1 Stella2 Stelle3 Stelle4 Stelle5 Stelle Vota
Loading...

Garcinia: che cos’è, proprietà, benefici, utilizzi e controindicazioni

Garcinia: che cos'è, proprietà, benefici, utilizzi e controindicazioni

Risultante essere un’arbusto rientrante nel complesso delle Clussiaceae, la garcinia svolge funzione dimagrante e pertanto ottimale al fine di regolamentare i quantitativi di colesterolo e di zucchero all’interno del flusso sanguigno.

Che cos’è la Garcinia?

Nota ugualmente col denominativo di Garcinia gummi-gutta oppure Malabar tamarindo oppure kudam puli, l’arbusto della garcinia cambogia risulta essere un arbusto dalla grandezza media e dal tegumento ligneo che si propaga nelle zone tropicali come l’Indonesia oppure il Vietnam, sebbene sia possibile trovarla anche nella Cambogia, nelle Filippine ed in India.

Piperina e Curcuma Plus Natural Fit

Tale arbusto tuttavia spesso aggrava i tassi glicemici in quanto ha la capacità di abbassare i quantitativi di glucosio plasmatico. Per tale motivazione, risulta opportuno prestare attenzione alle funzione svolte dalla garcinia e dai prodotti farmacologici ipoglicemizzanti adoperati al fine di curare il diabete mellito di tipo 2.

Rientrano tra questi:

  • le Sulfaniluree;
  • I glinidi;
  • i buguanidi;
  • i glitazoni;
  • gli Alfa glucosidici;
  • l’exenatide;
  • la sitagliptin;
  • l’insulina;

Per tale motivazione è sempre consigliabile chiedere consulto specialistico precedentemente alla somministrazione, questo perchè vi sono stati casi di soggetti che si sono visti colpire dalla sindrome serotoninergica successivamente alla congiunzione della garcinia e dei prodotti farmacologici serotoninergici. Per tale motivazione bisogna prestare attenzione non soltanto ai dosaggi bensì anche alle terapie, specialmente se ci si sottopone a tali cure con l’utilizzo di prodotti farmacologici, come:

  • SSRI;
  • Antidepressivi triciclici;
  • Destrometorfano;
  • Petidina;
  • Pentazocina;
  • Tramadolo;

Proprietà della Garcinia

L’estratto della Garcinia Cambogia presenta al suo interno:

  • Pectine, e dunque fibre scioglibili che variano il tono dell’assimilazione dell’intestino, salvaguardando lo stesso dal subentro di stipsi in quanto operano azione prebiotica;
  • Calcio, un minerale fondamentale al fine di mantenere la corretta struttura scheletrica ed avente la capacità di conferire scosse nervose e muscolari;
  • Carboidrati, macronutrimenti energetici che conferiscono all’incirca 3,75 Kcal a grammo;
  • Acido Idrossicitrico, e dunque un principio attivo fondamentale in quanto coopera all’interno dell’anabolismo per i lipidi delle cellule;

Benefici della Garcinia

Il tegumento della Garcinia presenta un elevato quantitativo di vitamine, carotenoidi, flavonoidi, polisaccaridi, pectine ed acido idrossicitrico. Contrariamente all’acido citrico presente all’interno dei limoni, l’acido idrossicitrico risulta alquanto sporadico e per tale motivazione laddove dovesse essere somministrato comporta lo scioglimento e la rimozione del grasso in eccedenza.

Ricerche attestano che tale principio attivo arresta il riassunto di acetilcoenzima A. Per tale motivazione la somministrazione abbassa la formazione di colesterolo e trigliceridi. In aggiunta opera funzione astringente per quanto concerne il fegato nel procedimento di sintetizzazione ed eliminazione del grasso.

In aggiunta, dato l’elevato vigore causa della rimozione del grasso, mediante il processo dell’acido citrico non si ha necessitò di deglutire ulteriori alimenti e per tale motivazione si tende ad abbassare anche la sensazione di appetenza. Tale prodotto ovvia la formazione di adiposità e per tale motivazione tende ad essere prescritta al fine di combattere disturbi connessi all’obesità.

Utilizzi e controindicazioni della garcinia

Precedentemente alla somministrazione della Garcinia risulta opportuno ricordare:

  • che gli effetti benefici non risultano essere assicurati al 100%;
  • che se somministrata ad elevati dosaggi, causa effetti collaterali specialmente all’intestino;
  • che è assolutamente sconsigliata la somministrazione ai soggetti in fase di gestazione, nutrimento del neonato, demenza, diabete e soggetti allergici;
  • che è sconsigliata la somministrazione a soggetti che sono soliti sottoporti a trattamenti con prodotti farmacologici;

Tende ad essere adoperata esternamente somministrando dai 500 ai 1000 mg al dì di estratto essiccato di garcinia che essa sia a base di capsule o polvere da prende una la mattina ed una nel tardo pomeriggio. Tale composto non ha alcuna avvertenza nè effetto collaterale sebbene sia opportuno chiedere sempre consultazione specialistica laddove il soggetto sia in fase di gestazione o nutrimento del neonato.

Tuttavia, tale prodotto non presenta effetti collaterali preponderanti sebbene spesso il soggetto possa manifestare malessere alla testa, dissenteria, meteorismo, convulsioni ecc. Tutto ciò accade specialmente se si è soliti somministrare tale prodotto a dosi elevate e più volte al giorno, laddove risulta alquanto possibile essere soggetti a voltastomaco, fastidi gastrointestinali e malessere alla testa.

LASCIA UN COMMENTO

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.