1 Stella2 Stelle3 Stelle4 Stelle5 Stelle(1 voti, voto medio: 4,00)
Loading...

Distorsione: che cos’è, cause, sintomi, diagnosi e possibili cure

Distorsione: che cos’è, cause, sintomi, diagnosi e possibili cure

Risultante essere un malessere dell’apparato locomotore, che si costituisce del cambiamento momentaneo di un’articolazione sinoviale e annessi danneggiamenti, è la distorsione.

Che cos’è la distorsione?

Quest’ultima intacca qualunque articolazione sinoviale. Ciò nonostante, dato il ruolo caratteristico che hanno nel corpo umano, determinate articolazioni sinoviali risultano essere maggiormente in pericolo a differenza di distorsioni ulteriori.

Pubblicità
Aloe Ferox Bioness

La terminologia “modificazione temporanea di un’articolazione sinoviale” sta a rappresentare che, durante le situazioni di slogatura, l’articolazione compromessa presenta una modificazione anatomica, susseguentemente al quale ritorna alla regolare forma. L’estetica di codesta modificazione risulta essere la potenzialità di causare un danneggiamento a fattori articolari.

Risulta essere un fattore comunitario che spesso tende a disordinare la distorsione con la lussazione, e dunque patologie dell’apparato locomotore che hanno preponderanti differenziazioni. Difatti, sebbene il cambiamento anatomico articolare risulti essere soltanto momentaneo nel corso della distorsione, nel caso di lussazioni è contiguo, causando la mancanza di percezione fra le zone ossee che causano l’articolazione intaccata.

Cause Distorsione

Generalmente, un’articolazione risulta essere causa di una lussazione in una duplice situazione:

  • nel momento in cui svolge moto innaturale, e dunque al di là delle limitazioni fisiologiche

oppure

  • nel momento in cui manifesta lesioni e contusioni in una zona caratteristica

Nel caso di moto innaturale oppure di lesione acuta, i danneggiamenti all’articolazione risultano essere preponderanti. Con danneggiamenti preponderanti si sta a significare, modificazioni acute della capsula articolare, lacerazioni complessive di legamenti e tendini, traumi alla cartilagine articolare.

Nel caso in cui il movimento innaturale oppure la lesione dovessero essere normali, i danneggiamenti risultano essere di spessore moderato.

Con danneggiamenti articolari moderati si fa riferimento a: leggere modificazioni della capsula articolare, stiramenti oppure lacerazioni medie di legamenti oppure tendini, nonché lievi infiammazioni alle borse sinoviali. Secondo il giudizio degli specialisti dell’ambito, risultano essere essenziali moventi di pericolo di distorsione:

  • lo svolgimento dell’attività sportiva all’interno del quale si ha contatto corporeo nonché attività sportiva come: calcio, rugby, pallacanestro, football americano, pallavolo, tennis, ecc
  • scorretta operazione di accaloramento dell’apparato muscolo-scheletrico. Quest’ultimo incentiva l’inserimento di sangue alle articolazioni del corpo
  • compresenza di manchevole tonicità muscolare. La muscolatura conferisce sostenimento e fermezza alle articolazioni. In caso di debolezza, un ridotto movimento non naturale comporta danni allo stato salutare dell’articolazione stessa. Muscolo essenziale per la fermezza e sostegno dell’articolazione risulta essere il quadricipite femorale. Questo perché maggiore sarà la tonicità della coscia e ridotte saranno le eventualità che il ginocchio svolga moto al di sopra delle limitazioni fisiologiche
  • svolgimento di esercizio fisico susseguentemente a prolungati lassi temporali di vita sedentaria. Codesta condizione risulta coesa all’insufficienza della tonicità muscolare e alla ridotta flessibilità dei legamenti e dei tendini articolari, causa della mancata attività fisica per lunghi lassi temporali

Sintomi Distorsione

Le peculiari sintomatologie e tracce di distorsione risultano essere:

  • dolenza all’articolazione compromessa
  • rigonfiamento articolare
  • scarso movimento delle articolazioni
  • irrigidimento articolare
  • compresenza di ematoma superficialmente e nella zona limitrofa all’articolazione compromessa
  • sprigionamento di rumori, come crepe e scricchioli

Nel caso in cui una lussazione intacca una gamba, il soggetto manifesta problematicità nel passeggiare, evidenziando una sensazione di mancata stabilità nella zona dell’articolazione intaccata e risulta essere certamente impossibilitata a balzare e correre.

In similare situazione, nel caso in cui una lussazione intacca un braccio, il soggetto manifesta problematicità a praticare funzioni maggiormente esemplificate e risulta essere impossibilitato a svolgere gestualità maggiormente difficoltosa. Ciò che motiva codeste complessità ed impossibilità risulta essere la dolenza.

