1 Stella2 Stelle3 Stelle4 Stelle5 Stelle Vota
Loading...

Lentigo Simplex: che cos’è, cause, sintomi, diagnosi e possibili cure

Lentigo Simplex: che cos'è, cause, sintomi, diagnosi e possibili cure

Risultante essere una tipologia di lentigo conosciuta ugualmente col nome di lentigo giovanile oppure lentiggine, è la lentigo simplex.

Che cos’è il Lentigo simplex?

Il termine giovanile tende ad essere adoperato in quanto codesto fattore compromette soprattutto i giovani, sebbene possa subentrare ugualmente negli adulti. Il fastidio esteriore, prevede lo sviluppo di macchie iperpigmentate, che subentrano in qualunque zona del corpo, soprattutto la pelle, le mucose e le unghia.

Pubblicità
Aloe Ferox Bioness

Subentrano sia negli uomini che nelle donne di qualunque età, sebbene, fuoriescano durante i primari anni vitali del soggetto. Al di là di questo, determinate persone risultano essere maggiormente affette dalle lentigo simplex, specialmente i soggetti aventi cute chiara e capelli rossi.

Cause del Lentigo Simplex

In tal caso, i melanociti si disperdono verso lo strato di base della superficie epidermica, accatastando quantitativi preponderanti di melanina. Non risulta pertanto possibile decifrarla come una patologia, in quanto la lentigo simplex non causa rischi medici né comporta fastidi patologici.

Tuttavia, etiologicamente parlando, pare che ci sia una compromissione di un fattore genetico che causa la formazione del fastidio. Clinicamente parlando, la stessa risulta essere una chiazza lenticolare e dalla conformazione tonda, la cui tonalità è tendente al nocciola sino a divenire marrone bruno.

La chiazza, spesso, ha un ridotto punto nero posto centralmente, del tutto invisibili, cui grandezza non è maggiore ai 6 mm. L’area marginale della lentigo simplex, sebbene non sia regolare, si presenta ciò nonostante chiara. Le lentigo simplex tendono ad essere separate, proliferate all’interno del corpo o formarsi a gruppi nelle zone del volto, presentandosi come chiazze di proliferazione evidente.

Il test microscopico della lentigo simplex presenta una struttura reticolare e pari alla macchia. Il quantitativo e la lunghezza delle creste interpapillari risulta essere elevato. Lo stesso quantitativo di melanociti risulta essere maggiore, e dunque risulterà ulteriormente maggiore lo sviluppo di melanina, che si accatasta superficialmente alla pelle. Infatti, le lentigo simplex fanno parte del complesso dell’ipermelanosi epidermiche da accrescimento di melanociti attivi. Contrariamente alle lentigo solari e alle efelidi, le lentigo simplex non hanno congiungimento con l’esporsi al sole.

Questo perché, le lentigo simplex tendono ad essere rafforzate dai raggi luminosi, sebbene i raggi solari non risultino essere il movente alla base, a differenza di quanto avviene per le lentigo senili e per le lentigo solari. Pertanto, le lentigo simplex subentrano nelle zone che difficilmente tendono ad essere esposte ai raggi solari.

Sintomi del Lentigo Simplex

Laddove il quadro clinico delle lentigo simplex dovesse essere coeso a fattori genetici di melanoma, la diagnosi risulta richiedere maggiore attenzione e scrupolosità, in quanto il soggetto ha un preponderante pericolo che la lentigo simplex subisca regresso, comportando tumori alla pelle. Nel caso in cui non dovessero congiungersi quadri familiari di melanoma, risulta tuttavia difficile che le lentigo subiscano evoluzione in conformazioni malsane.

Differenti sono le lentigo simplex che necessitano maggiori accertamenti, in quanto, in determinate situazioni, risultano coese a malattie che comportano quadro clinico. A seguito della proliferazione delle macchie e del pigmento melanico, il fastidio risulta rischioso in quanto difficoltoso da decifrare. Solitamente, risulta possibile affermare che le macchie che compromettono i genitali e le ascelle non comportino tumori maligni, eccetto nei casi di mancato accertamento di modificazioni della composizione cellulare. Per quanto concerne le lentiggini nere, risultano essere lentigo simplex alquanto pigmentate.

