1 Stella2 Stelle3 Stelle4 Stelle5 Stelle Vota
Loading...

Cardio Fit Training: che cos’è, a cosa serve, come si pratica, benefici e controindicazioni

Cardio Fit Training: che cos'è, a cosa serve, come si pratica, benefici e controindicazioni

Risultante essere una caratteristica varietà di training e wellness è la Cardio Fit training. Risulta essere totalmente aerobica e di allenamento totale del corpo e tende ad essere prediletto al fine di:

  • Perdere peso, date le caratteristiche che permettono di eliminare i grassi;
  • Rassodare, poiché mette in attività ciascun muscolo al fine di colmare non soltanto gli arti superiore ma anche quelli inferiori, dunque anche i glutei;
  • Incrementa l’efficacia del corpo, specialmente del sistema cardiovascolare e respiratorio, sebbene non bisogna ovviare l’azione benevola sull’anabolismo, sulle articolazioni, sul sistema nervoso e sull’emotività;

Per tale motivazione, lo scopo di tale attività risulta essere: il cambiamento vantaggioso della componente corporeo, e dunque la coesione fra la massa magra e quella grassa, nonché l’ottimizzazione delle funzionalità complessive del fisico umano. Tale allenamento è stato ideato al fine di congiungere svariati metodi di training, come:

  • La corsa di fondo, il ciclismo, il canottaggio, lo sci, ecc.. Naturalmente, al fine di avvicendare il medesimo training risulta opportuno l’utilizzo di ergometri (ad esempio la cyclette, il tapis roulant, le ellittiche, l’excite, il remoergometro, il treadmill, lo step, ecc;
  • Allenamento da svolgere sul posto, ad esempio il salto alla corda, la corsa a ginocchia alte, il burpees, il jumping jack, ecc;

Determinati esercizi di cardiofitness prevedono ulteriori attività di rafforzamento, da svolgere a corpo libero oppure a riluttanza, ad esempio: piegamenti sugli arti superiori, pistol squat, swing con kettlebell, stacco con bilanciere, ecc. Dunque, tale allenamento risulta essere un training aerobico vero e proprio. Fa parte del complesso efficiente e risulta essere ottimale per i pazienti in buona salute, ovviando lo scopo di base. Tale allenamento non necessita di un vestiario peculiare.

Pubblicità
Piperina e Curcuma Plus Natural Fit

L’utilizzo di oggettistica oppure di aggeggi strumentali e macchinari varia a seconda dell’obiettivo prefissato, che varia a seconda della psiche. Codesto training dunque risulta essere facilmente svolto presso la propria abitazione o presso palestre specifiche, laddove si tende ad essere seguiti da uno specialista.

Tuttavia, essendo che il corso prevede la corsa in bici, la corsa oppure il salto alla corda, il vestiario migliore prevede l’utilizzo di indumenti elasticizzati e traspiranti, agevolando il vapore sudoriparo. Risulta consigliato l’utilizzo di indumenti in cotone oppure microfibra oppure vestiario tecnico, come pantaloncini, canotte e t-shirt a manica corta. La predilezione delle scarpe risulta alquanto difficoltosa e varia a seconda dell’allenamento.

Come si pratica e a cosa serve il Cardio Fit Training

Vi sono differenti processi al fine di costruire l’adeguato cardio fit training. Risulta pertanto opportuna la prescrizione in base al soggetto che ne fa ricorso. Questo perché, un soggetto affetto da dolenza alla spalla, causa di fastidio, non deve svolgere esercizi macchinari ad esempio l’excite oppure il climber oppure le ellittiche. Risulta sconsigliata la dicasi dati gli esercizi di piegatura per terra, oppure il military press ed ulteriori.

Risulta estremamente essenziale essere a conoscenza del proprio stato di salute e della propria preparazione. Per tale motivazione, risulta sempre consigliabile chiedere consulto specialistico precedentemente all’iniziazione di tale allenamento, svolgendo inizialmente un elettrocardiogramma agonistico. Al fine di svolgere il Cardio Fit Training, risulta opportuno:

  • Iniziare con la fase di riscaldamento, la quale ha una durata pari a 15 minuti e permette di mette in azione l’anabolismo aerobico, l’apparato cardiocircolatorio e quello respiratorio. A tal punto risulta possibile preparare il sistema muscolare, le guaine, i tendini ed i complessi articolari;
  • Bisogna poi alternare esercizi a seconda della tempistica, del vigore e del recupero fisico. Difatti tale allenamento tende ad essere strutturato in base alle collocazione, tenendo sotto controllo la frequenza cardiaca, le ripetizioni al minuto e le tempistiche decorse. Ciascun attività necessita di un recupero pari al suo calibro;
  • Il defaticamento, con attività di flessuosità dei muscoli oppure il moto delle articolazioni. Tale processo risulta fondamentale al fine di assimilare l’esercizio e la fatica cui è stato sottoposto il corpo. Accrescendo il training, incentivando le complicazioni e dunque la ripetitività risulta possibile abituare il corpo. Per tale motivazione, lo stretching e la mobilità delle articolazioni deve essere svolta laddove non vi è l’effetto pumping, l’ipertonia oppure crampi. Laddove vi siano, risulta opportuno aspettare per 1/2 orette;

Al fine di iniziare il cardio fit training risulta opportuno svolgere:

