1 Stella2 Stelle3 Stelle4 Stelle5 Stelle Vota
Loading...

Formicolio alle gambe: che cos’è, cause, sintomi, diagnosi e possibili cure

Formicolio alle gambe: che cos’è, cause, sintomi, diagnosi e possibili cure

Che cos’è il formicolio alle gambe?

Risultanti essere noti col denominativo di parestesie alle gambe, e dunque sintomatologie comunitaria a molteplici malattie di complessità differenziabile, sono i formicolii alle gambe.

I soggetti affetti manifestano solitamente torpore e mancata sensibilità alle gambe la quale, nei casi di mancata gravità, regredisce autonomamente successivamente a pochi secondi.

Pubblicità
Aloe Ferox Bioness

Nelle tipologie acute, contrariamente, i formicolii agli arti inferiori risultano essere imput di malattie. Il torpore alle gambe risulta essere solitamente dolente, causante bruciore, pulsazioni e annesso senso di pizzicore. Sebbene possa subentrare in qualunque zona del corpo, il formicolii predilige le gambe e solitamente le braccia.

Cause e sintomi del Formicolio alle gambe

Risultante essere sintomatologia che associa molteplici malattia, alquanto acute solitamente, sono i formicolii alle gambe. É bene tenere a mente, ciò nonostante, che i formicolii agli arti inferiori risultano essere spesso mansueti e coesi, ad esempio, alla somministrazione di un atteggiamento posturale inadeguato per un lasso temporale prolungato.

La momentanea assenza di circolo del sangue nella zona degli arti inferiori comporta la fuoriuscita di brulichii. Solitamente, codesto fattore subentra mantenendo un’inadeguata posizione nel corso dell’assopimento, o restando in posizione seduta con gli arti inferiori accavallato per lunghi lassi temporali ovviando il movimento articolare.

Al di là di questo, in determinate situazioni, i brulichii agli arti inferiori rappresentano un input di patologie preponderanti, spesso alquanto acute. Nel momento in cui la fastidievole sensazione di torpore agli arti inferiori diviene un fastidio contiguo, che si prolunga per molti minuti, il soggetto deve consultare subito uno specialista al fine di studiare il movente alla base.

Il brulichio agli arti inferiori risultano essere difatti movente di:

  • anemia sideropenica, e dunque patologia infida che non fuoriesce con sintomatologie particolari. Con l’avanzamento della patologia, l’anemia da mancanza di ferro comporta prodromi di vigore differenziabile, come i brulichii alle articolazioni inferiori
  • aterosclerosi, lo sviluppo di una placca aterosclerotica all’interno di un’arteria intacca la mancata mobilità, potenzialità di linguaggio e deambulazione. I brulichii agli arti inferiori e superiori ne comportano sintomatologie peculiari
  • mancanza vitaminica, e dunque campanelli segnalati dall’organismo al fine di avvertire una mancanza di vitamine
  • claudicatio intermittens, che al di là di dolenza crampiforme nella zona degli arti inferiori e complessità deambulatoria, si compone solitamente per sintomatologie quali: spossatezza, estremità gelate, vertigini e brulichii agli arti inferiori
  • compromissione di un nervo lungo la colonna vertebrale. In codeste situazioni, il soggetto compromesso manifesta malessere alla schiena, dolenza agli arti inferiori e prurigine preponderante
  • danneggiamento neurologico causa di piombo, alcool e fumo
  • embolia arteriosa, e dunque torpore e brulichio agli arti superiori ed inferiori causa di embolia arteriosa
  • epilessia e convulsioni
  • ernia discale, causa di dolenza preponderante che si prolifera nella zona delle gambe, dei glutei, delle ginocchia e del piede
  • ictus, e dunque ridotto apporto di sangue alla zona cerebrale. Sintomatologie antecedente l’ictus risulta essere composta dal formicolii, che intacca non soltanto gli arti inferiori altresì anche quelli superiori
  • infezioni erpetiche, quali herpes simplex e herpes zoster, i quali comportano torpori e brulichii nella zona dell’infezione. Soprattutto la varietà zoster risulta essere solitamente movente di brulichii agli arti inferiori
  • neuropatia diabetica, costituita da intorpidimenti e brulichii agli arti inferiori e superiori che solitamente causano dolenza
  • mielite trasversa, risulta essere una sporadica sindrome neuro-immunitaria del sistema nervoso centrale, causa di danneggiamenti neuronali che intaccano il midollo spinale. La mielite trasversa causa malfunzionamenti motori e sensoriali
  • radioterapia e chemioterapia
  • sciatica
  • sclerosi multipla
  • sindrome delle gambe senza riposo
  • sindrome di Guillain-Barré
  • spondilosi cervicale, e dunque patologia decadente che compromette la rachide, i tessuti intervertebrali continui e i corpi vertebrali

Diagnosi del Formicolio alle gambe

Nel momento in cui i brulichii dovessero rappresentare un fattore transitorio e di ridotto lasso temporale non bisogna preoccuparsi troppo. La parestesia agli arti inferiori varia a seconda della somministrazione di atteggiamenti posturali inadeguati oppure fissi, che delimitano il circolo di sangue agli arti.

Opinione avversa per i brulichii contigui, soprattutto nel momento in cui il senso di torpore si prolunga per 10 minuti. In similare situazione, l’opinione dello specialista risulta essere essenziale al fine di indagare un’eventuale malattia alla base.

La diagnosi differente si presenta essenziale. Lo studio diagnostico maggiormente adoperato risulta essere:

  • esame del sangue, quali: test emocromocitometrico totale, test degli elettroliti, misura del concentramento vitaminico all’interno del sangue, screening tossicologico, test della funzione tiroidale
  • esami di screening, quali: angiogramma, risonanza magnetica del capo e della colonna vertebrale, tomografia computerizzata, TAC della colonna vertebrale, ecografia dei vasi al collo e radiografia agli arti inferiori
  • rachicentesi, il susseguente studio del liquido permette di affermare oppure ovviare anormalità del sistema nervoso centrale
  • elettromiografia + test di conduzione nervosa, ottimale al fine di redigere la potenzialità di responso muscolare all’istigazione nervosa

Possibili cure del Formicolio alle gambe

Prendendo in considerazione le molteplici patologie coese ai brulichii agli arti inferiori, risulta essere chiaro come non risulti probabile redigere un trattamento di base, efficiente per qualsiasi trasformazione.

Il trattamento per i brulichii agli arti inferiori si presenta annessa al movente alla base. Nel caso in cui la problematicità dovesse non essere di passaggio, risulta opportuno studiare con attenzione al fine di evidenziare accuratamente la malattia alla base della problematicità. Prendendo in considerazione i fattori patologici che comportano il brulichio alle gambe, risulta opportuno analizzare il tutto al fine di ottenere responso.

I trattamenti maggiormente adoperati nel momento in cui la persona manifesta brulichio per lunghi lassi temporali, risultano essere:

  • analisi del sangue
  • angiogramma
  • ecografia dei vasi sanguigni del collo
  • elettromiografia
  • rachicentesi
  • radiografia agli arti inferiori
  • risonanza magnetica nucleare
  • tomografia assistita dal computer

Risultano essere diagnosi mediante il quale risulta essere probabile identificare la compresenza di svariate patologie, tra cui quelle precedentemente esposte. La cura del brulichio agli arti inferiori risulta essere naturalmente coeso alla cura iniziata al fine di trattare la patologia alla base.

Pubblicità

LASCIA UN COMMENTO

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.