1 Stella2 Stelle3 Stelle4 Stelle5 Stelle Vota
Loading...

Sindrome Nefrosica: che cos’è, sintomi, cause e possibili cure

Sindrome Nefrosica: che cos'è, sintomi, cause e possibili cure

Che cos’è la Sindrome Nefrosica?

Per sindrome nefrosica si intende una condizione clinica che prevede 4 principali sintomi, ovvero:

  1. Edemaovvero gonfiore a viso, palpebre, caviglie, piedi e mani
  2. Proteinuria, ovvero la presenza di proteine all’interno dell’urina
  3. Ipoalbuminemia, ovvero la riduzione dei livelli di albumina all’interno del sangue
  4. Ipercolesterolemia, ovvero l’incremento del colesterolo all’interno del sangue

La sindrome nefrosica può andare a colpire indistintamente sia adulti che bambini, e a tal proposito la si classifica in:

  • Forma primaria, che è il caso delle patologie che intaccano il rene
  • Forma secondaria, nel momento in cui una patologia sistemica provoca danni renali.
Pubblicità
Aloe Ferox Bioness

La forma primaria prevede delle cause molto frequenti nella sindrome, e sono principalmente le glomerulonefiti. Le cause principali della forma secondaria sono invece:

  • Diabete mellito
  • Lupus ed ulteriori patologie autoimmuni
  • Diversi tumori, come carcinomi, leucemie, linfomi, mielomi e così via
  • Infezioni
  • Gravidanze.

sintomi principali della sindrome nefrosica sono:

  • Edemi su varie parti del corpo
  • Malessere generalizzato ed astenia
  • Ipercoagulabilità, con l’incremento della formazione di trombi ai vasi sanguigni
  • Anemia, ovvero la diminuzione di globuli rossi ed emoglobina all’interno del sangue
  • Maggiori rischi ad infezioni

La diagnosi si effettua in genere attraverso le analisi del sangue, anche se per una reale conferma, si passa alla biopsia renale con referto istologico. Per quanto riguarda la terapia, invece, bastano dei farmaci a scopo sintomatico, e quindi utili per diminuire quelli che sono i sintomi. Per rimuovere quelle che sono le cause, è necessario un trattamento specifico.

Differenze tra sindrome nefritica e sindrome nefrosica

Solitamente si suole confondere la sindrome nefrosica con la sindrome nefritica.
➜ La sindrome nefrosica intacca prevalentemente i reni.
➜ La sindrome nefritica rappresenta un raggruppamento fra segni e sintomi propri dell’infiammazione dei glomeruli del rene, o glomerulonefrite.
La differenza vera e propria tra le due, risiede nella differente concentrazione di proteine all’interno delle urine, assenti completamente nel soggetto sano.
La sindrome nefrosica prevede quindi una grave proteinuria, mentre la sindrome nefritica prevede una lieve proteinuria. 
Differenti sono anche le cause scatenanti di entrambe le condizioni.

Sintomi della sindrome nefrosica

Il sintomi primario che caratterizza la sindrome nefrosica è sicuramente l’edema, e sarebbe a dire un accumulo di liquido all’interno dello spazio interstiziale dei tessuti, e si manifesta attraverso un rigonfiamento od una tumefazione.

In principio, questo edema va a manifestarsi su volto e contorno occhi, si parla quindi di edema periorbitario, fino ad estendersi ad altre zone, tipo caviglia, dove si può verificare tramite il “segno della fovea”, dove il medico andrà ad effettuare una digito-pressione, e se in effetti l’edema c’è, si andrà a formare una fossetta transitoria.

Con il passare del tempo, questo edema andrà ad intaccare anche dorso di piedi, mani e regione pre-sacrale, fino a coinvolgere le cavità interne, tipo addominale, e quindi ascite, e spazio pleurico e pericardico, con susseguente formazione di versamento pleurico e pericardico. Le fasi tardive prevedono un’estensione anche su tutto il corpo, dove il quadro sarà anasarca, sarebbe a dire edema generalizzato gravissimo.

Ulteriori sintomi legati alla sindrome nefrosica sono:

  • Urina schiumosa, viste le grandi quantità di proteine
  • Malessere generalizzato ed astenia
  • Perdita di peso e denutrizione dovute a discrasia proteica
  • Ipercoagulabilità
  • Anemia
  • Incremento nella contrazione di infezioni
  • Ematuria, ovvero la presenza di sangue all’interno dell’urina, che a sua volta può contraddistinguersi in:
    ➜ microscopica
    ➜ macroscopica
  • Ipocalcemia dovuta ad una carenza in vitamina D
  • Iperparatiroidismo dovuto ad ipocalcemia
  • Vari dolori addominali.

Cause della sindrome nefrosica

La maggior parte dei casi, e quindi il 90%, vede l’esordio della sindrome nefrosica fra i 2 ed i 10 anni di vita, e in questi casi si parlerà di sindrome nefrosica idiopatica. 
Idiopatico vuol dire quando una malattia non ha una causa certa, anche se oggi sappiamo che questa può esser legata ad un disturbo dei linfociti T e dei linfociti B.

I restanti casi di sindrome nefrosica possono essere secondari ad ulteriori patologie renali, quali:

  • Glomerulonefriti acute e croniche
  • Patologie autoimmuni, tipo lupus eritematoso sistemico
  • Vasculiti
  • Infezioni virali

Si può riconoscere anche una causa genetica, dove l’alterazione di uno dei geni può apportare, per l’appunto alla suddetta patologia. Se la causa è genetica, l’esordio è precoce, talvolta già alla nascita.

Possibili cure alla sindrome nefrosica

Per trattare i sintomi della sindrome nefrosica si può adottare l’utilizzo di differenti farmaci, quali:

  • diuretici dell’ansa, o furosemide – Lasix®,
  • diuretici tiazidici e risparmiatori di potassio,
  • ACE-inibitori, che diminuiscono proteinuria e colesterolo,
  • anti-aggreganti, tipo l’acido acetilsalicilico, ed anticoagulanti, tipo l’eparina, così da ridurre rischi trombotici da ipercoagulabilità,
  • farmaci ipolipidemizzanti, tipo le statine, o atorvastatina e simvastatina.

E’ possibile associare anche degli accorgimenti alla terapia, quali:

  • Dieta povera in grassi
  • Bere quanto meno acqua possibile
  • Evitare di assumere molti cibi salati e sale in generale
  • Praticare moderata attività fisica, così da ridurre rischi cardiovascolari.

Il trattamento eziologico prevede specifici farmaci, in quanto, alla base ci sono sovente patologie auto-immuni, le quali necessitano di farmaci cortisonici ed immuno-soppressori, tipo ciclofosfamide.

Pubblicità

LASCIA UN COMMENTO

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.