  • Attività aerobiche e macchinari al fine di allenare il sistema cardiovascolare, dunque: la corsa, il tapis roulant, il ciclismo, lo step, il canottaggio, lo sci di fondo, l’excite top;
  • Attività di riluttanza, come il salto alla corda, lo skip, la corsa calciata, il jumping jack, la corsa laterale, lo step up, le mezze accosciate, il mountain climber, ecc.;
  • Aggiungere poi attività di consolidamento, come: crunch, sit up, iperestensioni, plank, toes to bar, side bridge, allungamenti alla sbarra, muscle up, accosciate, affondi frontali, burpees, balzi sui gradoni, slanci delle gambe, ponte dei glutei, nonché pulley, pull down, push down, arm curl, french press, pectoral machine, leg curl, leg extension, swing con kettlebell, squat con pesi, snatch, arnold press, roll addominali, ecc;

Benefici del Cardio Fit Training

Tale training risulta ottimale al fine di operare sulla sezione lipolitica. Codesta, risulta costituita dall’utilizzo totale degli acidi grassi. Tuttavia, risulta opportuno tenere a mente che il cardio fit training permette l’ottimizzazione delle tempistiche durante l’esercizio, cui unico obiettivo è la perdita dei grassi, abbassando in maniera efficiente l’essenza del complesso di adiposità.

Grazie a tale allenamento risulta probabile eliminare un elevato quantitativo di chilo calorie, apportano al corpo però un quantitativo di calorie minore rispetto alle chilo calorie eliminare attraverso il training. Operando tale allenamento risulta opportuno accrescere la dilapidazione calorica.

Ciò nonostante, la perdita del peso arriva soltanto laddove si segue un regime alimentare regolare e salutare. L’allenamento causa pertanto il senso di appetenza, causa dell’abbassamento del livello glicemico ed epatico. Pertanto, laddove l’allenamento agevola l’eliminazione, al tempo stesso incremento il senso di appetenza. Per tale motivazione risulta opportuno conservare la salvaguardia di se stessi, ovviando le ricadute. Laddove dovesse succedere, risulta opportuno chiedere consulto ad un nutrizionista, il quale redige una dieta apportando cambiamenti giornata dopo giornata specialmente nei giorni laddove non si svolge attività.

Tale allenamento conferisce differenti proprietà benefiche, come:

  • Accrescimento della propria stima ed agevolando il comportamento umoristico, data la fuoriuscita di endorfine;
  • Accrescimento della consumazione di vigore e dunque del dimagrimento;
  • Elevata ossigenazione tessutale;
  • Agevolazione dello stato salutare cardiovascolare e della respirazione, abbassando il subentro di patologie cardiovascolari e respiratorie, come l’aterosclerosi, le coronaropatie, le BPCO, ecc;
  • Incremento dell’attività cardiovascolare e respiratoria;
  • Incremento dei livelli fisiologici, connessi al dimagrimento, e dunque incremento della congiuntura fra colesterolo cattivo e buono, abbassamento dei livelli di trigliceridemia, abbassamento dell’uricemia, basa della pressione del sangue, ecc;
  • Miglioramento della compattezza delle ossa;
  • Incremento dell’attività articolare e salvaguardia da malattie reumatologiche;
  • Incremento del vigore, della riluttanza e dell’efficacia anabolica;
  • Rinforzamento del sistema immunitario;

Pertanto, codesto allenamento così come ulteriori attività permettono di allentare determinati fattori legati al deterioramento. Naturalmente, quest’ultimo aumenta l’esaurimento ossidativo complessivo.

Controindicazioni del Cardio Fit Training

Avvertenze riguardo codesto allenamento risultano connesse alle patologie presenti nel soggetti oppure a fattori genetici, come:

  • Obesità preponderante;
  • Anoressia nervosa;
  • Cardiopatia preponderante;
  • Alta problematicità vascolare, cardiaca e cerebrale;
  • BPCO preponderante;
  • Lombalgia ed ulteriori varietà patologiche del rachide;
  • Problematicità alle articolazioni connesse, come artrite reumatoide, artrosi, piede piatto, tunnel carpale, epicondilite, epitrocleite, pubalgie, sciatalgie, ecc.;
  • Iperlordosi complicata, scoliosi, ecc;
  • Problematicità equilibrali;
  • Scomposizioni della struttura ossea;

Gli effetti collaterali connessi pertanto a tale allenamento risultano strettamente connessi agli infortuni della muscolatura, dei tendini oppure delle articolazioni, specialmente alla spalla, alla schiena, all’anca ed alle ginocchia. Al fine di ovviare tali problematicità, risulta opportuno sottoporsi ad un controllo specialistico. Laddove si ovvi tale ricorso, risulta possibile vedere il subentro di:

  • Sbilanciamento cardio circolatorio;
  • Dispnea;
  • Aggravamento dei fastidi alla rachide;
  • Cicatrizzazione ossea scorretta;
  • Peggioramento dei fastidi alle articolazioni;
  • Aggravamento del sottopeso;

Vantaggi e svantaggi

Vantaggi di tale allenamento risultano essere:

  • Facilità nel tenere sotto controllo le tempistiche;
  • Instabilità e piacere;
  • Facilità nel comprendere e svolgere i vari esercizi;
  • Obiettivi raggiungibili velocemente;
  • Adeguatezza a ciascun soggetto;

Contrariamente, gli svantaggi risulta connessi ai corrispettivi vantaggi precedentemente citati, come:

  • Mancato consulto specialistico, causa di svolgimento errato degli esercizi;
  • Preponderante instabilità causa di disorientamento;
  • Mancato svolgimento dell’esercizio dato il troppo piacere;
  • Raggiungimento degli obiettivi prefissati velocemente;
  • Sebbene sia possibile la pratica da parte di ciascun soggetto, ciò non significa che possa essere svolto da ogni persona;

 

Pubblicità

LASCIA UN COMMENTO

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.