1 Stella2 Stelle3 Stelle4 Stelle5 Stelle(1 voti, voto medio: 5,00)
Loading...

Eterocromia: che cos’è, cause, sintomi, diagnosi e possibili cure

eterocromia-che-cose-cause-sintomi-diagnosi-e-possibili-cure

Si parla di eterocromia quando un soggetto presenta delle differenze nella colorazione di 2 parti del corpo affini, come ad esempio i capelli o gli occhi; in medicina il termine lo si utilizza soprattutto per quando riguarda le iridi.

Con l’eterocromia dell’iride non si vuole intendere una patologia, in quanto la peculiarità si ottiene quando preesistono differenti quantitativi di melanina all’interno degli occhi; se il pigmento presenta scarsa concentrazione, avremo allora colore azzurro, se invece questa è maggiore, l’iride sarà allora di tono marrone.

L’eterocromia in alcuni soggetti è presente già dalla nascita, e parleremo in questo caso di causa genetica, mentre in alcuni è acquisita, per cui si giungerà ad eterocromia in seguito ad eventi o patologie. Si può infatti avere in seguito a:

  • Traumi
  • Reazioni da farmaci
  • Patologie oculari, come:
    → iridociclite eterocromica di Fuchs
    → sindrome di Horner
    → glaucoma pigmentario.

Nel caso in cui l’eterocromia sia dovuta ad una patologia oculare, la si potrà allora trattare con una terapia che agisca sulla causa.

Che cos’è l’eterocromia?

Pubblicità
Aloe Ferox Bioness

Come osservato, l’eterocromia è una caratteristica dove un soggetto manifesta l’iride di un occhio dal colore differente dall’altro. Siamo dinanzi ad un tratto somatico abbastanza raro, il quale può essere sia congenito, e quindi averlo dalla nascita, oppure acquisito in seguito a patologie od infortuni.

Il fenomeno avviene poiché c’è una differente concentrazione melaninica tra i 2 occhi; l’iride con il pigmento più concentrato è di colore marrone, mentre quello più scarso è di colore chiaro, tendenzialmente azzurro.

Eterocromia completa

L’eterocromia è completa totale nel momento in cui la differenza fra un colore dell’iride ed un altro è netta, e quindi il colore di ogni occhio è ben distinto nell’iride. In questi casi un occhio si presenta di colore marrone ed uno verde.

Eterocromia parziale

Si parla di eterocromia parziale settoriale nel momento in cui soltanto parte o metà iride presentano colore differente. In questi casi un occhio può apparire ceruleo, mentre l’altro possiede una parte di verde e l’altra azzurra o grigia.

Eterocromia artificiale

Si incorre in eterocromia artificiale nel momento in cui si utilizzano lenti a contatto colorate, adoperate soltanto per un mero effetto estetico.

Cause dell’eterocromia

Si ha l’eterocromia per un differente quantitativo di melanina negli occhi; il pigmento con scarsa concentrazione è di colore azzurro, mentre quello con maggiore concentrazione presenterà tonalità marroni. La causa è quindi la diversa concentrazione e distribuzione della melanina nell’iride.

L’eterocromia è prevalentemente genetica ed è quindi una caratteristica somatica che si ha dalla nascita. Vi sono casi in cui questa è legata ad una sindrome ereditaria, come per neurofibromatosi di tipo 1, sindrome di Horner e così via, oppure acquisita in seguito a patologie od infortuni.

Eterocromia congenita

L’eterocromia dalla nascita è detta genetica per cui non legata ad anomalie oculari o sistemiche. La condizione viene indicata con il termine eterocromia iridea congenita, e nell’occhio più chiaro si ha scarso quantitativo di melanina.

Oltre questa, l’eterocromia persistente già al parto o dopo la nascita, può esser dovuta anche da sindrome ereditaria lesione intrauterina o perinatale. 

