaio. Difatti durante il periodo in cui i cachi sono ancora in fase di maturazione, comportano un inconsueto senso aspro ed appiccicaticcio al velo palatino, risultano alquanto faticosa da ingerire.

In aggiunta, al loro interno, presentano un elevato quantitativo di antiossidanti. Difatti sono ricchi di Vitamina A, licopene, betacarotene, zeaxantina e luteina, complessi alquanto fondamentale per salvaguardare l’epidermide, il campo visivo ed il corrispettivo corpo da eventuali attacchi esterni e dal deterioramento prematuro.

Controindicazioni su i Loti

Il Loto tende a non essere raccomandato da soggetti affetti da diabete, a soggetti che seguono un programma alimentare dietetico o a soggetti in sovrabbondanza di peso, poiché tale frutteto presenta un elevato quantitativo Kcal e zuccheroso.

Generalmente, specialmente per i soggetti in buona salute, è consigliata l’assimilazione dei Cachi all’interno di un programma alimentare giornaliero poiché più benefici e apportanti un ridotto quantitativo Kcal contrariamente ai dolciumi e ad alimenti ricchi di conservanti che si tende a consumare nel decorso dello spuntino quotidiano. Ciò nonostante, per i soggetti aventi patologie particolari è raccomandabile la consultazione medica.

Pubblicità

LASCIA UN COMMENTO

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.