1 Stella2 Stelle3 Stelle4 Stelle5 Stelle Vota
Loading...

Home Fitness: che cos’è, cosa occorre, come si effettua e benefici

Home Fitness: che cos’è, cosa occorre, come si effettua e benefici

Risultante essere non soltanto una metodologia capace di ridurre le spese strettamente connesse all’attività fisica, ma altre sì un avvicendamento a tutti gli effetti, è l’Home fitness.

Che cos’è l’Home fitness?

Quest’ultimo risulta differente dal sistema tradizionale dell’esercizio fisico, e cioè quanto viene svolto presso palestre e strutture specifiche, soltanto per motivazioni di risparmio.

Pubblicità
Piperina e Curcuma Plus Natural Fit

Ciò nonostante, risulta essere una metodologia a tutti gli effetti oppure un sistema che vanta di molteplici benefici così come non mancano le controindicazioni (quali la ridotta stimolazione, la probabilità di causare casino, la necessità di aree maggiori laddove svolgere attività).

Ciò nonostante, risulta essere ad oggi prediletta da svariati soggetti. I soggetti la prediligono per svariate motivazioni, quali:

  • Voglia di privacy;
  • Imbarazzo oppure complessità nel restare in aggregazioni.
  • Problematicità di disposizione, quale la preponderante distanza dalla palestra.
  • Impossibilità causa tempo libero.
  • Impossibilità economiche.
  • Handicap.
  • Necessità di avere un istruttore personale.

Al fine di svolgere l’Home fitness non risulta opportuno avere chissà cosa, seppur il tutto vari a seconda dell’attività fisica da svolgere. Risulta pertanto essenziale scegliere preventivamente il proprio programma ed essere a conoscenza della mancata possibilità di uguagliare i differenti strumenti di cui predispongono le palestre.

Pertanto, le caratteristiche e l’affidabilità fondamentale al fine di svolgere home fitness, risultano legate al:

  • Posto, in quanto molte case causano eccessivi disturbi, data l’acustica, causando problematicità seppur si pratica soltanto cyclette.
  • Ambiente, vantaggioso al fine di alzare manubri oppure svolgere crunch. Contrariamente, spesso risulta difficoltoso svolgere il salto alla corda, poichè si necessita di maggior spazio al fine di disporre di uno strumento dalle molteplici funzionalità.
  • Strumenti e materiali, e dunque pavimento ammortizzato ed ambiente con una ridotta acustica, nonché strumenti quali (manubri, bilancieri, dischi) e macchinari per l’attività fisica (quali stepper, ellittica, tapis roulant) così come panche multifunzione, spalliere, sbarre per l’allungamento.
  • Personal trainer.
  • Risorse economiche che permettono l’acquisto di strumenti per la pratica di attività fisica.

Benefici dell’Home Fitness

Lo studio delle finalità risulta essere essenziale al fine di creare la propria palestra direttamente a casa. Ulteriore precisione bisogna che sia strettamente legata ai servizi. Questo perchè la scelta di un allenatore oppure l’essere seguiti seppur saltuariamente, così come l’utilizzo di manuali e siti online affidabili, incrementano i vantaggi ed i risultati a seguito del proprio allenamento.

Sul commercio vi sono svariati attrezzi che permettono di svolgere allenamento direttamente a casa, quali: panche, step in pvc, attrezzi vari. Il costo ed il qualitativo non risultano tuttavia maggioritari. In aggiunta, risulta opportuno prestare attenzione a quelli che sono gli obiettivi.

Non bisogna comprare un macchinario per l’attività fisica di 3000€ utilizzando lo stesso 2 volte a settimana per massimo 30 minuti. Così come, non bisogna comprare una panca dalle mille funzionalità che incrementa la consolidazione di 500 Kg, pur riuscendo ad alzarne soltanto 40.

Lo sbaglio di estimo risulta spesso rischioso, in quanto spesso i macchinari e le corrispettive strutture tendono a cedere a seguito dell’elevato aggravio. Pertanto, bisogna guardare il foglio e le corrispettive istruzioni di installazione, chiedendo garanzia sull’attrezzo ed eventualmente consulenza tecnica.

Cosa occorre per svolgere l’Home Fitness

Per quanto concerne lo spazio, risulta spesso la causa principale di mancata possibilità di svolgimento dell’Home fitness. Tuttavia, in commercio risulta possibile rintracciare differenti tipi di strumenti che possono essere, successivamente all’utilizzo, chiusi e riposti, occupando pochissimo spazio.

Ciò nonostante, il qualitativo degli strumenti spesso è causa di occupazione. Si consiglia dunque di prestare attenzione ad ogni singola caratteristica, così come la compresenza di fili elettrici nelle zone limitrofe dell’attrezzo, il pavimento e la corrispettiva riluttanza all’attrezzo (in caso di utilizzo).