Il moto articolare, dolente a seguito di una lussazione, incentiva in maniera vantaggiosa il senso dolente persistente. Facilmente evidenziabile risultano essere le probabili cause nel giornaliero, in quanto la lussazione risulta essere una patologia che compromette il qualitativo vitale di coloro che ne sono affetti, soprattutto nel caso in cui si è una persona con uno stile di vita frenetico. Dalle situazioni di lussazione risultano possibile tre complicazioni preponderanti:

  • frattura delle zone ossee che danno vita all’articolazione compromessa. Risulta essere una complicanza rapida
  • la preponderanza a subire infortuni nel medesimo modo, risulta essere prolungata
  • la tendenza a dare vita a conformazioni di artrosi premature, risulta essere un ulteriore complicanza prolungata

Generalmente, le complicazioni risulta legate alle lussazioni maggiormente gravose, sebbene vi siano delle singolarità. Un soggetto deve consultare uno specialista, nel caso in cui l’articolazione intaccata dalla lesione oppure dal moto inopportuno si presenta dolorante, rigonfiata, irrigidita e impossibilitata al movimento, sprigionando suoni ignoti nel corso del moto nonché ematomi interni.

Diagnosi Distorsione

Al fine di redigere una diagnosi che evidenzi dettagliatamente i danneggiamenti articolari causati, risultano essenziali: esame specifico, anamnesi, raggi X e risonanza magnetica nucleare. L’esame specifico e l’anamnesi risultano essere solitamente bastevoli al fine di comprendere che una determinata articolazione risulti essere causa di lussazione. Al di là di questo, tuttavia, non riferiscono ulteriori nozioni.

Per tale motivazione, gli specialisti raccomandano esami maggiormente specifici. I raggi X e la risonanza magnetica nucleare risultano essere gli esami di perfezionamento che conferiscono allo specialista la possibilità di redigere dettagliatamente i danneggiamenti articolari causa del fattore distorsivo in analisi. I raggi X evidenziano fratture delle ossa, contrariamente alla risonanza magnetica nucleare, la quale evidenzia danneggiamenti ai tessuti ammollati e alle cartilagini.

Leggere oppure acute distorsioni, risultano curabili con esiti vantaggiosi. Le tempistiche di sanazione non risultano essere le medesime per qualsiasi soggetto. Al fine di sanarsi totalmente, un’articolazione causa di una distorsione leggera richiede un ridotto lasso temporale, al massimo una settimana.

Susseguentemente all’operazione di chirurgia, al fine di sanarsi totalmente, un’articolazione causa della lussazione acuta richiede differenti mesi. Al fine di salvaguardare le situazioni di distorsione, risulta essenziale prediligere accortezze che delimitano le condizioni di pericolo.

Possibili cure Distorsione

La cura di una lussazione varia a seconda della problematicità del danneggiamento articolare. Nel caso di danneggiamenti leggeri, gli specialisti raccomandando cura conservativa, poiché sopravvive l’eventualità di aggiustamento volontario.

Contrariamente, in caso di danneggiamenti acuti e avvallati, gli specialisti raccomandano cura chirurgica di riparazione e ricostruzione, susseguita da un corretto programma di riabilitazione.

La cura conservativa di leggero vigore, consiste:

  • lasso temporale di ozio da qualsiasi funzione e moto che causi la fuoriuscita di dolenza
  • utilizzo di ghiaccio sull’area dolorante e rigonfiata, al fine di svolgere azione antinfiammatoria preponderante, solitamente non presa in considerazione dai soggetti
  • bende di compressione articolare, al fine di combattere il rigonfiamento e ridurre la sensazione di mancata stabilità
  • innalzamento articolare dell’articolazione deteriorata, riducendo il reflusso sanguigno all’area deteriorata, al fine di combattere il rigonfiamento, la dolenza e lo sviluppo di ematomi
  • utilizzo di FANS, al fine di combattere infiammazione e dolenza, ad esempio l’ibuprofene
  • fisioterapia, al fine di rinnovare la tonicità muscolare e conferire all’articolazione la medesima elasticità

Nel caso di operazioni di chirurgia, lo specialista aggiusta le aree articolari deteriorate e impossibilitate alla guarigione volontaria, con sostituti e suture.

Difatti, le lussazioni al ginocchio con annesso rompimento del legamento crociato anteriore consistono nel ricambio del legamento con uno sintetico, un legamento estratto da un donatore morto o una parte di tendine rotuleo facente parte del medesimo soggetto.

L’operazione di chirurgia maggiormente comunitaria adoperata per il trattamento dei danneggiamenti articolari da lussazione risulta essere l’artroscopia. É difatti una pratica leggera che consiste nello svolgimento di ridotti tagli della cute e dell’uso di uno strumentario alquanto caratteristico, denominato artroscopia.

Quest’ultimo programma di riabilitazione, risulta essere essenziale al fine di conferire la completa sanazione.

Pubblicità

LASCIA UN COMMENTO

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.