1 Stella2 Stelle3 Stelle4 Stelle5 Stelle Vota
Loading...

Che cos’è Protidogramma? A cosa serve e quanto costa

che cose protidogramma a cosa serve e quanto costa

Non tutti sono a conoscenza delle proprietà e dell’utilità del protidogramma, ecco perchè adesso andremo a vedere nello specifico cos’è e a cosa serve.

Che cos’è il Protidogramma

Il protidogramma è uno dei tanti esami di routine, detto anche elettroforesi del siero, che fornisce informazioni all’assetto proteico del plasma estrapolando anche la capacità protidosintetica del fegato.
Quindi grazie ai risultati dei diversi studi delle proteine (prodotte dal fegato e distribuite poi nel sangue grazie alle cellule appartenenti al sistema immunitario) presenti nel siero del sangue possiamo identificare diverse malattie.

Quali sono le proteine presenti nel siero del sangue

Aloe Ferox Bioness

Le proteine presenti nel siero gel sangue sono cinque e le loro caratteristiche principali sono le seguenti:

  • La prima è l’albumina, che è la proteina dominante rispetto alle altre.Originata dal fegato ed è utile per la corretta conservazione dei liquidi presenti nel nostro corpo.
    Inoltre l’albumina controlla la pressione osmotica facendo si che i diversi liquidi non tracimino dai vasi sanguigni. Ancora, questa proteina conduce i principi attivi che vengono ingeriti, come gli ormoni e la bilirubina.
  • La seconda è l’Alfa-1-globuline, sono proteine presenti nelle cellule che si occupano dello spostamento dei grassi.
  • La terza è l’Alfa-2-globuline, sono presenti nelle cellule e come le proteine Alfa-1-globuline si occupano dello spostamento degli ormoni e dei lipidi.
  • La quarta è la Beta-globuline, proteine che si occupano del trasporto di sostanze come il ferro.
  • Infine, la quinta è la Gamma-globuline, detti anche Anticorpi e sono le proteine fondamentali.

Come funziona il Protidogramma

Uno degli esami presenti in laboratorio è quello dell’elettroforesi del siero eseguito mediante il prelievo del sangue.
Il paziente sottoposto all’esame dovrà quindi dirigersi verso un laboratorio per analisi e rispettare le importanti norme da seguire per effettuare un corretto e semplice prelievo.

Tra le norme da seguire è presente il digiuno di 12 ore prima del prelievo, in quanto nessun alimento potrà contrastare con l’esito dell’analisi.
Inoltre è raccomandabile l’interruzione delle diverse terapie farmacologiche, anche se i farmaci non agiscono sugli esiti delle analisi.

Come effettuare la lettura degli esiti di un Protidogramma

quadroproteico protidogramma

Gli esiti ottenuti dall’esame ci permettono di capire quali sono i valori normali inoltre, possiamo anche capire ciò che succede quando si rivelano altri valori.

Albumina:                59,1-69,3%   3,70-5,30 g/dl
Globuline alfa 1:      2,0-3,5%       0,14-0,30 g/dl
Globuline alfa 2:      6,1-11,2%     0,41-0,90 g/dl
Globuline Beta:        6,3-12,1%     0,56-1,00 g/dl
Globuline Gamma:   9,8-20,0%     0,68-1,50 g/dl
Rapporto Albumine/Globuline:   1,1 – 2,5%

Partendo dall’albumina quindi, possiamo comprendere ciò che può verificarsi nel caso in cui vengano catalogati i valori considerati non normali.
Innanzitutto possiamo notare che l’analisi dell’albumina è normale se viene presentata una percentuale dal 59.1 al 69.3% considerando che la percentuale di albumina deve contare 3.70 e 5.30 g per dl di sangue.
Cosa succede se vengono catalogati diversi valori?
Se durante l’analisi c’è stata una riduzione delle altre proteine allora ciò significa che la quantità di albumina ha superato la quantità dei valori normali.
Eppure, dal punto di vista schematico del paziente il risultato in se non fa nessun riferimento particolare.

Se invece la percentuale dell’albumina diminuisce ma la quantità resta invariata allora vengono richiesti nuovamente altri esami per un approfondimento cercando di indicare le diverse malattie infiammatoriemieloma e altro.

Invece se c’è una diminuzione sia della percentuale che della quantità ciò vorrà significare che non c’è un regolare funzionamento del fegato, quindi c’è un problema epatico.
Inoltre anche l’Alfa-1-globuline è un elemento importante.Se la sua percentuale è inclusa tra il 2 e 3.5% g per dl di sangue allora vorrà significare che i valori sono normali.

Diversi valori indicano diverse cose.Ovvero che, una riduzione della sua percentuale o della sua quantità non ha nessuna importanza, al contrario invece un aumento di questi valori indica un processo infiammatorio.

Ciò vale ugualmente per l’Alfa-2-globuline, la sua percentuale normale è compresa tra il 6.1 e 11.6 % e la sua quantità è compresa tra il 0.56 e 1 g per dl di sangue.
Viceversa, invece se c’è un innalzamento di questi valori vorrà dire che è presente una carenza di ferro.

Infine, le Gamma globuline presenta valori normali se la sua percentuale è compresa tra il 9.8 e 20% e se la sua quantità è compresa tra il 0.68 e 1.5 g per dl di sangue.
Se uno di questi valori presenta una diminuzione ciò indicherà una carenza di anticorpi, viceversa se uno di questi valori presenta un innalzamento il paziente corre il rischio di una malattia policlonale o malattia monoclonale come il  mieloma multiplo.

 

LASCIA UN COMMENTO

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.