In codesta situazione, risulta alquanto difficoltoso incorrere in tumori maligni, in quanto istologicamente parlando, la struttura cellulare risulta essere la similare delle lentigo normali.

Codeste macchie si presentano nere a seguito dell’elevata ed irregolare sviluppo di pigmento. Nel caso delle lentigginosi eruttive, subentrano superficialmente alla pelle dopo un lasso temporale ridotto. La lentigginosi eruttiva compromette specialmente i soggetti durante la fase adolescenziale e i soggetti adulti, sebbene non risulti essere coese a particolari patologie.

Diagnosi del Lentigo Simplex

Conosciuta ugualmente come patologia delle lentiggini multiple, la sindrome Leopard risulta essere il termine inglese di lentiggini, e dunque macchie ignote elettrocardiografiche, ipertelorismo oculare, stenosi polmonare, anormalità dei genitali, allentato sviluppo, sordità, che redigono il quadro clinico patologico.

Codesta sindrome risulta essere alquanto sporadica. Risulta essere la patologia della cute maggiormente visibile della sindrome Leopard, che subentra nei soggetti di età infantile, peggiorando nel corso dello sviluppo. Le lentiggini, di tonalità marrone oppure nera, si presentano su tutta la parte superiore del corpo e non in determinate aree. Risultante essere una patologia autosomica che presenta macchie della cute superficialmente al volto, alle labbra e alle mucose dei genitali così come nevi di tonalità bluastra, è la sindrome di Carney.

Codeste patologie risultano coese a tumori testicolari, adenomi ipofisari, iperplasia surrenalica nodulare pigmentata, schwannoma melanotico oppure mixoma atriale. Gli aggravi della sindrome risultano essere difficoltosi e spesso il decesso accade a seguito del mixoma atriale. Risultante invece essere una patologia autosomica costituita da lentiggini che si pongono nelle zone periorifiziali, superficialmente alla mucosa orale e superficialmente alle dita, coese a polipi gastrointestinali amartomatosi, è la sindrome di Peutz-Jeghers.

Codesta sindrome subentra in età compresa fra i 20 e i 30 anni. La modificazione dei polipi in malattie non benevoli non risulta essere contigua.

Possibili cure del Lentigo Simplex

In determinate situazioni, le lentigo simplex subiscono regresso volontario. Nel caso in cui ciò non dovesse accadere, lo specialista della dermatologia raccomanda cure di risoluzione, a zone oppure totali, mediante uso di acido cogico e acido retinoico, oppure trattamenti peeling, diatermocoagulazione e laser. Il campo della cosmesi raccomanda determinate sostanze ottimale al fine di nascondere le lentigo simplex.

Questo perché fondotinta, fard e terra non risultano essere le metodiche di risoluzione per le chiazze, sebbene risultino essere una metodica efficiente al fine di nasconderle. Naturalmente, i prodotti di cosmesi risultano raccomandati a seconda della problematicità, in quanto devono ovviare rossori e presenza di sostanze aggressiva, causa dell’aggravio della sindrome, causando i risultati opposti e dunque incentivando maggiormente la visibilità delle lentigo simplex.

In aggiunta, non bisogna scordare l’essenzialità di salvaguardare la pelle dai raggi UV. Infatti, sebbene le lentigo simplex non siano dovute ai raggi solari, l’elevata e non controllata esposizione ai raggi ultravioletti ha la capacità di aggravarne il subentro. Tuttavia, determinati soggetti non vedono le lentigo simplex come inestetismi da curare, contrariamente, molteplici soggetti le vedono come una peculiarità di differenziazione che merita valorizzazione.

Pubblicità

LASCIA UN COMMENTO

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.