1 Stella2 Stelle3 Stelle4 Stelle5 Stelle(1 voti, voto medio: 4,00)
Loading...

Disfunzione Erettile: che cos’è, cause, sintomi e possibili cure

Disfunzione Erettile: che cos'è, cause, sintomi e possibili cure

La Disfunzione erettile è un’affezione che colpisce generalmente la popolazione maschile. Questa non è una patologia, bensì un sintomo che può portare ad ulteriori disturbi tra cui:

  • alterazioni cardiovascolari,
  • problemi endocrino-metabolici,
  • diabete,
  • malattie neurologiche.

Coloro che presentano la disfunzione erettile, presentano problemi nell’avere una corretta erezione del pene, e a tenerla. Se questa ha natii organici, allora il soggetto in questione mostra una riduzione delle erezioni spontanee del mattino, che vede come unico obiettivo la ri-ossigenazione del pene.

Pubblicità
Aloe Ferox Bioness

Più si va in là con l’età, più l’affezione aumenta; coloro che ne soffrono significativamente sono gli uomini con età compresa tra i 50 e i 60 anni. Questa influisce negativamente su molteplici cose, tra cui l’autostima del soggetto stesso, ripercuotendosi quindi sulla vita quotidiana, soprattutto per quanto riguarda il benessere, l’umore, il buon rendimento sul lavoro e il partner, in quanto potrebbe capitare di sentirsi rifiutato.

Cause della Disfunzione Erettile

Le cause principali legate alla disfunzione erettile, possono essere sia di matrice organica, e quindi legate al buon funzionamento del corpo, oppure di matrice psicologica. 

Sintomi della Disfunzione Erettile

I soggetti con disfunzione erettile presentano problemi nel momento di avere un’erezione e anche nel tenerla. Nel momento in cui questa sia di matrice organica, allora il soggetto potrebbe presentare una diminuzione della frequenza delle erezioni spontanee che avvengono di mattina.

Questa può inoltre presentarsi insieme ad altre disfunzioni sempre in ambito sessuale, tipo l’eiaculazione, dove, l’erezione non completa, diventa precoce e porta ad una diminuzione del desiderio sessuale. Coloro che soffrono di questa problematica tendono ad evitare i rapporti sessuali per timore di “fallire”.

Possibile cure alla Disfunzione Erettile

È possibile intervenire contro la disfunzione erettile affidandosi ad alcune terapie.

TERAPIA FARMACOLOGICA

Contro la disfunzione erettile si può intervenire con una terapia medica, ciononostante, non è detto che venga sempre curata. Colui che ne soffre potrebbe andare incontro a terapia farmacologica a vita, in particolare se si è più in là con l’età oppure se si presentano patologie come diabete e problemi neurologici.

I soggetti di età più giovane, ai soli farmaci spalleggiano un percorso psico-sessuologico; solo unendole si può sperare di fronteggiare il disturbo. In questi casi, molto spesso, il problema ha matrice psicologica.

I farmaci che vengono più comunemente adoperati sono gli inibitori della fosfodiesterasi quinta, quale scopo è quello di agire contro il disturbo fisiologicamente: proprio come succedeva prima che si andasse incontro a disfunzione. I suddetti medicinali non servono a produrre l’erezione, ma più che altro ad aiutarla in maniera naturale e non artificiale.

Raramente, questi si sono rivelati però non funzionanti. Questo però solo in coloro che hanno controindicazioni come i cardiopatici che utilizzano medicinali che dilatano le coronarie; in questo caso, bisogna fare ricorso a farmaci di seconda linea. In questo caso viene ricreata un’erezione artificiale che non richiede di una “stimolazione” dal partner. Questi si assumono generalmente per via intrauretrale o con iniezioni intracavernose con precedenti indicazioni da parte del medico.

PROTESI

Si suole impiantare delle protesi soltanto quando il soggetto in questione non ottiene risultati positivi dai suddetti trattamenti farmacologici. È un rimedio sempre più in disuso, visto che la maggioranza risponde positivamente ai comuni trattamenti.

ONDE D’URTO

Coloro che soffrono di problemi vascolari non sempre rispondono positivamente al trattamento con i farmaci. Secondo recenti scoperte, le onde d’urto a bassa energia aiutano a migliorare il micro-circolo vascolare, aiutando così i soggetti che soffrono di disfunzione erettile.

Presso la Humanitas Rozzano è operativo un ambulatorio dove queste onde d’urto vengono adoperate proprio per il suddetto disturbo. Migliorando il micro-circolo del pene, quando il disturbo risulta essere meno grave, si giunge a guarigione, mentre se non si risponde alla cura dei farmaci, questa opzione potrebbe risultare di gran lunga più funzionale.

È solitamente l’andrologo a parlare del suddetto trattamento, ovviamente dopo una minuziosa visita specialistica. L’onda d’orto prevede un massimo di 6 trattamenti settimanali, i quali non hanno alcun effetto collaterale.

La suddetta terapia si rivale molto utile anche nei pazienti assoggettati a prostatectomia, dove la mancanza delle erezioni di notte causano, nei primi mesi successivi all’operazione, una limitata ossigenazione ai tessuti cavernosi. Con le onde d’urto si assicura un miglioramento del micro-circolo, con ripristino dell’erezione mattutina e successiva riduzione dei rischi di retrazione del pene e progresso nel recupero autonomo dell’erezione.

Pubblicità

LASCIA UN COMMENTO

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.