1 Stella2 Stelle3 Stelle4 Stelle5 Stelle(1 voti, voto medio: 5,00)
Loading...

Depilazione Intima: che cos’è, a cosa serve, preparazione, rischi e controindicazioni

Depilazione Intima: che cos'è, a cosa serve, preparazione, rischi e controindicazioni

La depilazione intima è il procedimento secondo il quale si va a rimuovere tutti i peli superflui dalla zona bikini, ovvero inguine, interno cosce e pube. Da come si evince, queste aree sono di certo quelle più delicate, motivo per cui il procedimento richiede grande cura ed attenzione.

La depilazione intima può avvenire servendosi di svariate tecniche, tra le quali ricordiamo:

  • Rasoio
  • Crema depilatoria
  • Ceretta
  • Epilatore elettrico
  • Fototermosi selettiva, o meglio laser e luce pulsata.

La tecnica va decisa seguendo le proprie esigenze, e prevalentemente basandosi sulla tipologia di peli cute. Un valido aiuto può arrivare anche dal dermatologo, così da capire se vi possano essere delle controindicazioni, o almeno, delle predisposizioni allo sviluppo di reazioni avverse.

E’ importante sottolineare il fatto che la depilazione intima elimina soltanto la parte più superficiale del pelo, per cui non si va ad influire sulla sua vitalità. A dispetto dell’epilazione, i metodi come rasoio e crema depilatoria, non agiscono direttamente sul bulbo pilifero, il quale tenderà a restare sotto pelle, motivo per cui questi ricresceranno già dopo 2 o 7 giorni.

Che cos’è la Depilazione Intima?

Oggi giorno, quello della depilazione intima, è un procedimento largamente sviluppato fra le donne di tutto il mondo, e va crescendo anche fra gli uomini.

Pubblicità
Piperina e Curcuma Plus Natural Fit

La depilazione intima può esser effettuata a casa, nel centro estetico ma anche nelle cliniche dermatologiche. Non sarà difficile capire che il più economico e pratico è di sicuro il fai-da-te, mentre i metodi professionali sono sicuramente in grado di garantire dei risultati più veloci e duraturi, anche nelle aree più difficili.

L’area circostante gli organi genitali è di sicuro molto più sensibile delle restanti parti del corpo, motivo per cui richiede di sicuro maggiori attenzioni, sia per quanto riguarda la preparazione che l’esecuzione in se per se. Ad ogni modo, prima di scegliere un metodo, ed adottare sempre il medesima, può esser d’aiuto un parere dermatologico, così da scongiurare spiacevoli taglio od irritazioni.

Zone d’interesse della depilazione intima

Come ben sappiamo, la depilazione intima mira ad eliminare tutti i peli superflui dalle aree limitrofe agli organi sessuali, ovvero:

  • Inguine
  • Interno cosce
  • Pube
  • Perineo
  • Area circostante l’ano

L’uomo, invece, si interessa maggiormente alla depilazione dello scroto. 

Alcune informazioni sui peli

Prima di scegliere quale metodo adottare per la propria depilazione intima, è importante avere anche qualche informazione per quanto riguarda la peluria:

  • I peli si trovano su tutto il corpo, fatta eccezione per il palmo di mani e piedi, margine delle labbra ed alcune zone genitali. Le caratteristiche, e quindi numero, forma, lunghezza e tipo, dipendono da ogni singola persona.
  • A livello anatomico, questi si suddividono in:
    ⇢ Fusto, il quale è la parte visibile esteriormente;
    ⇢ Radice, presente nel follicolo pilifero nell’epidermide;
    ⇢ Bulbo pilifero, il quale contiene:
    ⇢ Papilla dermica, quale struttura formata da cellule proliferanti che generano il pelo, o matrice.
  • Anche il pelo possiede un suo ciclo vitale, dove si nota l’alternanza di periodi attivi e periodi di riposo: anagen è la crescita, catagen è la transizione, telogen è il riposo.

A cosa serve la Depilazione Intima?

La depilazione intima permette di avere una pelle liscia al tatto, senza alcun pelo, regalando dei benefici sicuramente dal punto di vista estetico. I vari metodi inventati, permettono di depilare l’area intima in maniera veloce, semplice, precisa ed indolore.

Depilazione Intima ed Epilazione Intima

  1. La depilazione intima prevede la rimozione apicale del pelo, sarebbe a dire della parte più superficiale, e quindi visibile sull’epidermide.
  2. L’epilazione, che prevede la rimozione dell’interno pelo, partendo dal bulbo pilifero, non intacca la parte vitale dello stesso, motivo per cui si noterà la ricrescita già dopo i 2-7 giorni.

