1 Stella2 Stelle3 Stelle4 Stelle5 Stelle Vota
Loading...

Olio essenziale di Thuia: che cos’è, proprietà, utilizzi e controindicazioni

Olio essenziale di Thuia: che cos'è, proprietà, utilizzi e controindicazioni

Risulta essere estratto dalla Thuya occidentalis, e dunque da una conifera facente parte del complesso familiare delle Cupressaceae è l’olio essenziale di Thuya.

Quest’ultima vanta di caratteristiche benefiche dermopurificanti, dermoprotettive, favorenti la diuresi, antireumatiche e fluidificanti.

Che cos’è l’olio essenziale di Thuya?

Pubblicità
Aloe Ferox Bioness

Risultante essere una conifera proveniente dal Nord America ed avente la capacità di giungere ai 20 metri di altura è la Thuya ocidentalis. Quest’ultima presenta un ramo a forma di piramide ed un tegumento di tonalità rossa con ramificazione a ventaglio. Della stessa tendono ad essere usati il fogliame, il tegumento ed i rami.

La metodologia di estrazione prevede processo di filtraggio sotto evaporazione. Vanta di una profumazione agra seppur piacevole, contrariamente all’olio, il quale presenta una tonalità verdognola e spesso giallastro chiara.

La pianta di Thuya tendeva ad essere usata anticamente dal popolo Egizio, al fine di praticare imbalsamazione, in quanto avente un odore aromatizzato similare al legno ed alla resina. Gli Indiani d’America, contrariamente, tendevano ad utilizzare il fogliame e la ramificazione al fine di trattare la malaria nonché problematicità di costipamento dei bronchi, dolenza causa reuma ed alla muscolatura.

Seppur svariati risultano essere gli oli rintracciabili sul mercato, ad oggi risulta possibile trovare l’olio essenziale di Thuya, che tende ad essere sottoposto a processo di estrazione mediante il filtraggio.

Proprietà dell’olio essenziale di Thuya

Svariate risultano essere le caratteristiche benefiche connesse all’olio essenziale di Thuya, come: antireumatiche, antisettiche, espettoranti, vermifughe, data la compresenza dei tannini.

Svolge funzione stimolatrice del cervello, incentivando il concentramento e dunque la diligenza.

Essendo un essenza, risulta essere efficiente seppur alquanto costosa. In aggiunta, ciò che accresce il costo riguarda il tasso di complessità legato all’estrazione dell’essenza. Questo perchè il processo di estrazione risulta essere prolungato e difficoltoso e naturalmente anche le aree dell’arbusto risultano molteplici, pertanto risulta opportuno avere un maggior quantitativo di denaro al fine di comprarla.

Tuttavia, ad oggi, risulta opportuno acquistare l’olio essenziale di Thuya ad un presso moderato. Detto ciò, molteplici risultano essere le proprietà benefiche ad esso connesse, come:

  • Corroborante, specialmente per quanto concerne la funzionalità celebrale. Questo perché nei momenti di esaurimento psichico, la concentrazione si abbassa e dunque l’olio essenziale di thuya risulta vantaggioso ed efficiente al fine di ovviare codesta problematicità. In aggiunta risulta vantaggiosa al fine di incentivare la funzione mnemonica;
  • Antisettico, in quanto avente la capacità di contrastare fattori infettivi nonché svolgere processo di prevenzione a riguardo.
  • Espettorante, poiché svolge funzione di sprigionamento della mucosa e dunque del catarro. Attraverso il processo dei suffumigi, risulta opportuno avvantaggiarsi dell’efficienza;
  • Antireumatico, al fine di curare fastidi conosciuti col denominativo di reuma. Risulta difatti consigliato l’utilizzo all’interno delle vasche e quindi mentre si fa il bagno, oppure attraverso stimolazione manuale superficialmente alla pelle e con l’aggiunta di olio, ottimale se non prodigiosa;

Utilizzi dell’olio essenziale di Thuya

Date le caratteristiche virostatiche, tale tipologia di olio risulta particolarmente consigliata al fine di curare verruche, porri e condilomi. Difatti risulta bastevole utilizzare il prodotto sull’area affetta da quest’ultimi, unendo 2-3 gocce di olio essenziale di thuya con l’olio di sesamo.