Nel caso in cui si vogliano comprare carichi eccessivi, risulta consigliabile prediligere i carichi con gomme o porre al di sotto tappeti che permettano di salvaguardare il pavimento.

Precedentemente all’acquisto dell’attrezzo, pertanto, risulta consigliabile scegliere la tipologia di allenamento che si vuole svolgere. Successivamente a ciò, si passa allo step successivo, e dunque:

  • Attrezzi di base, dal ridotto costo e facilmente riponibili per salvaguardare lo spazio, quali: tappetini, corda, cavigliere, manubri fissi, elastici, stepper.
  • Attrezzi intermedi con prezzo maggiormente elevato, pur essendo maggiormente comodi, quali: bike, manubri, panca piana, bilancieri, barra per allungamenti.
  • Attrezzi professionali, che necessitano di ampi ambienti ed hanno un prezzo elevato.

Tuttavia, si consiglia di chiedere consulto specialistico, prestando attenzione alla propria salute fisica. Ciò permetterà di ottimizzare la metodologia di attività fisica maggiormente specifica alle proprie necessità e prediligendo la scelta migliore riguardo l’attrezzo. L’acquisire un ottimo compendio oppure il consulto di un sito online, permette di svolgere allenamento con metodologie specifiche ovviando aggravi.

Precedentemente all’iniziazione di qualunque attività fisica, risulta tuttavia consigliabile chiedere consulto specialistico, al fine di ovviare problematicità, prestandosi a test preventivanti (quali, l’elettrocardiogramma), specialmente nei casi in cui non si è soliti svolgere esercizio fisico. Risulta pertanto opportuno tenere a mente la psicologia e le motivazioni che spingono all’iniziazione del praticare sport. I centri sportivi, i personal trainer, gli assembramenti, difatti, incentivano lo svolgimento di sport.

Ulteriormente, i servizi avendo prezzo elevato, incrementano ancor di più lo svolgimento dell’attività. Contrariamente, presso la propria abitazione, risulta maggiormente probabile essere pigri.

Per tale motivazione, la compresenza di allenatori risulta essere vantaggiosa. Non risulta opportuna la presenza costante, ma naturalmente l’essere seguiti (seppur saltuariamente) da un personal trainer permette di conoscere se gli esercizi si stiano svolgendo in maniera scorretta.

Come si effettua l’Home Fitness

Una buona strutturazione dell’allenamento a casa non risulta diversa da ulteriori. Ciascuna attività necessita la suddivisione in 3 sessioni:

Primario passaggio

Primario passaggio prevede il riscaldamento totale oppure caratteristico della durata di 15 minuti. Ciò permette di mettere in azione l’apparato cardiovascolare e respiratorio, riscaldando la muscolatura, i tendini e le articolazioni. Un riscaldamento svolto correttamente permette di salvaguardare l’eventuale subentro di lesioni, contratture, stiramenti. Risulta pertanto consigliabile avviare la seduta con un ridotto vigore, accrescendo in maniera progressa il vigore dei vari esercizi. Il riscaldamento tende ad essere svolto senza l’utilizzo di strumenti oppure mediante l’utilizzo di strumenti, quali: step, cyclette, bike, tapis roulant, cross-trainer, top elastici, corde.

Secondario passaggio

Svolgimento di esercizi peculiari per la stimolazione. Codesto passaggio risulta essere legato alla formazione di quesiti che permettono di incrementare la tonicità ed il vigore, nonchè l’efficacia cardio circolatoria e respiratoria, del moto e della flessuosità. Per coloro che sono soliti svolgere uno stile di vita sedentario, si consiglia di riguardare la muscolatura, al fine di dare vita ad un fondato appoggio al rachide ed alle spalle al fine di combattere la cifosi.

Risulta in aggiunta essenziale rinforzare gli arti inferiori, specialmente per quanto concerne l’articolazione delle ginocchia. Per i soggetti che vogliono perdere peso, risulta consigliabile svolgere attività aerobica contigua per una durata di quaranta minuti o un circuit training. Per i soggetti che sono alle prime armi, risulta consigliabile lo svolgimento dell’attività 2 massimo 3 volte alla settimana, svolgendo attività di rassodamento ed aerobica. Coloro che invece vogliono rassodare, rafforzare e mettere massa muscolare, devono strutturare il programma in una triplice sessione, dapprima petto e bicipiti, poi dorso e spalle e susseguentemente gambe e tricipiti.

Terzario stadio

Il terzario passaggio riguarda il defaticamento, e dunque lo svolgere stretching. Risulta essenziale svolgere quest’attività per circa 15 minuti sebbene risulta opportuno sottolineare che maggior tempo viene conferito a ciascun allenamento e maggiori e velocizzati risulteranno i vantaggi.

Risulta tuttavia favorevole non svolgere troppi esercizi bensì pochi ma fatti bene. L’attività della flessuosità necessita la percezione del senso di distensione, ovviando la dolenza.

Pubblicità

LASCIA UN COMMENTO

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.