1 Stella2 Stelle3 Stelle4 Stelle5 Stelle Vota
Loading...

Epimedium: che cos’è, utilizzi, considerazioni ed effetti collaterali

Epimedium: che cos'è, utilizzi, considerazioni ed effetti collaterali

Conosciuta col denominativo di erba secca di capra, l’Epimedium risulta essere appunto un’erba medicinale adoperata nel campo medico tradizionale cinese al fine di proteggere la riproduzione e l’attività svolta dall’apparato muscolo scheletrico.

Il nome Epimedium fa riferimento ad una tipologia di piante proveniente dall’Asia rientranti nel gruppo delle Berberidacee. Il gruppo maggiormente significativo risulta essere: E. brevicornu Maxim, E. koreanum Nakai, E. sagittatum Maxim, E. pubescens Maxim e E. wushanense T.S.Ying, e dunque piante cinesi, giapponesi, koreane e vietnamite.

Utilizzate principalmente nella fitoterapia, le erbe maggiormente adoperate risultano essere la Epimedium Acuminatum e la Epimedium leptorrhizum, che mediante il processo di essiccazione conferisce principi attivi efficienti in ambito naturale. Ultimamente, tale erba è stata onorata per le proprietà tonificanti. Specifiche ricerche chimiche hanno evidenziato:

Flavonoidi

Il quantitativo di flavonoidi è causa della funzione antiossidante e cardioprotettiva svolta dall’erba di Epidemium. Molteplici ricerche evidenziano che i flavonoidi causano la diminuzione dell’edema connesso alla flogosi, delle LDL ossidate, della Prostagladina E e dell’ossidazione (come malonildialdeide).
Appassionanti sono gli elementi ricavati da ulteriori ricerche che evidenziano le peculiarità cardioprotettive dell’erba e degli stessi flavonoidi presenti al suo interno e capaci di tenere sotto controllo il disfavore citologico causa della reazione ossigena e dell’ipossia dei miocardiociti. Ricerche recenti hanno evidenziato in aggiunta che codesti flavonoidi sono capaci di combattere gli effetti collaterali di molteplici prodotti farmacologici (tra cui i glucorticoidi).
In aggiunta, mediante meccanismi molecolari intracellulari, è possibile far funzione il costituente osteogenico, tenendo sotto controllo la funzione osteoriassorbente degli osteoclasti ed agevolando lo stato di salute delle ossa.

Polisaccaridi

Ricerche in ambito chimico specifiche attestano il livello di polisaccaridi rintracciabili all’interno di tale erba, così come dei monosaccaridi (tra cui mannosio, glucosio, deossimannosio, galattosio, arabinosio ed acido galatturonico). Il polisaccaride non soltanto conferisce vigore, ma diversificate ricerche conferiscono a questo:

  • caratteristiche rantimicrobiche ed immunoprotettive, causa della potenzialità di mettere in atto il sistema immunitario delle mucose, specialmente le mucose dell’apparato gastroenterico;
  • caratteristiche antiossidanti indirette, causa della presenza di superossido dismutasi e glutatione perossidasi;
  • caratteristiche antiossidanti dirette, causa del qualitativo cellulare dei miocardiociti assoggettati ad esaurimento ossidativo;
Garcinia Cambogia

Differenti ricerche sperimentate su cellule e cavie (come topi, ratti e polli) hanno attestato le potenzialità dell’Epimedium.

Vitamina C

La presenza di Vitamina C è differente a seconda della pianta, della coltura, del trattamento sebbene l’efficienza dell’azione antiossidante dei plavonoidi e dei polisaccaridi risulta ugualmente favorevole.

Così come l’attività ergogenica e metabolica peculiare dell’acido ascorbico. Ricerche hanno attestato che l’accostamento di Vitamina C e Flavonoidi comporta la riduzione del quantitativo di siero di colesterolo e trigliceridi. Nonchè un abbassamento dei disturbi endoteliali.

Icariina

Risultante essere un flavonoide, l’icariina contenuta in tale erba risulta essere un ingrediente bioattivo capace di svolgere azione fitoterapica. Ricerche chimiche considerano il quantitativo di Icariina pari al 2,7% in 14,24 mg/g di composto. Risulta pertanto semplici conferire all’Icariina l’azione antiossidante nonché:

  • Azione antiossidante, salvaguardando le cellule tessutali, specialmente del miocardio;
  • Azione neuroprotettivo, nel caso di nervi periferici causa di esaurimento chimico-fisico, e nel caso di Alzheimer, nonchè funzione dannosa sul Sistema Nervoso Centrale;
  • Azione osteoprotettivo;
  • Azione cardioprotettivo, salvaguardando i miocardiociti dalla funzione dannosa dei composti reattive dell’ossigeno;

Utilizzi e mal funzionamento erettile

Malgrado l’utilizzo dell’erba connessa alle caratteristiche rinvigorenti ed afrodisiache, la scienza di oggi giorni ristruttura codesti funzioni, connettendo le caratteristiche antiossidanti dell’erba, ottimali al fine di salvaguardare l’endotelio dei ROS, mediante cambiamenti favorevoli del flusso ematico periferico.

In verità l’Icariina tende ad essere utilizzata al fine di curare la disfunzione erettile, specialmente per quanto concerne l’utilizzo intracavernoso. Codesta funzione risulta connessa a due trattamenti diversi, il primo nervoso e dunque capace di agevolare le caratteristiche di conduzione nervoso periferica, rinnovando i nervi e salvaguardandoli dalla funzione ossidante. In aggiunta conferisce la formazione di Ossido Nitrico, accrescendo il flusso vascolare localizzato.

Effetti collaterali

Successivamente alle molteplici ricerche in campo scientifico, l’Epimedium presenta molteplici caratteristiche ottimali al fine di salvaguardare lo stato salutare del cuore e del sistema nervoso. Nonostante ciò i trial clinici non risultano essere ottimali e pertanto risulta impossibile valutare dettagliatamente le potenzialità di tale erba.

Momentaneamente, la funzione antiossidante ed osteoprotettiva risultano le peculiari. L’umile quantitativo di ricerche, in aggiunta, reprime l’essere sicuri di tale erba, nonostante gli usi risultano essere eccellenti. Rigurgito, secrezione delle fauci, complessità nel respirare e rari fastidi cardiaci risultano essere gli effetti collaterali connessi all’utilizzo scorretto di tale erba. Non si sa dunque molto sui risultati di tale erba durante la fase di gestazione e nutrimento del neonato, e dunque, per precauzione, si sconsiglia l’uso.

Ad oggi, l’erba di Epimedium fa parte degli estratti vegetali eliminati all’interno degli integratori alimentari. L’erba risulta ciò nonostante utilizzata e venduta sul mercato sotto forma di viagra naturale e dunque all’interno di integratori dietetici, i quali lusingano per quanto concerne l’azione rinnovatrice del sogno e dell’autorità sessuale negli uomini.

LASCIA UN COMMENTO

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.