Risulta ottimale al fine di trattare l’herpes simplex, unendo in questo caso l’olio di thuya all’olio di mandorle dolci (medesimo dosaggio). Vanta della capacità di alleviare la psoriasi e svolgere azione emolliente della cute data la caratteristica benefica dermoriequilibrante. Bisogna difatti utilizzare 4-5 gocce di olio essenziale di thuya congiuntamente all’olio di germe di grano (in quanto avente un elevato quantitativo di vitamina E) al fine di avvantaggiare l’epitelizzazione.

Risulta essere un ottimale rinvigorente della secchezza del cuoio capelluto nonché delle unghie fragili. Difatti risulta consigliabile congiungere 2-3 gocce di olio essenziale di thuya all’interno di un dosaggio di shampoo oppure congiungerlo alla pomata per le mani.

Laddove si vuole invece massaggiare il prodotto, risulta ottimale al fine di contrastare i reumatismi, nonché spasmi ovviando problematicità connesse alla dismenorrea. Bisogna, in tal caso, diluire 4-5 gocce di olio essenziale di thuya all’olio essenziale di sesamo (medesimi dosaggi).

Dunque, molteplici risultano essere gli utilizzi benevoli connessi all’olio essenziale di thuya, soprattutto per quanto concerne:

  • il cuoio capelluto, al fine di trattare la secchezza dello stesso oppure un capello sfibrato, utilizzando l’olio all’interno di uno shampoo neutro. Bisogna difatti porre 3 gocce all’interno dello shampoo e lavare regolarmente i capelli;
  • il corpo, al fine di curare dolenza causa reuma oppure articolazioni. Questo perché tende a distendere il sistema muscolare e dunque alleviare il corpo ed allontanare l’esaurimento. Bisogna pertanto utilizzare 5 gocce di olio essenziale di thuya congiuntamente all’olio di mandorle dolci e svolgere stimolazione manuale prestando attenzione che il composto ottenuto non attacchi la mucosa. Ottimale al fine di curare problematicità legate alla psoriasi;
  • Fragilità alle unghia, diluendo l’olio all’interno di una pomata per le mani al fine di rafforzare l’azione rinnovatrice. Tale trattamento conferisce alle unghia fortificazione e lucentezza, ovviando problematicità di unghia sfibrate;
  • Bagni, ponendo poche gocce di olio all’interno della vasca mentre si fa il bagno al fine di allontanare l’esaurimento ed i fattori di agitazione psichica. Permette in aggiunta di svolgere azione emolliente della cute, dunque ottimale per la salute psico-fisica;
  • Suffumigi, data la funzione espettorante. Bisogna porre all’interno di un pentolame di acqua portata a bollore, 2-4 gocce di olio essenziale di Thuya. Porre la pentola su di una base piana e coprire il capo con un panno al fine di svolgere suffumigi. Tale procedura risulta essere esemplificata ed efficiente;

In aggiunta, l’utilizzo dell’essenza di thuya permette di eliminare l’herpes simplex. Tuttavia, in tal caso, consigliato è il consulto specialistico.

Controindicazioni dell’olio essenziale di Thuya

Per quanto concerne le avvertenze e gli effetti collaterali connessi all’olio essenziale di thuya, molteplici risultano essere gli oli sul quale bisogna prestare attenzione. L’olio essenziale di Thuya, ad esempio, risulta sconsigliato nei soggetti in fase di gestazione oppure nutrimento del neonato.

Sebbene si presenti efficiente e benevolo per la salute dell’organismo, differenti ricerche scientifiche attestano che per quanto concerne lo stato salutare del fegato, comporti danneggiamenti. Per tale motivazione, risulta opportuno utilizzare l’olio essenziale soltanto esternamente. Si raccomanda inoltre di tenere il prodotto fuori dalla portata dei bambini.

Pubblicità

LASCIA UN COMMENTO

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.