1 Stella2 Stelle3 Stelle4 Stelle5 Stelle(1 voti, voto medio: 5,00)
Loading...

Bicarbonato di Sodio: che cos’è, a cosa serve e controindicazioni

Bicarbonato di Sodio: che cos'è, a cosa serve e controindicazioni

Che cos’è il Bicarbonato di Sodio?

Per bicarbonato di sodio si intende una sostanza adoperata spesso nel preparare detersivi ecologici per la detersione della casa, oppure in quanto deodorante per ambienti e persona.

E’ possibile reperire il bicarbonato di sodio in natura, nonostante lo sviluppo ed il progresso ci permettano oggi di ottenerlo anche a livello industriale. 

Pubblicità
Aloe Ferox Bioness

Il bicarbonato di sodio, indicato solitamente con la sigla NaHCO3, messa a punto da Ernest Solvay, nel 1863, viene spesso indicato anche come carbonato acido oppure carbonato monosodico. In chimica viene definito in quanto sale di sodio dell’acido carbonico, mentre nel linguaggio comune semplicemente bicarbonato.

Il bicarbonato di sodio reperibile in commercio lo si indica solitamente ad uso alimentare, nonostante l’industri lo adoperi in quanto additivo per preparare cibi confezionati. Lo si riconosce in genere sulle etichette dei prodotti confezionati in quanto indicato con la sigla E500. 

Come precedentemente visto, il bicarbonato di sodio è reperibile in natura, nei depositi dove si manifesta in forma di incrostazioni od effervescenze. In alcuni ambienti il bicarbonato di sodio si manifesta in forma di componente secondario del natron. 

Per produrre a livello industriale il bicarbonato di sodio è richiesto l’uso dell’ammoniaca, anidride carbonica cloruro di sodio. Ne sortisce una reazione chimica che genera il cloruro di ammonio e bicarbonato di sodio. Se si mette in contatto il bicarbonato di sodio con l’acqua, si formerà una soluzione leggermente basica, ph. 8.6.

A cosa serve il bicarbonato di sodio?

Il bicarbonato di sodio, o NaHCO3, viene usato spesso nella cura di diverse patologie, tipo:

  • aritmie ventricolari
  • shock da farmaci
  • acidosi lattica
  • acidosi metabolica
  • antiacido per le pirosi gastriche. 

Si può prescrivere anche per le intossicazioni da barbiturici, salicilati ed alcool metilico, ma anche per sindromi emolitiche, sindromi rabdomiolitiche ed iperuricemie. Utile anche nel contrastare l’iperkaliemia.

Usi del bicarbonato di sodio

Proprietà, benefici ed utilizzi del bicarbonato di sodio sono strettamente legati alla sua capacità di neutralizzazione del pH di una sostanza altamente alcalina od acida. Quindi, per meglio adoperare il bicarbonato di sodio è importante prima di tutto conoscerne le sue proprietà. Ad ogni modo, può essere usato come:

  • Digestivo
  • Disinfettante per superfici
  • Igienizzante
  • Sbiancante
  • Esfoliante
  • Terapeutico
  • Additivo alimentare.
Ad uso frequente è adatto invece per:
  • Lavare i capelli
  • Lucidare l’argento
  • Pulire la macchina del caffè
  • Pulire il frigorifero
  • Alleviare gonfiori e prurito
  • Lucidare i bicchieri
  • Creare un dentifricio
  • Preparare deodoranti fai-da-te
  • Pulire la casa
  • Pulire pettini e spazzole
  • Eliminare punti neri ed impurità dal viso
  • Pulire la lavastoviglie
  • Sbiancare i vestiti
  • Pulire la cucina ed il bagno
  • Lavare frutta e verdura
  • Eliminare il calcare
  • Eliminare i cattivi odori.

Il bicarbonato di sodio può essere usato anche a scopi alimentari culinari, prevalentemente nella realizzazione di cibi confezionati in quanto additivo, riportato sulle etichette con la E500.

Bicarbonato di sodio e pulizia

Il bicarbonato di sodio risulta molto utile anche in quanto deodorante, e quindi per combattere i cattivi odori in casa, ma anche per:

  • Frigorifero, ponendo un recipiente con del bicarbonato di sodio, così da neutralizzare ed assorbire i cattivi odori.
  • Lavastoviglie, aggiungendo del bicarbonato di sodio al detersivo o cospargendolo sul fondo prima dei lavaggi.
  • Tagliere, versandone un po sulla superficie prima di pulirlo.
  • Pattumiera, ponendo del bicarbonato di sodio sul fondo per gli odori, oppure pulendole con una spugnetta intrisa di bicarbonato di sodio.
  • Scarichi e tubature, versando mezzo bicchiere di bicarbonato di sodio in doccia, lavandino e vasca, sciacquando poi con acqua.
  • Armadio e cassetti, ponendo il bicarbonato di sodio in recipienti che vanno poi messi nei suddetti.
  • Lenzuola ed asciugamani, ponendo mezzo bicchiere di bicarbonato di sodio in lavatrice al momento del risciacquo.
  • Scarpe, versando un bicchiere di bicarbonato di sodio dentro di esse, per poi scuoterle, così da prevenire i cattivi odori.
  • Peluche, cospargendolo per almeno 15 minuti di bicarbonato di sodio, ed effettuando un lavaggio a secco.
  • Auto, ponendo il bicarbonato di sodio sui sedili e tappetini, per poi aspirarlo dopo almeno un quarto d’ora.
  • Lettiere, versandolo sul fondo prima di mettere dell’altra sabbia pulita.

Controindicazioni del bicarbonato di sodio

Si sconsiglia solitamente l’assunzione del bicarbonato di sodio a persone che soffrono di scompenso cardiaco congestizio, insufficienza renale grave pressione alta, ma anche in concomitanza di farmaci corticosteroidei corticostropinici. 

Oltre ad essere assolutamente sconsigliato in caso di gravidanza ed allattamento, salvo indicazioni mediche, ed ai bambini, il bicarbonato di sodio, assunto in maniera sproporzionata, può comportare insorgenza di:

  • Crampi
  • Sete elevata
  • Gas nello stomaco
  • Stanchezza
  • Vomito
  • Ipertensione
  • Debolezza
  • Respiro lento
  • Nausea
  • Edema agli arti inferiori
  • Mancanza di appetito.
Pubblicità

LASCIA UN COMMENTO

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.