1 Stella2 Stelle3 Stelle4 Stelle5 Stelle Vota
Loading...

Frassino: che cos’è, proprietà, utilizzi e controindicazioni

Frassino: che cos'è, proprietà, utilizzi e controindicazioni

Risultante essere una pianta officinale nota per l’azione lassativa, di diuresi, antinfiammatoria, antireumatica, antiartritica e per la presenza di linfa e manna è il Frassino.

Che cos’è il Frassino?

Rientrante nel gruppo delle Oleaceae, il Frassino presenta una conformazione frutice e che ha un’altura pari ai 4-8 mt. Il bulbo presenta un tegumento levigato e di tonalità grigia mentre il fogliame è instabile in quanto risulta verdastri nella parte alta e candido e ricco di peli nella parte bassa. I boccioli, che hanno una conformazione simile ad un grappolo,  risultano essere di tonalità biancastra e spesso rosa. Mentre il raccolto, che tende a produrre soltanto una sementa, raggiunge una lunghezza pari ai 2-3 cm.

Aloe Ferox Bioness

Proveniente dall’Europa e Asia settentrionale, il Frassino risulta appropriato alle temperature miti. É facilmente rintracciabile nelle foreste inumidite e che raggiungono un altura pari ai 1500 mt. Nello stato Italiano è rintracciabile al centro-nord seppur sia rintracciabile ugualmente nell’Europa meridionale e in Asia Minore.

Anticamente tale pianta officinale tende ad essere interrata per indicare il limite di proprietà e il limite di terrene lavorabili. Pertanto, il denominativo di derivazione greca sta a significare difatti la divisione, il limite.

Proprietà del Frassino

Tale pianta officinale presenta peculiarità in ogni area, ossia raccolto, fogliame, bulbo e tronco. Svolge azione lassativa, diuretica, antinfiammatoria, antireumatica ed antiartrica. T

ali funzioni sono connesse al quantitativo presente al suo interno di cumarine e di flavonoidi, i quali hanno la capacità di proibire la formazione di arrossamenti endogeni (tra cui le prostaglandine). Dalla corteccia fuoriesce la linfa e la mamma. Quest’ultima risulta essere un evacuativo biologico avente molteplici azioni terapeutiche, ossia fluidificanti, emollienti, sedative, espettoranti, ansiolitiche (in caso di bronchite, laringite e faringite) e decongestionanti.

Pertanto, tende ad essere adoperata ugualmente per la produzione di cosmetici data la proprietà capace di rinvigorire l’epidermide rendendolo levigato e duttile. Nonché è capace di alleviare le rughe.

Utilizzi del Frassino

Adoperato al fine di trattare dolenza agli arti, problemi di adiposità e ritenzione idrica è la pianta officinale di Frassino. Il fogliame è capace di operare funzione antidiuretica, antireumatica e risulta alquanto ottimale per contrastare la cattiva chilificazione.

Può essere adoperato per la preparazione di tisane. Basta difatti utilizzare 2 gr. di fogliame secco all’interno di 100 ml di acqua calda. Oppure sotto forma di insolvente, utilizzando 2 gr. di tronco all’interno di 100 ml di acqua calda. Inoltre risulta essere proprio il tronco ottimale per la cura di reumatismi, artriti, febbre e gotte. Il raccolto, contrariamente, svolge funzione evacuativa.

Controindicazioni

Tale pianta officinale non ha specifiche controindicazioni. Pertanto, risulta sempre opportuna una consulenza medica precedentemente alla somministrazione del Frassino specialmente se il soggetto è in fase di gestazione e/o allattamento.

LASCIA UN COMMENTO

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.