1 Stella2 Stelle3 Stelle4 Stelle5 Stelle(1 voti, voto medio: 5,00)
Loading...

Grassi Idrogenati: cosa sono, a cosa servono, dove si trovano e controindicazioni

Grassi Idrogenati: cosa sono, a cosa servono, dove si trovano e controindicazioni

Quando parliamo di grassi idrogenati dobbiamo dire che stiamo parlando di una vasta gamma di grassi artificiali, che vengono creati attraverso dei processi lavorativi di una serie di alimenti.

Cosa sono e a cosa servono?

L’idrogena azione tende a trasformare i grassi esistenti in altre tipologie di grassi, che prendono il nome di grassi trans e che ad oggi sono tra i maggiori responsabili di quelle che vengono definite come malattie cardiovascolari.

Pubblicità
Aloe Ferox Bioness

Il processo che viene effettuato per la generazione di questa tipologia di grassi viene effettuato all’interno di quelle che sono le industrie alimentari, e consiste nella riscalda azione di oli vegetali a temperature elevatissime e inoltre vi è anche l’aggiunta di una serie di molecole di idrogeno e di un catalizzatore metallico, nichel, rame o platino.

In questo modo viene doppiaggio tra gli atomi di carbonio che hanno una trasformazione dal complesso al semplice e tendono ad alterare quella che è la struttura della molecola che si manifesta inizialmente. Proprio per questo vengono a crearsi degli atomi che non sono ancora esistenti in natura, ma che danno vita ad una serie di grassi idro generati.

Inoltre viene da dire che questi atomi possono essere posizionati sia sullo stesso lato che ai lati opposti. Le configurazioni di queste tipologie di atomi prendono sembianze uguali, ma sono differenti a causa di una serie di proprietà. I grassi idrogenerati inoltre dobbiamo dire che vengono anche sottoposti ad un nuovo processo che il processo di the door azione era vengono utilizzati per la preparazione di gran parte delle margarine presenti sul mercato.

Dove si trovano?

La motivazione per la quale l’industrie alimentari a non utilizzo alterato di queste tipologie di oli le margarine che contengono grassi idrogenati e che grazie alla presenza di queste sostanze di alimenti Hanno dei tempi di conservazione molto più lunghi.

Dalle diverse caratteristiche dobbiamo dire che queste tipologie di acidi sono Utilizzati all’interno delle industrie alimentari e di conseguenza sono molto pericolosi per una serie di alimenti che vengono utilizzati e assunti in modo costante.

Infatti possiamo pensare a tutte quelle tipologie di prodotti che vengono preparati da forni industriali come le classiche merendine o come prodotti che contengono la margarina. Inoltre, c’è da sapere che molti pasticcieri e gelatieri fanno utilizzo di prodotti che contengono queste tipologie di grassi.

Controindicazioni

Questa tipologia di grassi sono molto simili a quelli che sono i grassi saturi, sono di origine animale, ma hanno un effetto nocivo con un incremento maggiore poiché contengono anche tipologie di grassi trans che tendono appunto all’aumento del colesterolo è riducono lipoproteine.

Un altro fattore che va preso in considerazione e la presenza del nichel che necessario per l’idrogenaazione e inoltre questo può comportare la presenza di numerose allergie che colpiscono gli individui. I danni sono proporzionali alla quantità di grassi assunti, il che vuol dire che sei una volta al mese mangiamo all’interno di un fast-food non si avranno ripercussioni su quello che è lo stato di salute.

In coloro che praticano sport devono seguire una dieta molto particolare dove non devono mai assumere tipologie di alimenti che contengono questi grassi.

Infatti, sembra che assumere una serie di cibi che contengono queste tipologie di grassi portano gli ateniesi a perdere la massa muscolare, perché questi grassi tendono ad attaccare la sintesi proteica e ad indebolirla con l’assorbimento degli aminoacidi, ed è proprio per questo motivo che causano la disgregazione del tessuto muscolare.

Inoltre l’assunzione di questi grassi è sconsigliata poiché comporta una serie di controindicazioni:

  • aumentano il colesterolo nel sangue;
  • hanno effetti cancerogeni;
  • provocano la steatosi epatica ovvero il fegato grasso;
  • aumentano il rischio di obesità;
  • hanno effetti sul cuore;
  • sono pericolosi in gravidanza e allattamento.
Pubblicità

LASCIA UN COMMENTO

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.