1 Stella2 Stelle3 Stelle4 Stelle5 Stelle Vota
Loading...

Colpo di Calore: che cos’è, sintomi, cause, diagnosi e possibili cure

Colpo di Calore: che cos'è, sintomi, cause, diagnosi e possibili cure

Per colpo di calore si intende un incremento della temperatura corporea dovuta al clima caldo e ricco di umidità. In queste condizioni, il corpo tende ad assorbire molto più calore di quanto ne riesca a cedere tramite sudorazione, da ciò si arriva ad un aumento della temperatura interna. In seguito al colpo di calore si andrà incontro a:

  • debolezza,
  • abbassamento della pressione arteriosa,
  • nausea e/o vomito,
  • crampi,
  • vertigini,
  • forte sete,
  • mancanza di lucidità,
  • disorientamento.

Nel caso in cui questa si manifesti in maniera più grave, si può andare addirittura incontro a convulsioni coma.

Colpo di calore e Colpo di sole

Piperina e Curcuma Plus Natural Fit

Molto spesso si sente parlare anche del colpo di sole insolazione. Questo, a differenza del colpo di calore sopra citato, è causato da una esposizione diretta e prolungata del corpo ai raggi solari, prevalentemente sulla superficie della testa. Risulta essere un po più grave rispetto alla prima, in quanto all’aumento interno della temperatura corporea si unisce l’effetto dei raggi del sole sui vasi cerebrali. Questo si manifesta con:

  • mal di testa,
  • vertigini,
  • spossatezza,
  • febbre,
  • pelle arrossata,
  • nausea,
  • convulsioni,
  • perdita di coscienza.

Sia il colpo di calore, sia il colpo di sole vengono visti come meri sintomi. Entrambe le condizioni patologiche non sono per forza dovute all’esposizione solare, ma possono essere causate anche da un’alta temperatura esterna, che si aggiri quindi intorno ai 30-35°C, da una scarsa ventilazione e da un’elevato tasso di umidità, che superi il 60-70%. Tutti questi fattori messi insieme impediscono all’organismo di disperdere correttamente il calore tramite la sudorazione.

Sintomi del Colpo di calore

I sintomi più comuni, anche se non unici, legati al colpo di calore, sono:

  • Anoressia
  • Astenia
  • Incremento delle transaminasi
  • Convulsioni
  • Crampi ai muscoli
  • Disidratazione
  • Disorientamento sia temporale che spaziale
  • Fitte al petto
  • Eritema
  • Febbre
  • Ipoglicemia
  • Ipotensione
  • Lipotimia
  • Dolore alla testa
  • Mioclono
  • Nausea
  • Presincope
  • Rabdomiolisi
  • Forte sete
  • Sonno
  • Confusione
  • Sudorazione
  • Svenimento
  • Battiti accelerati
  • Tachipnea
  • Vertigini
  • Vomito

I sopra elencati sintomi, vengono in genere preceduti da ulteriori segnali, come:

  • Nausea
  • Confusione
  • Vista annebbiata
  • Debolezza
  • Tachicardia
  • Ronzio alle orecchie.

In presenza dei suddetti è importante agire repentinamente, procedendo con il raffreddamento del corpo tramite asciugamani ghiacciati, bagno in acqua gelata oppure somministrando soluzioni fisiologiche fredde per via endovenosa.

Cause del Colpo di calore

Come già visto, il colpo di calore viene in genere causato da un rapido innalzamento della temperatura del corpo.
Nel momento in cui il paziente in questione subisce un forte stress termico, i meccanismi coinvolti nella termoregolazione possono non svolgere correttamente il loro lavoro. Ed è proprio in seguito a questo fallimento dei meccanismi che si va incontro ai più classici sintomi legati al colpo di calore.

Diagnosi del Colpo di calore

Si suole generalmente fare una diagnosi clinica del colpo di calore.
Si va prima di tutto a valutare la temperatura del corpo, dopo di che si passa agli esami di laboratorio, quali:

  • Emocromo;
  • PT o meglio tempo di protrombina;
  • Elettroliti;
  • Azotemia;
  • Creatinina;
  • Calcio;
  • Creatina chinasi, utile per accertarsi di possibili danni ai muscoli da rabdomiolisi;
  • Profilo epatico;
  • Test dell’urina;
  • Monitorare la diuresi.

In alcuni casi si possono verificare disturbi al SNC sistema nervoso centrale; se questi non sono evidenti, si deve seriamente considerare che si possa andare incontro ad una funzione alterata dello stesso e dell’ipertermia, e si può quindi avere:

  • Infezione acuta, come sepsi, meningite e sindrome di shock tossico;
  • Intossicazione da farmaci;
  • Crisi tireotossica;
  • Ictus.

Possibili cure al Colpo di calore

Applicare repentinamente il ghiaccio, o immergersi in acqua fredda, può risultare efficace quantomeno ad aiutare tutti i soggetti con colpo di calore. Mentre si aspetta l’arrivo di ulteriori soccorsi, si può far ricorso ad altri provvedimenti, come ad esempio sfregare la pelle con dell’alcool, ventilare il soggetto in questione con uno straccio, tamponare la cute con uno straccio immerso precedentemente in acqua gelata, oppure porlo in un luogo che sia fresco e all’ombra.
Tutti questi trattamenti, o provvedimenti, possono aiutare ad abbassare la temperatura del corpo. 

 

LASCIA UN COMMENTO

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.