1 Stella2 Stelle3 Stelle4 Stelle5 Stelle(1 voti, voto medio: 5,00)
Loading...

Lanolina: che cos’è, proprietà, utilizzi e controindicazioni

Lanolina: che cos'è, proprietà, utilizzi e controindicazioni

La lanolina è una sostanza cerosa di colore giallognolo che risulta, al tatto, oleosa come grasso. Questa cera naturale viene prodotta spontaneamente dalle ghiandole sebacee di pecore, capre e ovini per proteggere il pelo dalle intemperie e dagli agenti esterni che potrebbero risultare nocivi all’animale; a partire dalla lavorazione della lana, viene estratta questa sostanza che, a causa della sua consistenza untuosa e delle sue proprietà idratanti e protettive, viene largamente impiegata nella creazione di creme cosmetiche, saponi delicati e, a causa della sua proprietà ammorbidente, nei prodotti per neonati.

Non solo, la lanolina viene utilizzata anche nella formulazione di prodotti atti a lenire abrasioni, screpolature ed arrossamenti del derma dovuti ad un’esposizione al sole prolungata.

La lanolina viene denominata anche, ma in maniera erronea, grasso di lana: si tratta di un comprensibile equivoco data la sua consistenza untuosa ma, a causa dell’assenza di glicerina all’interno della sua ricchissima composizione, la lanolina viene inserita all’interno della categoria delle cere.

Caratteristiche della lanolina

La lanolina si presenta come un composto di colore giallognolo la cui intensità varia in base alla purezza della cera; al tatto, la consistenza di questa sostanza risulta pastosa ed oleosa, il che la rende assimilabile, erroneamente, ai grassi. Presenta un odore forte e persistente, che viene neutralizzato tramite deodorazione con carboni attivi attuata durante i processi industriali.
La lanolina non è solubile né in acqua né in oli minerali, bensì ha una capacità igroscopica che le permette di essere miscelata all’acqua senza perdere la propria consistenza.

La lanolina vanta una potente proprietà emolliente atta a favorire il nutrimento della pelle; ciò accade perché questa sostanza è in grado di creare sulla cute un sottile strato lipidico che si assorbe velocemente senza alterare il pH della pelle stessa. Non solo, la lanolina possiede inoltre proprietà cicatrizzanti, motivo per il quale è spesso inserita in creme e pomate per le abrasioni e le scottature, ed è in grado di curare tagli di piccola entità.

Produzione e composizione della lanolina

Pubblicità
Aloe Ferox Bioness

Il processo di produzione della lanolina prevede la sua estrazione dalla lana attraverso un lavaggio in acqua calda con l’impiego di detergenti adatti a separare il composto dalla lana stessa, ma anche dai grassi e dagli altri composti. Durante questo processo, la lanolina viene estratta più di una volta ed infine viene purificata attraverso un processo di scioglimento a 38 gradi circa.

Si presenta come una sostanza morbida ma sgradevolmente appiccicosa e untuosa. Si compone quasi integralmente di esteri e di acidi grassi e, in minore quantità di alcoli ed acidi della lanolina.

I derivati della lanolina

Attraverso mirati e particolari lavorazioni chimica, è possibile ottenere a partire dalla lanolina diversi derivati utilizzati in ambito cosmetico e farmaceutico per le loro numerose proprietà. I quattro derivati della lanolina più importanti sono:

  • La lanolina ossidrilata, che vanta un’ottima caratteristica emulsionante che la rende perfetta per essere impiegata nelle emulsioni come stabilizzante di olio in acqua e come emulsionante all’interno di quelle acqua in olio;
  • La lanolina idrogenata, ottenuta attraverso la reazione chimica dell’idrogenazione, viene impiegata, grazie alla sua eccellente proprietà emulsionante, nelle emulsioni sia acqua in olio che olio in acqua;
  • La lanolina acetilata, ottenuta attraverso la reazione chimica dell’acetilazione della sostana, viene utilizzata nella preparazione di pomate, balsami, creme e polveri;
  • Gli alcoli di lanolina, ottenuti tramite il processo di idrolizzazione della lanolina, sono favoriti alla lanolina classica grazie al loro odore più sopportabile e poiché risulta meno collosa al tatto. Gli alcoli di lanolina sono spesso impiegati nella composizione di creme da giorno e da notte, rossetti, prodotti per capelli, saponi e creme per la depilazione.

Come utilizzare la lanolina

La lanolina ed i composti che da essa derivano sono principalmente utilizzati nella composizione di cosmetici atti alla cura del corpo e della pelle già da tempi antichissimi: basti pensare che gli antichi marinai, nei loro interminabili viaggi, utilizzavano proprio questa sostanza al fine di proteggere la propria cute dai problemi derivanti dall’acqua dalle intemperie a cui erano soggetti. Ad oggi, sono soprattutto le donne in fase di allattamento ad utilizzare questo rimedio del tutto naturale per favorire la rigenerazione cutanea ed alleviare il dolore al capezzolo dovuto alla suzione del neonato.

Nel mondo della moda, la lanolina trova largo impiego come protettore contro l’acqua degli indumenti in pelo naturale o che possiedono delle decorazioni in pelo o in pelle; in ambito culinario, questo composto viene utilizzato principalmente come lucidante. Non solo, nel mondo dello spettacolo, e nello specifico in quello musicale, la lanolina viene impiegata per agevolare e rendere più pratico il montaggio degli strumenti, soprattutto di quelli in ottone.

Effetti collaterali e controindicazioni della lanolina

La lanolina è, potenzialmente, una sostanza allergizzante a causa della presenza di alcoli nella sua formulazione. L’Unione Europea ha infatti stabilito che tutti i prodotti cosmetici che contengano questo composto debbano riportare un’etichetta che segnali la sua presenza con la dicitura “prodotto contenente lanolina”.

A causa dell’ingente lavorazione subita dal prodotto, potrebbero essere presenti al suo interno pesticidi e sostanze chimiche nocive per il neonato in fase di allattamento: prima di procedere all’utilizzo della lanolina per prevenire le ragadi in allattamento, è consigliato consultare il vostro medico di fiducia specializzato in pediatria.

Pubblicità

LASCIA UN COMMENTO

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.