Eterocromia dovuta da altre patologie

L’eterocromia può fare la sua comparsa anche in seguito a patologie oculari o patologie che hanno coinvolto altre parti dell’organismo. Questa si definisce eterocromia acquisita, e tra le cause principali figurano:

  • Ferite, traumi agli occhi o lesioni, mediante:
    → ingresso di corpi estranei
    → sanguinamento od emorragie
    → forte infiammazione all’iride, anche come susseguente di patologie tipo:
    ➟ tubercolosi
    ➟ herpes simplex
    ➟ sarcoidosi.
  • Reazioni da farmaci, tipo prostaglandine e collirio anti-glaucomatosi, i quali possono provocare perdita di colore dell’iride.
  • Patologie oculati, tipo:
    → Iridociclite eterocromica di Fuchs, quale infiammazione che tende a colpire un solo occhi, provocando la perdita del pigmento dell’iride.
    → Glaucoma pigmentario, provocato dall’abrasione del pigmento irideo, il quale si disperde nell’occhio in maniera differente tra i 2.
    → Nevo di Otra, definito anche melanoma oculare congenito, il quale è un raro tumore che ipercolora l’iride, facendo sembrare l’occhio in questione più scuro.
    → Delle forme di uveite.

Tra le sindromi congenite, le quali possono manifestare eterocromia, troviamo:

  • Sindrome di Waardenburg, quale condizione genetica che può provocare perdita di udito ed anomala pigmentazione ad occhi, capelli e cute.
  • Sindrome di Hornerquale patologia congenita e non genetica, dovuta a danni cerebrali nell’utero o a complicante perinatali. Le lesioni hanno potuto intaccare l’innervazione del sistema nervoso simpatico ad un solo occhio; la pupilla sarà piccola, la palpebra cadente, e l’iride più chiara.
  • Sindrome di Sturge-Weber, quale rara patologia congenita che prevede una macchia a “vino di Porto”, nel decorso del nervo trigemino sul viso e malformazioni vascolari oculari, quale esito è in anormalità agli occhi e neurologiche.
  • Neurofibromatosi di tipo 1, quale patologia genetica neuro-cutanea, che prevede discordanze melaniniche, noduli iridei di Lisch, lentiggini alle ascelle o all’inguine e neurofibromi.
  • Sindrome di Posner-Schlossman, detta anche crisi glaucomatociclitica, la quale è una uveite rara seguita da ipertono oculare ed ipocromia ad un’iride.
  • Sindrome da dispersione del pigmento, la quale prevede una presenza di granuli di melanina che vanno poi disperdendosi nell’umor acqueo, accantonandosi in differenti strutture del segmento anteriore, superficie dell’iride inclusa, fino a divenire scura. Laddove questi granuli si andassero ad accumulare nel trabecolato, si può andare incontro ad incremento della pressione intraoculare.

Sintomi dell’eterocromia

L’eterocromia ha come unico sintomo o segno la diversificazione nel colore dei due occhi. Talvolta, la diversità delle iride è talmente sottile, da essere notata soltanto quando l’illuminazione esterna è eccessivamente elevata. Ad ogni modo, l’eterocromia iridea congenita è di norma così leggera, da non apportare complicanze o danni significativi.

Laddove all’origine vi siano patologie, traumi, infiammazioni o patologie ereditarie, vi è la possibilità di manifestare sintomi e segni ad occhi o corpo.

Diagnosi dell’eterocromia

Nel momento in cui l’eterocromia è presente in seguito alla nascita, la si potrebbe pensare come sintomi di una patologia oculare od ulteriori condizioni patologiche. Perciò il neonato con questo segno richiede un’attenta visita del pediatra e dell’oculista. così da scongiurare ulteriori problematiche.

Vi sono casi in cui va richiesto l’esame del sangue test cromosomici, così da ottenere ulteriore conferma.

Possibili cure all’eterocromia

L’eterocromia, come osservato, non è potenziale rischio per la salute, per cui i trattamenti non sono resi necessari. Nel momento in cui si nota diversità nel colore di uno o tutti e 2 gli occhi, importante è il consulto con l’oculista.

Un accurato approfondimento rivelerà se all’origine vi è un problema medico. 
Nel momento in cui l’eterocromia sia stata provocata da una patologia oculare, si deve optare per un trattamento mirato alla cura della causa scatenante.

Quando si deve trattare l’eterocromia?

Se l’eterocromia è quindi causata da una patologie, tipo infiammazione o trauma, si deve passare alla cura della causa sottostante. Se invece l’eterocromia risulta essere soltanto un “disagio estetico”, si può adoperare tranquillamente una lente a contatto colorata, così da:

  • rendere l’occhio chiaro più scuro
  • Rendere l’occhio scuro più chiaro.

Un’altra valida alternativa, per ottenere un risultato intermedio, è l’utilizzo di 2 lenti a contatto dai diversi colori. 

Pubblicità

LASCIA UN COMMENTO

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.