Quali funzioni svolgono i peli nelle parti intime?

Si tende a rimuovere i peli dalle zone intime, in quanto ritenuti poco igienici. Sbagliato!
Questi peli svolgono invece delle funzioni, vediamo quali:

  • Difendono la pelle dalle aggressioni esterne, tipo sfregamenti causati dalla biancheria intima, abiti attillati, compressione dell’area durante un prolungato rapporto sessuale od utilizzo della bici, e così via.
  • Creano una sorta di barriera che intrappola batteri e microorganismi patogeni, i quali possono giungere ai genitali. Un’assenza totale dei peli pubici può significare un rischio per lo sviluppo di infezioni.
  • Stabilizzano la temperatura cutanea, fungendo da termoregolatore. 

Preparazione alla Depilazione Intima

Prima di passare alla depilazione intima, si deve provvedere a detergere la cute con acqua calda, ed esfoliarla con prodotti delicati, tipo scrub gommage, comunemente adoperato per il viso; assolutamente da evitare sono i guanti di crine o di loofah, i quali possono graffiare la cute.

Il suddetto procedimento permette di evitare la formazioni di peli incarniti, consentendo la rimozione anche di impurità, cellule morte, residui sporchi e di sostanze presenti sulla superficie, che potrebbero influenzare il procedimento. Quindi, prima di passare alla depilazione, è importante assicurarsi della pulizia della pelle, e che sia asciutta e non unta con creme oleose o prodotti a base di alcool.

Prima di procedere con l’epilazione intima, invece, risulta ideale assicurarsi che i peli non siano più corti di mezzo centimetro, così che ceretta e pinzette vadano ad aderire correttamente al fusto dei peli pubici, limitando molto anche il dolore.

Una depilazione intima può durare dai 15 ai 30 minuti, tutto legato alle abitudini ed alla resistenza al dolore, ma anche al metodo scelto per la rimozione dei peli.

Rischi e Controindicazioni della Depilazione Intima

Visto che i peli della zona intima sono distribuiti in differenti zone cutanee, bisogna agire sulla stessa zona più di una volta. Questo fa sì che la cute venga maggiormente esposta a rischi quali abrasioni, tagli, bruciature sfoghi della pelle, sia per quanto riguarda le donne che gli uomini.

Le ferite durante la depilazione intima, possono dipendere da:

  • Frequenza delle depilazioni
  • Attenzione ai movimenti e preparazione iniziale
  • Tipologia di metodo e strumento adottato
  • Estensione della depilazione e livello di rimozione, sarebbe a dire se si eliminano del tutto i peli od in parte, e se si tagliano o si estirpano alla radice.

Maggiori problemi si riscontrano in chi si rasa integralmente ed in coloro che sogliono depilarsi spesso; ad ogni modo, la probabilità che si abbiano follicoliti, ascessi reazioni cutanee, sono leggermente più alte nelle donne che negli uomini.

Controindicazioni della depilazione intima

La depilazione intima andrebbe evitata sui soggetti con pelle sensibile, delicata sottile. Una delle controindicazioni può essere sicuramente la tendenza alla formazione dei peli incarniti, in quanto potrebbero generare infezioni. E’ infatti un consiglio quello di non eliminarli tramite spremitura manuale, in quanto si generano dei traumi cutanei che provocano cicatrici ed infiammazioni follicolari.

Nei casi che seguono, la depilazione intima si può effettuare soltanto in seguito al consulto medico:

  • Eczema
  • Vene varicose
  • Gravidanza
  • Emofilia
  • Immunodeficienza sistemica
  • Candida
  • Malattia di Raynaud
  • Diabete mellito.

La depilazione intima può apportare ad irritazioni, come prurito, fastidio ed arrossamento cutaneo, in base alla condizione cutanea e alla tipologia di peli. La reazione non è assolutamente rara, anzi, può presentarsi più acuta se si è alle prime armi, oppure se la pelle è reattiva e molto sensibile. Se passate 36 ore dalla depilazione e la pelle presenta ancora arrossamenti, calore e gonfiore, è bene rivolgersi al medico curante. 

Per taglietti ferite che provocano problemi più fastidiosi, come la follicolite ed i peli incarniti, è bene rivolgersi al proprio dermatologo. 

Pubblicità

LASCIA UN COMMENTO

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.