1 Stella2 Stelle3 Stelle4 Stelle5 Stelle Vota
Loading...

Olio essenziale di Petitgrain: che cos’è, proprietà, utilizzi e controindicazioni

olio-essenziale-di-petitgrain-che-cose-proprieta-utilizzi-e-controindicazioni

Risultante essere estrapolato dal Citrus aurantium, e dunque da un arbusto facente parte del complesso familiare delle Rutaceae, è l’olio essenziale di petitgrain.

Tende ad essere noto per le caratteristiche benefiche, in quanto opera funzione riequilibrartici, favorente la digestione e profumante, dunque ottimale al fine di combattere l’insonnia, gli stati d’ansia ed i cattivi odori.

Che cos’è l’olio essenziale di petitgrain?

Pubblicità
Aloe Ferox Bioness

Risulta essere un arbusto sempreverde, capace di giungere ad un’altura pari ai sei metri, estremamente comunitaria pressi i paesi mediterranei, laddove tende ad essere colta. Alquanto diverso dal citrus sinesins, risulta essere differente dall’arancio amaro, in quanto avente spine maggiormente allungate e di tonalità bruna con un odore maggiormente forte del fogliame e dei boccioli, con un tegumento maggiormente scuro e rugoso, specialmente per la sapidità amarostica del succo.

Il fogliame risulta essere di tonalità verdognola bruna, ovaidale, lucente e con dentini. I boccioli risultano essere biancastri. I frutteti nel momento della maturazione, tramutano il loro colore che diviene giallognolo, e presentano molteplici spicchi, aventi un elevato quantitativo di polpa.

Di tale arbusto tendono ad essere utilizzati maggiormente il fogliame, la ramificazione ed i frutteti acidognoli. L’olio tende ad essere estrapolato attraverso metodologia di filtrazione a vapore. Attraverso l’arbusto dell’arancio amarostico, tendono ad essere estratte una triplice tipologia di olio essenziale, che si differenza in base alla droga adoperata.

Dai boccioli risulta possibile estrarre i neroli, attraverso la metodologia dell’enfleurage. Contrariamente al tegumento, laddove risulta possibile estrapolare l’olio essenziale di arancio amarostico attraverso processo di premitura. Dal fogliame, inoltre, risulta possibile filtrare il petitgrain, che anticamente tendeva ad essere estrapolato dalla sementa, ad oggi difficilmente adoperata.

Proprietà dell’Olio essenziale di Petitgrain

Al fine di ricavare proprietà benefiche per quanto concerne il sistema nervoso, la cute, il cuoio capelluto, ecc. risulta favorevole l’utilizzo degli oli essenziali. Ugualmente lo si può dire dell’olio essenziale di petitgrain, il quale tende ad eliminare il muco ed il catarro dalle vie respiratorie, conferendo ringiovanimento cutaneo e contrastando la forfora.

In aggiunta, incentiva la funzione digestiva e l’affievolazione di molteplici fastidi non connessi alle patologie e che compromettono lo stato salutare intestinale e dello stomaco. Determinate caratteristiche benevoli strettamente connesse all’olio essenziale di petitgrain risultano essere:

  • Digestive, dunque ottimale successivamente a pranzi preponderanti ed all’accatastamento dell’aria nella pancia. Risulta pertanto essere un preponderante digestivo ottimale da somministrare durante i periodi natalizi;
  • Sistema nervoso, contrastando l’esaurimento e gli stati nervosi. Tuttavia si consiglia di non eccedere coi dosaggi e non usare l’olio essenziale se non previa prescrizione specialistica;
  • Antisettico ed antibatterico, al fine di svolgere stimolazione manuale e depurare il corpo. L’utilizzo per via esterna risulta ottimale soltanto nei soggetti non affetti da ipersensibilità al prodotto oppure ad uno dei composti presenti al suo interno. Favorisce la distensione e la profumazione incentiva l’affievolazione di preoccupazioni, risulta difatti consiglia al fine di contrastare mancato assopimento e brutti sogni;
  • Antinfiammatorio, ottimale da utilizzare per via esterna e dunque trattare dolenza articolare oppure muscolare. Tende ad essere consigliato al fine di contrastare tendiniti sebbene si consigli sempre il consulto specialistico;

Utilizzi dell’Olio essenziale di Petitgrain

Svariati risultano essere gli utilizzi dell’olio essenziale di petitgrain, come:

  • All’interno della vasca da bagno, sotto forma di rassodante e distensivo. Bisogna difatti porre 10 gocce di olio essenziale di petitgrain all’interno dell’acqua rovente e adagiarsi all’interno rimanendo per circa una ventina di minuti. Tale terapia permette di eliminare stati d’ansia, esaurimento e dolenza reumatica;
  • Come profumatore per ambienti, al fine di decontaminare l’ambiente incentivando il qualitativo dell’assopimento ed accrescendo pertanto la sicurezza in sé stessi. Bisogna pertanto utilizzare 1 goccia di olio essenziale per quanti sono i metri quadrati della propria abitazione all’interno di brucia essenze oppure umidificatori dei termosifoni;
  • Capelli, al fine di conferire agli stessi rinforzamento e dunque ridurre la perdita dei capelli e combattere i capelli grassi. Bisogna pertanto utilizzare 2 gocce all’interno di un ridotto quantitativo di shampoo al fine di ottenere benefici prolungati;
  • Maschera anti-acne, a base pertanto di argilla verde, succo di lime e 4 gocce di olio essenziale di petitgrain;

Controindicazioni dell’Olio essenziale di Petitgrain

Per quanto concerne le avvertenze strettamente connesse all’olio essenziale di petitgrain non risultano essere alquanto conosciute. Si sconsiglia l’utilizzo a soggetti in fase di gestazione e nutrimento del neonato.

Tuttavia, si consiglia sempre di non eccedere coi dosaggi e non utilizzare il prodotto per lunghe tempistiche al fine di ottenere risultati avversi.

Pubblicità

LASCIA UN COMMENTO

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.