1 Stella2 Stelle3 Stelle4 Stelle5 Stelle(1 voti, voto medio: 5,00)
Loading...

Dolore Lombare: che cos’è, cause, sintomi, diagnosi e possibili cure

Dolore Lombare: che cos’è, cause, sintomi, diagnosi e possibili cure

Per dolore lombare si intende un dolore nell’area inferiore della schiena. Sintomo comune ma al contempo invalidante, conta molteplici cause, soprattutto infortuni muscolari o ai legamenti della schiena. In casi più rari il dolore lombare è dovuto a frattura vertebrale, tumore vertebrale, ernia del disco, stenosi vertebrale, sciatalgia, cruralgia, gravidanza, spondilodiscite e così via.

Spesso al dolore lombare vi si associano ulteriori disturbi come rigidità, difficoltà nel muoversi, formicolio ed ulteriori sintomi associati alla causa. La diagnosi e il ritrovamento della causa all’origine avvengono mediante esame obiettivo ed anamnesi. La terapia è invece causale e va combinata alla terapia per i sintomi.

Che cos’è il Dolore Lombare?

Pubblicità
Piperina e Curcuma Plus Natural Fit

Come appena osservato, quindi, per dolore lombare s’intende un dolore nell’area inferiore della schiena. Lo si suole indicare con ulteriori termini alternativi, quali lombalgia mal di schiena lombare, e risulta essere uno dei sintomi più diffusi, noto non solo per il suo fastidio, ma anche per la sua azione debilitante.

Secondo delle statistiche, il dolore lombare è una delle più comuni varianti del mal di schiena, e dal punto di vista di incidenza sulla popolazione, esso viene prima della cervicalgia, sarebbe a dire il mal di schiena nell’area cervicale, e del mal di schiena toracico. 

Mal di Schiena come problema comune

Il mal di schiena è uno dei disturbi più noti, che colpisce indistintamente sia uomini che donne aventi qualsiasi età e di qualsiasi razza o ceto sociale. Così come avviene per il dolore lombare, anche il mal di schiena risulta essere abbastanza fastidioso e debilitante per colui che lo avverte.

Ha la caratteristica di manifestarsi in molteplici modi; infatti vi è qualcuno che ne parla in quanto dolore sordo, altri come dolore lancinante con fasi alternanti di remissione, ed altri ancora come senso “bruciante”.

Cause dei Dolori Lombari

Ai dolori lombari sono associate differenti cause scatenanti.
E’ in genere dovuto ad infortuni muscolari o dei legamenti della schiena, come in caso di elevata tensione, contratture, stiramenti o strappi, ad infortuni legati ad uno sforzo elevato della schiena, ad una postura errata continua nel tempo, oppure ad un movimento snaturato. 

In rari casi figurano invece delle condizioni del tutto differenti da quelle sopra elencate; tra queste possiamo notare:

  • Frattura vertebrale, dovute a cadute accidentali sulla schiena o a microtraumi continui che danneggiano la colonna vertebrale; in rari casi vi sono complicanze dell’osteoporosi.
  • Tumori vertebrali, ovvero a carico di una vertebra, e sono tipici esempi di tumori alle ossa.
  • Ernia del disco, con il quale si indica la fuoriuscita del nucleo polposa da un disco intervertebrale, posizionato fra 2 vertebre.
  • Sciatalgia, sciatica, quale infiammazione del nervo sciatico causata da compressione od irritazione delle radici del nervo. Laddove unita al dolore lombare, va definita lombosciatalgia.
  • Cruralgia, quale infiammazione al nervo crurale, dovuta alla compressione od irritazione delle radici del nervo. Laddove combinata al dolore lombare, viene definita lombocruralgia.
  • Spondilolistesi lombare, quale patologia alla colonna vertebrale, dove si nota lo scivolamento di una vertebra lombare sulla vertebra che vi è al di sotto.
  • Spondilosi lombare, quale degenerazione della colonna vertebrale, causata da fenomeni artrosici, come l’usura delle ossa dovuta ad invecchiamento o frattura vertebrale preesistente.
  • Stenosi spinale lombare, con il quale si intende lo stringimento di una parte di canale vertebrale, o canale spinale, sarebbe a dire il canale che si trova nella colonna vertebrale che ospita il midollo spinale.
  • Anomalie alla colonna vertebrale, come scoliosi ipercifosi.
  • Infezioni della colonna vertebrale, le quali possono interessare le vertebre, o spondilite, i dischi intervertebrali, o discite e tutti e 2, e si definisce spondilodiscite.
  • Calcoli renali infezioni ai reni.
  • Gravidanza, la quali apporta modifiche ormonali e fisiche, che fanno spazio a mal di schiena e dolore lombare.
  • Malattie all’apparato genitale femminile, come l’endometriosi, il tumore dell’ovaio, le cisti ovariche e i fibromi uterini.

