1 Stella2 Stelle3 Stelle4 Stelle5 Stelle Vota
Loading...

Mentolo: che cos’è, proprietà, utilizzi, dove trovarlo e controindicazioni

Il mentolo è una sostanza vigente nelle foglie di diverse specie del genere Mentha (35-55%). Esattamente è un  alcol chirale che in natura si mostra in forma solida e di colore bianco. Viene estratto dall’olio essenziale della Menta piperita ed è molto irritante.

A temperatura ambiente il mentolo perviene sotto forma di piccoli cristalli, prismatici, esagonali, ed è fortemente aromatico e dal sapore amarognolo. È una sostanza con un’intensa proprietà rinfrescante. Questa capacità di attivare chimicamente la sensibilizzazione al freddo è ben conosciuta, eppure il mentolo non causa un effettivo abbassamento della temperatura, in questo senso è somigliante alla capsaicina, cioè la sostanza presente nei peperoncini piccanti. Può essere prodotto anche per sintesi chimica, cioè artificialmente.

Già più di 2000 anni fa, il mentolo fu scoperto in Giappone, sebbene la menta piperita da cui è ricavato, venisse già utilizzata nell’antichità come erba officinale da Egizi, Romani e Greci.

In cosa si trova il mentolo

Il mentolo è presente nell’olio essenziale di Menta sp. Le piante che appartengono al gruppo delle Mentha sp. sono numerose e sono diffuse in tutto il mondo. Sono delle erbe aromatiche che si riproducono per stoloni, le foglie sono sessili oppure con picciolo in base alla specie. Ogni specie ha molte varietà, ceppi o chemotipi che forniscono dunque degli oli essenziali che si distinguono largamente nella composizione chimica. In commercio, gli oli essenziali di menta si possono identificare per l’attinente contenuto di mentolo e di carvone.

Proprietà e Usi del Mentolo

Il Mentolo è un componente molto importante e ricco di proprietà benefiche, per questo motivo viene adoperato per molteplici usi: dalla produzione di cosmetici e profumi a quella di farmaci.

È ampiamente diffuso per la produzione di creme, profumi, oli, gel, pomate, lozioni, unguenti, soluzioni alcoliche ed altri prodotti come per esempio farmaci. Sono varie le proprietà che vengono attribuite a questa sostanza e per le quali viene utilizzata come ingrediente negli integratori alimentari.

Il mentolo è conosciuto per le sue proprietà antisettiche, spasmolitiche ed anestetiche locali. Possiede un alto quantitativo di vitamina E ad azione antiossidante. È un alcol a cui si devono la maggior parte delle proprietà farmacologiche e terapeutiche della menta. Il mentolo è caratterizzato da molte virtù, infatti viene impiegato per:

  • Favorire l’eliminazione dei gas intestinali e eliminare i gonfiori grazie al suo effetto carminativo.
  • Attenuare i disturbi delle vie respiratorie.
  • Rinfrescare la pelle.
  • Alleviare i dolori muscolari e articolari.
  • Calmare il dolore ai denti.
  • Stimolare la circolazione operando da vasodilatatore.
  • Favorire la termogenesi facilitando il dimagrimento.
  • Aiutare a distanziare i batteri.
  • Diminuire la sensazione di pesantezza alle gambe.
  • Attenuare il mal di testa.

Controindicazioni ed effetti collaterali sull’utilizzo del mentolo

I prodotti a base di Mentolo a volte presentano controindicazioni ed effetti collaterali, infatti: si annoverano rischi di sensibilizzazione allergica e dermatiti da contatto; se ingeriti in elevate dosi possono portare alla comparsa di bruciori gastrici e perineali, come pure vomito e nausea, nonché ostruzioni della bile e problemi dell’apparato digerente; è necessario evitare di assumerli in casi di danni al fegato; infatti irritante per gli occhi, per le vie respiratorie e i polmoni.

Sono controindicati nei casi di ostruzione biliare, infiammazioni della cistifellea, ulcere gastriche e duodenali, ernia iatale, reflusso gastroesofageo ed in circostanze di danno epatico. È fondamentale attenersi alle dosi di assunzione consigliate, questo perché il mentolo fruisce una certa tossicità.

LASCIA UN COMMENTO

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.