Sintomi dei Dolori Lombari

Il dolore lombare è legato solitamente a sintomi come:

  • Rigidità locale
  • Formicolio o bruciore
  • Difficoltà nel muoversi, dovuta al dolore.

Successivamente ad alcuni fattori scatenanti, il dolore lombare può comprendere anche ulteriori sintomi, come:

  • Dolore, formicolio o debolezza a cosce, gambe o piede, in genere in presenza di ernia discale, tumore vertebrale o sciatalgia.
  • Zoppia, in presenza di cruralgia, ernia del disco o sciatalgia.
  • Mancanza di controllo allo sfintere anale o vescicale, soprattutto con tumore vertebrale o ernia del disco.
  • Atrofia muscolare agli arti inferiori, con cruralgia ed altre condizioni.
  • Febbrein associazione ad infezione della colonna vertebrale, tipo spondilite, discite o spondilodiscite.
  • Dimagrimento anomalo, dovuto forse a un tumore.

Diagnosi dei Dolori Lombari

Al fine di diagnosticare il dolore lombare e risalire ad una causa scatenante, è possibile sottoporsi ad esame obiettivo ed attenta anamnesi. Laddove entrambi non fossero sufficienti, si deve passare a test strumentali sulla colonna vertebrale, come raggi X, risonanza magnetica o TAC.

Esame Obiettivo ed Anamnesi

L’esame obiettivo mira a controllare dettagliatamente la schiena, dove il paziente sarà tenuto a fornire l’area esatta di dolenza e descrivere i movimenti che la incrementano. L’anamnesi, invece, mira, attraverso delle domande mirate, a scovare l’evento centrale ad aver provocato il dolore, lo stato di salute del soggetto e la storia medica dello stesso.

Test strumentali

Raggi X, risonanza magnetica TAC alla colonna vertebrale, vengono effettuati per ricavare una diagnosi successiva, e quindi scovare tumori vertebrali, scoliosi, ipercifosi, ernie discali, spondilite, discite, spondilodiscite, stenosi spinale, spondilosi e così via.

Possibili cure ai Dolori Lombari

Con il dolore lombare viene in genere combinata una terapia causale, che mira cioè a combatterne la causa, ad una terapia sintomatica, che mira invece ad alleviare i sintomi, velocizzare la guarigione e prevenire una probabile ricaduta.

Terapia agli episodi più comuni

I casi più comuni, e quindi quelli dovuti ad infortunio ai muscoli o ai legamenti, prevedono un trattamento come:

  • Riposo attivo, dove il soggetto dovrà evitare qualsiasi attività che provoca dolore, come sollevamento di carichi o movimenti snaturati, favorendo però comunque il movimento. Con infortuni a muscoli e legamenti, questa terapia è la migliore, in quanto permette agli stessi di ripararsi e rigenerarsi.
  • Corretta postura, soprattutto quando si è seduti o a letto, così da recuperare prima.
  • Porre del ghiaccio sull’area addolorata, per almeno 4 o 5 volte al giorno, facendo impacchi per 15/20 minuti. E’ uno dei rimedi antiinfiammatori atti ad alleviare i sintomi.
  • Antiinfiammatori, come FANS, tipo l’ibuprofene, oppure il paracetamolo, per lenire il dolore.
Pubblicità

LASCIA UN COMMENTO

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.